Indicazioni sulla riabilitazione neuromotoria delle distrofie muscolari

Fornire alle persone con distrofia muscolare e alle loro famiglie, gli elementi utili sulle modalità più corrette per svolgere esercizio fisico riabilitativo: sarà questo il principale obiettivo dell’incontro online “Indicazioni sulla riabilitazione neuromotoria delle distrofie muscolari”, promosso per il 31 marzo dalla UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) e coordinato dai componenti della Commissione Medico-Scientifica di tale Associazione

Fisioterapia per un ragazzo con distrofia muscolare

Seduta fisioterapica per un ragazzo con distrofia muscolare

Fornire alle persone con distrofia muscolare e alle loro famiglie, gli elementi utili sulle modalità più corrette per svolgere esercizio fisico riabilitativo: sarà questo il principale obiettivo dell’incontro online denominato Indicazioni sulla riabilitazione neuromotoria delle distrofie muscolari, promosso per il pomeriggio di dopodomani, mercoledì 31 marzo (ore 18) dalla UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).

L’occasione, inoltre, sarà propizia per anticipare i principali contenuti del documento intitolato Indicazioni sulla presa in carico e riabilitazione neuromotoria delle distrofie muscolari, frutto di un progetto avviato nel 2019 che ha coinvolto ben trentaquattro esperti di diverse discipline, coordinati dalla Commissione Medico-Scientifica UILDM.
«L’esigenza di raccogliere in un documento unico le informazioni più importanti – spiegano a tal proposito dalla UILDM – nasce dalla non uniformità di protocolli tra diversi Centri, dalle difficoltà di accesso al trattamento e dalla discontinuità di fruizione fino alla variabilità delle indicazioni cliniche: sono tante infatti le problematiche correlate al trattamento riabilitativo».

A coordinare l’incontro saranno alcuni componenti della Commissione Medico-Scientifica UILDM, vale a dire Massimiliano Filosto del Centro Clinico NEMO (NeuroMuscular Omicentre) di Brescia, Cristina Sancricca del Centro di riabilitazione della Fondazione UILDM Lazio-Roma, Elena Carraro del Centro Clinico NEMO di Milano, Elena Mazzone della Fondazione Policlinico Universitario Gemelli IRCCS di Roma e Maria Elena Lombardo del Centro di Riabilitazione della Fondazione UILDM Lazio-Roma. (S.B.)

Per partecipare all’incontro online del 31 marzo, accedere a questo link. Per ulteriori informazioni: uildmcomunicazione@uildm.it (Alessandra Piva).

Stampa questo articolo