“Ascolto, Sento, Dico”: per diffondere l’inclusione delle persone con autismo

Per celebrare un 2 Aprile, Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo, all’insegna della concretezza, la Fondazione ANFFAS di Cagliari – impegnata da sempre nei processi di affermazione dei diritti di autodeterminazione, cittadinanza attiva, autonomia, formazione e lavoro di tutte le persone con disabilità intellettive – segnala il progetto di ricerca “ASD, Ascolto, Sento e Dico”, di cui è promotrice, con il proprio Servizio Autismo Minori, insieme alla Fondazione di Sardegna. Il primo incontro aperto al territorio, nell’àmbito del progetto, si avrà il 16 aprile a Iglesias

Locandina del progetto dell'ANFFAS Cagliari "ASD"Per celebrare un 2 Aprile, Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo, all’insegna della concretezza, la Fondazione ANFFAS di Cagliari (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) – impegnata da sempre nei processi di affermazione dei diritti di autodeterminazione, cittadinanza attiva, autonomia, formazione e lavoro di tutte le persone con disabilità intellettive – segnala il progetto di ricerca ASD, Ascolto, Sento e Dico, di cui insieme alla Fondazione di Sardegna è promotrice, con il proprio Servizio Autismo Minori, che ha sede presso il Centro Diurno Sociosanitario ANFFAS di Iglesias.

«L’acronimo ASD utilizzato nel progetto – spiegano dalla stessa Fondazione ANFFAS di Cagliari -, sta segnatamente per Autism Spectrum Disorder (“disturbo dello spettro autistico”) e si articola in una lettera “A”, ovvero “Ascoltare noi stessi e gli altri”, una “S” (“Sentire e riconoscere le emozioni che ci e vi attraversano”), e una “D” riferita al “Dire per affermare il proprio pensiero e al contempo rispettare quello altrui”. Difendere quindi la capacità di scelta e l’autodeterminazione di ognuno, sancire il diritto di poter fruire di un territorio inclusivo, pronto ad accogliere in maniera funzionale i bisogni emersi, di qualsiasi natura essi siano, e attivare sostegni innovativi, sono i contenuti essenziali di questo progetto, la cui finalità primaria è appunto quella di ragionare, in un’ottica comunitaria e non del singolo, su possibili soluzioni di promozione dell’inclusione sociale a partire dall’età evolutiva sino all’età adulta».

Per questo, dunque, nelle prossime settimane verranno organizzati presso il Comune di Iglesias una serie di incontri dedicati e volti ad incrementare i servizi, migliorare l’organizzazione delle risorse a supporto della collettività, nonché ad individuare protocolli d’intesa per un intervento efficace e precoce.
Il primo di essi, proposto insieme all’Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile di Iglesias, all’Assessorato alle Politiche Sociali e Giovanili del Comune di Iglesias e alle scuole dell’infanzia territoriali, che hanno strettamente collaborato per la realizzazione del progetto, si avrà il 16 aprile (Sala riunioni del Comune di Iglesias, Via Argentaria) e sarà finalizzato innanzitutto alla divulgazione di un opuscolo informativo sui disturbi dello spettro autistico. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: area.comunicazione@anffassardegna.it (Elisabetta Mossa).

Stampa questo articolo