Persone e famiglie “dimenticate” da un Municipio di Roma

«In queste settimane – scrive Paola Fanzini – non si fa altro che parlare di aiuti a tutte le categorie. Noi, però, siamo in un Municipio di Roma (l’11°) che è commissariato, in una ASL fino a pochi giorni fa commissariata anch’essa e quindi letteralmente dimenticati dal mondo. Ieri, ad esempio, era il 1° aprile e io non ho potuto pagare l’assistente di mia figlia con disabilità, che dovrà aspettare dopo Pasqua per avere il suo stipendio! E in più entro il 10 dovremo pagare i contributi INPS! In quattro semplici parole: dimenticati da questa Amministrazione!»

Sguardo severo di donnaIn queste settimane non si fa altro che parlare, naturalmente, di aiuti a tutte le categorie. Noi, però, siamo in un Municipio di Roma (l’11°) che è commissariato, in una ASL fino a pochi giorni fa commissariata anch’essa e quindi letteralmente dimenticati dal mondo. Dopo una battaglia infinita, i soggiorni mia figlia con disabilità li ha potuti fare solo a metà ottobre (una settimana di pioggia) di cui ancora non abbiamo avuto un euro di rimborso…

Ora siamo a inizio aprile e non abbiamo avuto ancora i soldi dell’assistenza indiretta, sui quali mi è stato risposto: «La informo che: Da qualche giorno si è insediato il nuovo Direttore UOSECS [Unità Organizzativa Socio Educativa Culturale Sportiva, N.d.R.] del Municipio. Il provvedimento relativo al pagamento del mese di marzo 2021, per il servizio indicato in oggetto, è pronto per la firma da parte del Direttore. Pertanto, non appena il nuovo Direttore sarà in grado di firmare, il provvedimento di liquidazione verrà inviato in Ragioneria per l’emissione dei mandati di pagamento».
Ieri, però, era il 1° aprile e io non ho potuto pagare l’assistente, che dovrà aspettare dopo Pasqua per avere il suo stipendio! E in più entro il 10 dovremo pagare i contributi INPS!
In quattro semplici parole: dimenticati da questa Amministrazione!

Presidente dell’Associazione La lampada dei desideri di Roma.

Stampa questo articolo