Quei caregiver che non possono prenotare la vaccinazione

Come segnala un Lettore residente nella Città Metropolitana di Roma, padre di una ventitreenne con sindrome di Down, sembra che la Regione Lazio abbia sospeso le vaccinazioni per i caregiver di persone con più di 16 anni e invalidità C02 (invalidi civili al 100% di invalidità con indennità di accompagnamento). Alla stessa Regione Lazio, quindi, va la parola, per fornire una risposta convincente a quanto segnalato

Particolare di mano di sanitario con un vaccino per Covid-19Come segnala un Lettore residente nella Città Metropolitana di Roma, padre di una ventitreenne con sindrome di Down, sembra che la Regione Lazio abbia sospeso le vaccinazioni per i caregiver di persone con più di 16 anni e invalidità C02 (invalidi civili al 100% di invalidità con indennità di accompagnamento).
«Avrei voluto vaccinarmi con mia figlia – scrive il Lettore – anche per darle sicurezza, ma alla lettura della Circolare prodotta dalla Regione, ho avuto l’amara scoperta di non poter accedere alla prenotazione».
Alla stessa Regione Lazio, quindi, la parola, per fornire una risposta convincente a quanto segnalato. (S.B.)

Gli interessati possono richiedere alla nostra redazione (info@superando.it) la riproduzione fotografica del passaggio contenuto nella Circolare della Regione Lazio in cui si parla di quanto segnalato nella presente nota.

Stampa questo articolo