Pioggia di medaglie dal nuoto azzurro alle Paralimpiadi di Tokyo

Alle Paralimpiadi di Tokyo, dopo le cinque medaglie conquistate ieri dai nuotatori (Francesco Bettella e Francesco Bocciardo) e dalle nuotatrici (Carlotta Gilli, Alessia Berra e Monica Boggioni), proprio mentre scriviamo ne registriamo molte altre, sempre nel nuoto, conquistate oggi, 26 agosto, ovvero quelle d’oro di Stefano Raimondi e ancora di Francesco Bocciardo, quelle d’argento di Luigi Beggiato, Carlotta Gilli e della Staffetta Mista 4×50 Stile libero, mentre Monica Boggioni ha vinto un altro bronzo. Ora l’Italia è quinta nel medagliere generale dei Giochi, con undici medaglie

Stefano Raimondi oro alle Paralimpiadi di Tokyo

Il nuotatore Stefano Raimondi con la medaglia d’oro appena conquistata a Tokyo nei 100 rana (classe SB9)

Il primo podio in ordine di tempo lo aveva ottenuto nei 100 dorso del nuoto (classe S1) Francesco Bettella, già argento nel 2016 ai Giochi di Rio de Janeiro nei 50 e nei 100 dorso. Poi, sempre nel nuoto, è arrivata una splendida doppietta nei 100 farfalla femminili (S13) con il primo posto di Carlotta Gilli e l’argento ad Alessia Berra. E subito dopo è arrivata un’altra medaglia d’oro grazie a Francesco Bocciardo, che ha dominato i 200 stile libero (S5), seguita dal bronzo di Monica Boggioni nei 200 stile libero (S5).
Meglio non poteva cominciare il nuoto azzurro alle Paralimpiadi di Tokyo, e la “pioggia di medaglie” non si è arrestata nemmeno oggi, 26 agosto: infatti, proprio mentre scriviamo, registriamo altre due vittorie, con Francesco Bocciardo che si è aggiudicato anche i 100 stile libero (S5) e Stefano Raimondi che ha vinto i 100 rana (SB9).
Ma non solo: anche Monica Boggioni ha “doppiato” nei 100 stile libero (S5) il terzo posto di ieri nei 200, mentre Luigi Beggiato ha portato a casa un’altra splendida medaglia d’argento nei 100 stile libero (S4), così come Carlotta Gilli, dopo la vittoria di ieri, è arrivata seconda nei 100 dorso (S13). Dulcis in fundo, la medaglia d’argento degli Azzurri nella Staffetta Mista 4×50 stile libero.

Come leggiamo in una nota diffusa dalla FINP (Federazione Italiana Nuoto Paralimpico), «andare subito a medaglia – aveva dichiarato ieri Monica Boggioni – è stata un’emozione incredibile, diversa da tutte le altre che ho provato. All’inizio si è fatta sentire così tanto che ho avuto paura che mi bloccasse, ma poi ho fatto un bel respiro e ho cercato di godermi la gara. Ora, in vista degli altri impegni voglio continuare a divertirmi». E a giudicare dalla nuova medaglia di bronzo conquistata, il divertimento sta decisamente continuando.

Tante altre gare sono comunque in corso (il programma ufficiale costantemente aggiornato è a questo link) e le soddisfazioni per la squadra azzurra continueranno certamente ad arrivare. (S.B.)

Ringraziamo per la collaborazione l’Associazione Sportiva Dilettantistica per Disabili POLHA di Varese, che esprime grande entusiasmo per la medaglia d’argento conquistata nei 100 farfalla di nuoto dalla propria atleta Alessia Berra.

Stampa questo articolo