Sempre più giochi e giostrine accessibili a tutti nelle città d’Italia

Dapprima, a fine luglio, l’inaugurazione di una giostra “Carosello” a Brescia, poi, all’inizio di agosto, anche la Puglia, con Martina Franca e Massafra (Taranto), e la Calabria, con Locri e Siderno (Reggio Calabria), sono state pienamente coinvolte nel progetto “A scuola di inclusione: giocando si impara”, con cui la UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) punta ad installare giostrine e giochi accessibili che permettano ai bambini e alle bambine con disabilità di divertirsi come tutti e insieme a tutti

Inaugurazione giostra "Carosello" a Brescia, per progetto UILDM, luglio 2021

Un’immagine dell’inaugurazione della giostra “Carosello” al Parco Tullio Gadola di Brescia

Dapprima, a fine luglio, l’inaugurazione di una giostra Carosello al Parco Tullio Gadola di Brescia, poi, all’inizio di agosto, anche la Puglia, con Martina Franca e Massafra (Taranto), e la Calabria, con Locri e Siderno (Reggio Calabria), sono state pienamente coinvolte nel progetto A scuola di inclusione: giocando si impara, di cui più volte ci siamo già occupati nel nostro giornale, con cui la UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) punta ad installare giostrine e giochi accessibili che permettano ai bambini e alle bambine con disabilità di divertirsi come tutti e insieme a tutti.
Si tratta di un’iniziativa, ricordiamo ancora, risultata vincitrice della seconda edizione del “Bando Unico” previsto dalla Riforma del Terzo Settore e finanziata anche dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociale, cui tutti potranno ancora contribuire fino al 30 novembre, e che già da tempo si articola su varie azioni di sensibilizzazione nelle scuole e di riqualificazione in ottica inclusiva di parchi e aree verdi, in ben sedici Regioni italiane e nella Provincia Autonoma di Bolzano, in collaborazione con le Amministrazioni Locali, nonché con le varie Sezioni della stessa UILDM.

Per quanto riguarda dunque le città di Puglia e Calabria, si è incominciato il 2 agosto a Martina Franca, con l’installazione, presso il parco adiacente all’Istituto Marconi, di un pannello ludico-sensoriale e di una giostra Carosello.
Si è proseguito il 3 agosto a Locri, presso il lato sud del parco sul Lungomare, inaugurando anche qui un’altalena “a nido”, un pannello ludico-sensoriale e una giostra Carosello.
Il giorno dopo, quindi, nel parco della Villa Comunale di Siderno sono arrivati un’altalena “a nido” e un set composto da un tavolo a sbalzo per consentirne l’utilizzo a persone con disabilità motoria, oltre a due panche con spalliera.
Infine, il 5 agosto, nei giardinetti di Piazza Corsica di Massafra, adiacenti all’Istituto De Amicis, sono stati installati un pannelo ludico-sensoriale e una giostra Carosello.

Nella serata del 4 agosto, segnaliamo in conclusione, si è tenuto a Siderno anche un concerto del noto gruppo musicale dei Ladri di Carrozzelle, le cui esibizioni costituiscono una delle fasi di sviluppo del progetto, sempre con l’obiettivo di sensibilizzare tutta la comunità sui temi della disabilità e dell’inclusione. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: uildmcomunicazione@uildm.it (Alessandra Piva e Chiara Santato).

Stampa questo articolo