“In punta di dita”: un corso di comunicazione ed esplorazione tattile

Si rivolgerà ad educatori, operatori turistici e culturali, ma anche a chiunque altro voglia approcciarsi alle tematiche dell’accessibilità e dell’inclusività, il corso di comunicazione ed esplorazione tattile a partecipazione gratuita, denominato “In punta di dita”, che si articolerà su tre incontri nel mese di novembre, a cura dell’Associazione Arcantarte di Prato, in compartecipazione con l’Assessorato al Turismo del Comune di Prato e in collaborazione con l’UICI della città toscana

Locandina del corso "In punta di dita" di Arcantarte, novembre 2021«Il target di turisti non vedenti e ipovedenti solo in Italia rappresenta circa 900.000 persone. È quindi necessario saperli accogliere e questo corso punta a sensibilizzare i partecipanti alle problematiche delle disabilità sensoriali, fornendo loro gli strumenti necessari a sviluppare le specifiche abilità, oggi indispensabili al personale più vario per accogliere e relazionarsi con visitatori non vedenti o ipovedenti»: così l’Associazione Arcantarte di Prato, già segnalata in più occasioni anche sulle nostre pagine, per la mostra tattile Accarezza l’Arte, presenta il corso di comunicazione ed esplorazione tattile denominato In punta dita, che si articolerà su tre incontri in presenza nel mese di novembre (giorni 5, 12 e 13), organizzato e coordinato in compartecipazione con l’Assessorato al Turismo del Comune di Prato e in collaborazione con l’UICI di Prato (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti).
L’iniziativa (a partecipazione gratuita, ma con posti limitati), si rivolge segnatamente ad educatori, operatori turistici e culturali, ma anche a chiunque altro voglia approcciarsi alle tematiche dell’accessibilità e dell’inclusività. (S.B.)

Per ogni informazione e approfondimento: arcantarteaps@gmail.com.

Stampa questo articolo