Tutte le novità tecnologiche per l’autonomia delle persone con disabilità visiva

Le ultime novità tecnologiche per la vita indipendente delle persone cieche e ipovedenti, a partire dai dispositivi per la lettura in autonomia, fino agli ausili per la vita quotidiana, saranno al centro della mostra/dimostrazione promossa per il 13 novembre dalla Commissione Ausili, Nuove Tecnologie e Accessibilità dell’UICI di Napoli (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), in collaborazione con alcune aziende specializzate nel settore

Utilizzo di tecnologie da parte di un lavoratore con disabilità visiva

Utilizzo di nuove tecnologie da parte di un giovane lavoratore con disabilità visiva

«Viviamo un tempo in cui le informazioni corrono veloci e spesso bisogna inseguire la tecnologia per stare al passo con gli altri. Questo comporta particolari attenzioni sia nella vita quotidiana che nell’àmbito del lavoro. L’utilizzo di strategie particolari e tecnologie speciali o specificamente adattate semplifica alcune operazioni e migliora il livello di autonomia, ponendo la persona con disabilità sensoriale allo stesso livello delle persone senza disabilità. Per questo motivo è di fondamentale importanza condividere le esperienze, informarsi e diffondere il più possibile le informazioni»: così Giuseppe Fornaro, coordinatore del Gruppo Software-App e Accessibilità dell’INVAT (Istituto Nazionale Valutazione Ausili e Tecnologie), consigliere nazionale dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), nonché coordinatore della Commissione Ausili, Nuove Tecnologie e Accessibilità dell’UICI di Napoli, presenta la mostra/dimostrazione di ausili tiflotecnici, promossa da quest’ultima Commissione, in collaborazione con aziende specializzate nel settore quali Soluzioni 104 e Mediavoice, per la mattinata di sabato 13 novembre, presso la sede dell’UICI di Napoli (Via San Giuseppe dei Nudi, 80, ore 9.30-14).

«Durante l’evento – spiega Fornaro – sarà possibile provare le ultime novità tecnologiche per la vita indipendente delle persone cieche e ipovedenti, a partire dai dispositivi per la lettura in autonomia, fino agli ausili per la vita quotidiana. In particolare sarà possibile provare videoingranditori da tavolo o portatili, dispositivi per la lettura tramite sintesi di testi stampati, dispositivi per la ricerca e la lettura di notizie da internet, strumenti comandabili con la propria voce, smartphone e telefoni cellulari adattati per persone con disabiulità visiva vista e altri ausili ancora di comune utilizzo durante la quotidianità». (S.B.).

Per ogni ulteriore informazione e approfondimento: fornarog2012@gmail.com.

Coordinata da Giuseppe Fornaro, la Commissione Ausili, Nuove Tecnologie e Accessibilità dell’UICI di Napoli è composta anche da Raffaele Di Vaio (ingegnere elettronico esperto in tecnologie assistive); Antonio Maione (coordinatore dei centralinisti); Sandra Minichini (consigliera dell’UICI dio Napoli); Alessandro Pepino (Delegato del Rettore per gli studenti con disabilità nell’Università Federico II di Napoli); Stefano Perna (IOS Academy).

Stampa questo articolo