Facilitare i percorsi di studenti/studentesse con disabilità che praticano sport

Cofinanziato dall’Unione Europea, “ParaLimits” è un progetto sulla cosiddetta “Dual-Career”, per coniugare cioè l’impegno sportivo con quello dello studio, che intende tracciare le linee guida affinché gli istituti universitari europei facilitino i percorsi formativi degli studenti e studentesse con disabilità che praticano sport. In rappresentanza dell’Italia vi partecipa l’Università di Roma Foro Italico e in questa fase è stato lanciato un questionario, cui diamo ben volentieri visibilità, finalizzato a raccogliere le esperienze degli atleti-studenti/atlete-studentesse con disabilità

Realizzazione grafica dedicata agli sport delle persone con disabilità

Una realizzazione grafica dedicata a una serie di discipline sportive praticate dalle persone con disabilità

Cofinanziato dall’Unione Europea, il programma ParaLimits è un progetto sulla cosiddetta Dual-Career, per coniugare cioè l’impegno sportivo con quello dello studio, che intende tracciare le linee guida affinché gli istituti universitari europei facilitino i percorsi formativi degli studenti e studentesse con disabilità che praticano sport. Vi partecipano Enti Istituzionali di vari Paesi europei, e in rappresentanza dell’Italia anche l’Università di Roma Foro Italico.
Attualmente l’iniziativa si trova nella fase di ricerca sul campo, finalizzata a raccogliere le esperienze degli atleti-studenti/atlete-studentesse con disabilità attraverso un questionario online completamente anonimo (disponibile a questo link) cui ben volentieri diamo visibilità. Esso può essere compilato da studenti/studentesse con disabilità che praticano sport e sono iscritti/e all’ultimo anno delle scuole superiori, oppure che frequentano (o hanno frequentato in passato) l’università. (S.B.)

Ricordiamo ancora il link al quale è disponibile il questionario di cui si parla nella presente nota. Per ogni ulteriore informazione: progettoparalimits@gmail.com.

Stampa questo articolo