UILDM: dai traguardi raggiunti a quelli che ci aspettano

“Le conquiste e le prossime sfide – Dai traguardi raggiunti a quelli che ci aspettano”: è il titolo dell’evento online con cui la UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) concluderà gli appuntamenti voluti per celebrare 60 anni di attività. Con gli esponenti dell’Associazione, vi parteciperanno la ministra Stefani, il presidente della FISH Falabella, il coordinatore del Comitato Tecnico-Scientifico dell’Osservatorio sulla Condizione delle Persone con Disabilità Griffo, la portavoce del Forum del Terzo Settore Pallucchi e la segretaria generale di Cittadinanzattiva Mandorino

Federico Milcovich

Federico Milcovich, che nel 1961 fondò la UILDM, in un’epoca in cui la distrofia muscolare era una malattia ancora semisconosciuta e i diritti delle persone con disabilità una realtà assai lontana

Era il 3 maggio scorso, quando, come avevamo raccontato anche sulle nostre pagine, un incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, da parte di una delegazione della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), aveva “aperto” i festeggiamenti per i sessant’anni di questa Associazione, fondata appunto alla fine del 1961 da Federico Milcovich.
Per celebrare questo importante anniversario, la stessa UILDM aveva quindi promosso un ciclo di incontri online, dal titolo complessivo 60 anni. È solo l’inizio, da noi seguiti passo dopo passo, allo scopo di raccontare l’impegno dei propri soci e volontari in questi sei decenni anni al fianco delle persone con una malattia neuromuscolare o con altre disabilità.
Si è quindi parlato di volta in volta di comunicazione inclusiva, sport, ricerca scientifica, scuola e lavoro, benessere e qualità della vita. A coronare il tutto, è ora in programma per il pomeriggio del 10 dicembre (ore 17-30), sempre in modalità online, l’ultimo appuntamento del ciclo, intitolato Le conquiste e le prossime sfide – Dai traguardi raggiunti a quelli che ci aspettano: 60 anni di UILDM.

«Dalla sua nascita – spiegano dalla UILDM – la nostra Associazione è sempre stata al fianco delle persone con disabilità, per raggiungere quelle opportunità che permettono di vivere una vita piena e realizzata all’interno della società: dall’abbattimento delle barriere architettoniche all’opportunità di scegliere e di sperimentarsi in percorsi di autonomia personale, per essere soggetto attivo nella propria comunità. Un lavoro che è stato realizzato in rete con il mondo delle Istituzioni e delle Associazioni, per il raggiungimento di risultati significativi che hanno lasciato un segno nella storia della società italiana. Le conquiste di questi sessant’anni e le sfide che attendono le Associazioni impegnate in àmbito di disabilità e tutto il mondo del Terzo Settore saranno dunque il tema dell’incontro del 10 dicembre».

Moderato da Paola Severini Melograni, giornalista e conduttrice del programma di RAI 2 O anche no e impreziosito dalla partecipazione di Erika Stefani, ministra per le Disabilità, l’incontro prevede gli interventi di Marco Rasconi, presidente nazionale della UILDM; Enzo Marcheschi, consigliere nazionale della UILDM; Vincenzo Falabella, presidente della FISH, la Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap cui la UILDM aderisce sin dalla nascita della stessa; Giampiero Griffo, coordinatore del Comitato Tecnico-Scientifico dell’Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità; Annalisa Mandorino, segretaria generale di Cittadinanzattiva; Vanessa Pallucchi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore. (S.B.)

Per iscriversi all’incontro del 10 dicembre, accedere a questo link (verrà inviata una mail di conferma con il link di accesso). Per ogni ulteriore informazione e approfondimento: uildmcomunicazione@uildm.it (Alessandra Piva e Chiara Santato).

Stampa questo articolo