Il lavoro nobilita e mobilita

I metodi innovativi sviluppati a suo tempo da don Saverio Aquilano e un’occasione di riflessione sui nuovi bisogni delle persone con fragilità o con disabilità in seguito all’emergenza Covid: saranno questi i temi del convegno “Il lavoro nobilita e mobilita. Intuizioni del passato e visioni di oggi nel decimo anniversario dalla scomparsa di Don Saverio Aquilano”, promosso per domani, 10 dicembre, a Bologna dalla Fondazione OPIMM, antica organizzazione che sotto la guida di don Saverio Aquilano estese negli Anni Sessanta la propria offerta formativa alle persone con disabilità intellettive

Lavoratore con disabilità intellettiva«Un’occasione importante per ripercorrere la visione e i metodi innovativi sviluppati alla fine degli Anni Sessanta presso la nostra organizzazione da don Saverio Aquilano, oltreché per riflettere sui nuovi bisogni delle persone con fragilità o con disabilità in seguito all’emergenza Covid e sui possibili nuovi interventi»: sarà questo, domani, venerdì 10 dicembre a Bologna (Villa Pallavicini, ore 9-16.30) il convegno denominato Il lavoro nobilita e mobilita. Intuizioni del passato e visioni di oggi nel decimo anniversario dalla scomparsa di Don Saverio Aquilano, promosso dalla Fondazione OPIMM di Bologna, antica organizzazione del capoluogo emiliano, che a partire dal 1967, sotto la guida del sacerdote e ingegnere Saverio Aquilano, estese la propria offerta formativa alle persone con disabilità intellettiva, anticipando metodi e strumenti che sarebbero state negli anni successivi oggetto di significative riforme legislative.

Organizzato in collaborazione con la Scuola Centrale di Formazione, la Fondazione Gesù Divino Operaio e l’Associazione Amici di OPIMM, l’evento potrà contare anche sulla presenza di Matteo Lepore, sindaco di Bologna e del cardinale Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna, che parteciperanno alla cerimonia di intitolazione di un giardino di Villa Pallavicini a don Saverio Aquilano. (S.B.)

A questo link è disponibile il programma completo del convegno di domani, 10 dicembre, a Bologna (per partecipare al quale accedere a questo link). Per ogni ulteriore informazione: comunicazione@opimm.it.

Stampa questo articolo