Ha 8 anni, è il più giovane atleta FISDIR ed è già un piccolo campione del nuoto

«Il mio più grande sogno è arrivare sempre primo. Prometto che andrò sempre fortissimo!»: parole non infrequenti, da parte di uno sportivo, ma ancora più significative se dette da Antonio Giambalvo, che ha 8 anni, è tesserato con l’Associazione Il Sottomarino di Palermo, e negli ultimi cinque anni, ovvero dal suo primo esordio in piscina a soli 3 anni, ha già collezionato numerosi successi in varie discipline promosse dalla FISDIR Sicilia (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali), misurandosi sia con atleti più grandi, sia con atleti senza disabilità

Antonio Giambalvo

8 anni, Antonio Giambalvo, il più giovane atleta della FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali), è già un piccolo campione del nuoto

«Il mio più grande sogno è arrivare sempre primo. Prometto che andrò sempre fortissimo!»: parole non infrequenti, da parte di uno sportivo, ma dette da Antonio Giambalvo sono ancora più significative, considerando che a pronunciarle è un bimbo di 8 anni, tesserato con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Il Sottomarino di Palermo, che negli ultimi cinque anni, ovvero dal suo primo esordio in piscina a soli 3 anni, ha già collezionato numerosi successi in varie discipline promosse dalla FISDIR Sicilia (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali), misurandosi sia con atleti più grandi, sia con atleti senza disabilità. E alla recente Coppa Italia Promozionale FISDIR di Nuoto, Salvamento e Synchro, svoltasi a Lecce a fine novembre, non si è limitato – ovviamente – a conquistare il titolo di “Atleta più giovane impegnato in una gara nazionale”, giacché ha poi posto la propria firma sulla medaglia d’oro nella Staffetta 4×25 mista (insieme ad Alyosha Vacca, Vincenzo Preiano e Cristian Purpi), sulla medaglia d’argento nei 25 metri rana e su quella di bronzo nei 25 metri stile libero.

«Quello di Antonio, classe 2013, è un futuro tutto da costruire – dicono dalla FISDIR Sicilia -, ma che già fa sperare in risultati entusiasmanti. Parliamo infatti di un talento straordinario che sin dalle prime bracciate, a soli 3 anni, ha manifestato notevoli capacità sia da un punto di vista tecnico che nelle prestazioni in vasca, riuscendo a raggiungere diversi podi di specialità. Dopo la fase di pre-agonismo all’età di 6 anni, per Antonio è giunto il momento di iniziare a fare sul serio, partecipando, a soli 7 anni, alla sua prima gara di nuoto, dove ha conquistato una medaglia di bronzo nella staffetta, per poi vincerne altre d’argento e d’oro nelle batterie che lo vedevano protagonista».

«Antonio – aggiunge la mamma Katia – ha una grande passione per tutti gli sport, ma il nuoto è quello che ama di più. Da circa due mesi, inoltre, si dedica con impegno alla pallanuoto. È il più giovane atleta della FISDIR e sono molto orgogliosa dei suoi successi in gara. Lo vedo sempre molto entusiasta e motivato a dare il massimo e, da ex giocatrice di pallavolo, appoggerò sempre il suo entusiasmo e la sua voglia di vincere». (S.B.)

Per ogni altra informazione e approfondimento: Ufficio stampa FISDIR Sicilia (Sabrina Longi), sabrinaottavialongi1982@gmail.com.

Stampa questo articolo