L’azione volontaria, che può e deve essere utilizzata meglio

«Come i rapporti tra solidarietà e democrazia, azione volontaria e fraternità hanno contribuito a proporre soluzioni umane, inclusive e solidali: se ne occupa questo libro in un doppio dialogo, da una parte con i “pionieri”, dall’altra con chi oggi esprime in modi originali l’azione volontaria, mettendo a disposizione un’energia sociale che può e deve essere utilizzata meglio»: viene presentato così il libro “L’azione volontaria”, curato da Tiziano Vecchiato, che sarà al centro del nuovo incontro di approfondimento online, proposto per domani, 25 febbraio, dal Gruppo Solidarietà

Copertina del libro "L'azione volontaria"Come già segnalato nel mese scorso, l’organizzazione marchigiana Gruppo Solidarietà ha avviato quest’anno un ciclo di approfondimenti online su temi sociali, focalizzati sulla presentazione di altrettanti volumi. E nel pomeriggio di domani, venerdì 25 febbraio (ore 18), al centro del nuovo incontro vi sarà il libro L’azione volontaria. Dono, fraternità, bellezza sociale (il Mulino, 2021), curato da Tiziano Vecchiato, presidente della Fondazione Zancan di Padova, con il quale per l’occasione dialogherà Fabio Ragaini del Gruppo Solidarietà.

«Nella seconda metà del Novecento – spiega lo stesso Ragaini – un’originale riflessione sui rapporti tra solidarietà e democrazia, azione volontaria e fraternità per la costruzione di nuove forme sociali ha contribuito a proporre soluzioni umane, inclusive, solidali. L’azione volontaria ripercorre questa ricerca in un doppio dialogo, da una parte con i pionieri di questa corrente di pensiero, dall’altra con quanti oggi esprimono in modi originali l’azione volontaria stessa, mettendo a disposizione un’energia sociale che può e deve essere utilizzata meglio». (S.B.)

L’incontro del 25 febbraio si svolgerà su piattaforma Zoom (per iscriversi accedere a questo link). Per ulteriori informazioni: centrodoc@grusol.it.
A questo link, inoltre, è disponibile il video dell incontro promosso dal Gruppo Solidarietà il 28 gennaio scorso, centrato sul libro di Luca Fazzi Il maltrattamento dell’anziano in RSA. Analisi del fenomeno, strumenti per l’individuazione, strategie di prevenzione.

Stampa questo articolo