Un dialogo a più voci sull’intreccio tra sessualità, affettività e disabilità

«Affettività e sessualità sono due aspetti essenziali per il benessere della persona e destinati ad accompagnare le relazioni per tutta la vita. Ne rifletteremo durante l’incontro da noi promosso per il 14 febbraio»: così il Gruppo Donne della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) presenta l’incontro online intitolato “Dis is love”, organizzato per lunedì 14 febbraio, con l’obiettivo di dare vita a un dialogo a più voci sull’intreccio tra sessualità, affettività e disabilità

Ombra di un uomo con disabilità che tiene per mano l'ombra di una donna non disabile«Affettività e sessualità sono due aspetti essenziali per il benessere della persona e destinati ad accompagnare le relazioni per tutta la vita. Ne rifletteremo durante l’incontro da noi promosso per il 14 febbraio»: così il Gruppo Donne della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) presenta l’incontro online intitolato Dis is love, organizzato per il pomeriggio di lunedì 14 febbraio (ore 17), con l’obiettivo di dare vita a un dialogo a più voci sull’intreccio tra sessualità, affettività e disabilità.

Dopo i saluti istituzionali di Anna Mannara, coordinatrice del Gruppo Donne UILDM e consigliera nazionale dell’Associazione, e di Francesca Arcadu, altra componente del Gruppo Donne UILDM, moderati dalla stessa Anna Mannara interverranno Simone Gambirasio, giornalista ed esperto in comunicazione inclusiva, sul tema Scusa, non sei il mio tipo – Aspettative, stereotipi e tabù tra disabilità e affettività; Federica Pace, vicepresidente dell’Associazione Gli Equilibristi HIBM (Storia dei nostri corpi); Simone Riflesso, attivista per i diritti delle persone con disabilità e LGBTQ+ (Gli occhi addosso); Simona Spinoglio, dottoressa in psicologia e counselor (Fare l’amore con il limite); Simone Giangiacomi, vicepresidente della UILDM di Ancona (Progetto sessualità e affettività). (S.B.)

Per partecipare al webinar del 14 febbraio, è necessario iscriversi a questo link. Per ogni ulteriore informazione e approfondimento: uildmcomunicazione@uildm.it (Alessandra Piva e Chiara Santato).

Stampa questo articolo