Un nuovo Osservatorio, per aumentare la consapevolezza dei diritti sulla salute

Informare e tutelare il diritto alla salute, fornire sostegno psicologico e anche un servizio informativo legale per i più fragili: sono gli obiettivi del nuovo Osservatorio Salute, articolati tramite varie iniziative informative, formativa e di risposta, il tutto voluto da Medicina Democratica, dal Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione “Riccardo Massa” dell’Università Milano Bicocca e dall’Associazione InCerchio di Milano, con il sostegno dalla Fondazione di Comunità Milano

Logo dell'Osservatorio SaluteRaccogliendo e ampliando l’eredità di un’esperienza precedentemente realizzato con l’Osservatorio Coronavirus, è attivo dall’inizio di quest’anno l’Osservatorio Salute, iniziativa voluta da Medicina Democratica, dal Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione “Riccardo Massa” dell’Università Milano Bicocca e dall’Associazione InCerchio di Milano, con il sostegno dalla Fondazione di Comunità Milano.

Come spiegano i promotori, «sono tre gli obiettivi principali: informare e tutelare il diritto alla salute, fornire sostegno psicologico e un servizio informativo legale per i più fragili». «In particolare – sottolinea Vittorio Agnoletto, medico di Medicina Democratica – vogliamo migliorare la conoscenza da parte dei cittadini e delle cittadine del funzionamento del servizio sanitario e dei servizi sociali, aumentando così la consapevolezza dei propri diritti nel campo della tutela della salute». Il nuovo Osservatorio, infatti, svolge attività di informazione, formazione e campagne di sensibilizzazione, con specifici servizi di supporto, tramite contatti di posta elettronica, social, webinar e corsi formativi.

Accanto all’informazione, poi, vi è il supporto psicologico individuale – a beneficio di persone fragili o vulnerabili – e un altro di comunità (quindi di secondo livello), in alcune aree del territorio milanese.
L’Osservatorio è forte dell’esperienza maturata dagli operatori del Laboratorio He.Co.Psy., presso il Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione dell’Università Milano Bicocca. «Non vogliamo solo prestare servizi – precisa in tal senso Guido Veronese, docente di Psicologia Clinica e di Comunità nell’Ateneo milanese – ma mobilitare quelle risorse che si sono sviluppate durante la pandemia, come avvenuto con le “brigate di solidarietà” o con l’esperienza della rete RiMake».

Come detto, infine, il terzo tassello del progetto è quello relativo al supporto giuridico e legale, fornendo anche un servizio informativo a persone con disabilità e anziani fragili, nonché ai  loro familiari. In quest’ultimo spazio il lavoro sarà affidato all’Associazione InCerchio, come spiega colei che la dirige, la giurista Daniela Piglia: «Ci rivolgiamo ai fragili tra i fragili – afferma – e nel progetto garantiremo un servizio informativo legale a proposito di amministrazione di sostegno, iter di accertamento dell’invalidità civile, disabilità e handicap, benefìci economici e agevolazioni connesse, inserimenti lavorativi mirati, agevolazioni sul lavoro e fiscali».

In tale quadro, ha preso il via già il 18 febbraio, nel corso della trasmissione 37e2 di Radio Popolare, l’iniziativa Norme e procedure per l’invalidità civile e i diritti connessi, spazio informativo in onda ogni venerdì per tre settimane, durante il quale, con la partecipazione della stessa Daniela Piglia, si affronta una serie di temi legati all’invalidità civile, oltreché al collocamento mirato delle persone fragili. (S.B.)

Per contattare il progetto dell’Osservatorio Salute o avere informazioni: 37e2@radiopopolare.it o legale@associazioneincerchio.com. Per richiedere sostegno psicologico: emergenzapsicologicacovid19@unimib.it. I canali social dell’Osservatorio Salute sono: Facebook: @osservatoriosalutecoronavirus; Instagram: osservatoriosalutecoronavirus; Twitter: @OsservatorioCo2; Social.Network: OsservatorioSaluteCoronavirus. Per ricevere comunicazioni: Canale Telegram “Osservatorio Salute & Coronavirus” (qui il link di invito).

Stampa questo articolo