“DescriVedendo Stories”, per persone “ad alta immaginazione”

Progetto dell’ANS (Associazione Nazionale Subvedenti) di cui ci siamo già ampiamente occupati sulle nostre pagine, vero e proprio “ponte” fra persone con disabilità visiva e normovedenti, “DescriVedendo” inaugurerà domani, 25 febbraio, alla Biblioteca Sicilia di Milano, il nuovo ciclo di eventi “DescriVedendo Stories”, ovvero “Vedere l’arte attraverso le parole”, «un’iniziativa – come viene presentata – che aiuterà ciascuno a rimanere una persona “ad alta immaginazione”, in un mondo sempre più dominato da immagini ad alta definizione»

ANS, progetto "DescriVedendo"

L’immagine-simbolo del nuovo ciclo di eventi proposto nell’àmbito del progetto “DescriVedendo”

Progetto dell’ANS (Associazione Nazionale Subvedenti) di cui ci siamo già ampiamente occupati sulle nostre pagine, iniziativa presente nei maggiori musei milanesi e lombardi, ma anche a Napoli, vero e proprio “ponte” fra persone con disabilità visiva e normovedenti, DescriVedendo inaugurerà nel pomeriggio di domani, venerdì 25 febbraio (ore 17.45), presso la Biblioteca Sicilia di Milano (Via Sacco, 14), un nuovo ciclo di eventi denominato DescriVedendo Stories, ovvero Vedere l’arte attraverso le parole, che viene presentato così dalla stessa ANS: «Grazie a DescriVedendo abbiamo raccontato le opere d’arte attraverso le nostre descrizioni per aiutare tutti coloro che hanno una fragilità visiva a immaginarle, a vederle con gli occhi della mente. Desideriamo quindi diffondere il più possibile questo messaggio e regalare a tutti le “parole giuste” che riescano a far immaginare ad occhi chiusi altre opere d’arte. Nasce così DescriVedendo Stories, per aiutare ciascuno a rimanere una persona “ad alta immaginazione”, in un mondo sempre più dominato da immagini ad alta definizione. Un’immagine, infatti, può valere più di mille parole, ma mille parole possono aiutare a vedere meglio un’immagine».
«Partecipando quindi a queste iniziative – concludono dall’Associazione – si potranno chiudere gli occhi e lasciarsi portare dalle nostre parole dentro un famoso dipinto, scoprendo, attraverso una storia, particolari che spesso sfuggono allo sguardo e trovando in un’opera d’arte tratti illuminanti, per una volta anche senza avere bisogno della luce». (S.B.)

La partecipazione all’incontro di domani, 25 febbraio, sarà a ingresso libero, ma con prenotazione obbligatoria (scrivendo a c.bibliosicilia@comune.milano.it). Se ne potrà per altro anche fruire tramite la pagina Facebook della Biblioteca Sicilia di Milano (a questo link). Per ogni ulteriore informazione: Rosa Garofalo (rosa.garofalo@descrivedendo.it).

Stampa questo articolo