Le persone con la SLA e i loro familiari: ricordi e testimonianze sulla pandemia

In occasione della Giornata Mondiale delle Malattie Rare del 28 febbraio, l’AISLA di Firenze organizzerà una tavola rotonda dedicata al mondo della SLA (sclerosi laterale amiotorofica), cui parteciperanno alcuni professionisti che lavorano a contatto con la comunità dell’Associazione stessa. «Con loro – spiegano da quest’ultima – racconteremo le difficoltà delle persone con la SLA e dei loro familiari durante la pandemia, ma anche le relazioni umane formatesi tra di noi e i progetti portati avanti insieme, per non fare mai mancare l’assistenza e il sostegno a chi ne ha avuto bisogno»

Locandina dell'incontro dell'AISLA di Firenze del 28 febbraio 2022In occasione della Giornata Mondiale delle Malattie Rare del prossimo 28 febbraio, di cui riferiamo ampiamente in altre parti del giornale, l’AISLA di Firenze (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica) organizzerà nel pomeriggio (ore 18-19) la tavola rotonda denominata Il mondo della SLA dopo 2 anni di pandemia, dedicata al mondo della SLA, cui parteciperanno alcuni dei tanti professionisti che lavorano ogni giorno a contatto con la comunità dell’Associazione stessa. «Insieme a loro – spiegano da quest’ultima – racconteremo le difficoltà vissute dalle persone con SLA e dai loro familiari durante la pandemia e le tante criticità. Ma non è tutto: parleremo infatti anche delle relazioni umane che si sono formate tra di noi e dei progetti portati avanti insieme, per non fare mai mancare l’assistenza e il sostegno a chi ne ha avuto bisogno».

«Stiamo inoltre raccogliendo – aggiungono dall’AISLA fiorentina – testimonianze di ricordi legati a questi due anni così duri e difficili. Durante l’incontro ne leggeremo alcuni e per l’occasione Daniela Benemei, psicologa clinica e psicoterapeuta, nostra collaboratrice,  annuncerà il nostro prossimo progetto di medicina narrativa, basato proprio sui ricordi di ognuno di noi, per non dimenticare chi non c’è più, chi si è unito al nostro cammino e tutte le difficoltà che abbiamo dovuto affrontare, cercando sempre di rimanere al fianco delle famiglie che a noi fanno riferimento».

Alla tavola rotonda, dunque, moderati da Barbara Gonella, presidente dell’AISLA di Firenze, interverranno Sabrina Matà, neurologa della Struttura Operativa Complessa di Neurologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi di Firenze, componente del Team SLA; Alessandra Borgheresi, neurologa della Struttura Operativa Complessa di Neurologia dell’Ospedale San Giovanni di Dio di Firenze; la già citata Daniela Benemei; Giorgio Solazzi, presidente dello Studio Associato Fisiostandard, collaboratore dell’AISLA di Firenze. (S.B.)

La tavola rotonda del 28 febbraio verrà diffusa in diretta sulla pagina Facebook dell’AISLA di Firenze. Per ogni ulteriore informazione: Ufficio Stampa AISLA Firenze (Lorenzo Somigli), comunicazione@aislafirenze.it.

Stampa questo articolo