La cagnolina ADA continua a spiegare la SMA e a promuovere l’inclusione

“Sbulloniamoci: una storia di ordinaria amicizia”: è questo il titolo della seconda edizione del concorso per giovani fumettisti lanciato nell’àmbito del progetto educativo “La SMAgliante Ada”, e che tratta i temi del bullismo e del valore dell’amicizia, iniziativa rivolta alle classi quarte e quinte della scuola primaria e alla prima media. Ada è l’ormai ben nota travolgente cagnolina che sfreccia con la sua carrozzina elettrica rosso fuoco per raccontare cosa significhi vivere con l’atrofia muscolare spinale (SMA). Chi vorrà partecipare dovrà consegnare gli elaborati entro il 27 maggio

SMAgliante cagnolina ADA davanti alle scale della sua scuola

La SMAgliante cagnolina ADA davanti alle scale della sua scuola

Sbulloniamoci: una storia di ordinaria amicizia: è il titolo della seconda edizione del concorso aperto anocra per un mese, ed esattamente fino al 27 maggio prossimo, dedicato a tutti i bambini e bambine delle classi quarte e quinte della scuola primaria, nonché ai ragazzi e ragazze della prima media. Si tratta, in sostanza, del ritorno del Comic Contest lanciato nell’àmbito del progetto educativo La SMAgliante Ada, già ampiamente presentato a suo tempo su queste pagine.

Ada, ricordiamo, è la travolgente cagnolina che sfreccia con la sua carrozzina elettrica rosso fuoco, per raccontare cosa significa vivere con la SMA, l’atrofia muscolare spinale. Partendo dalla sua esperienza, i ragazzi e le ragazze potranno cimentarsi nel progetto didattico basato su temi che, oggi più che mai, rappresentano una vera e propria sfida educativa per costruire il futuro della nostra società. Temi per diventare grandi, come quello di dover imparare il valore dell’amicizia e il coraggio di fare i conti con il fenomeno del bullismo e della prevaricazione fra pari. Sfide affrontate con quella leggera consapevolezza che solo i più piccoli, se ben guidati, sanno avere.

Ed è appunto ai ragazzi e alle ragazze che la piccola Ada lancia di nuovo l’invito ad andare oltre la paura della prepotenza e a ritrovare il coraggio di riscrivere le regole del gioco: «Ragazzi, i miei amici ed io abbiamo bisogno del vostro aiuto. Abbiamo a che fare con dei compagni che si comportano da bulli e stiamo cercando il modo migliore per risolvere insieme questa situazione. L’avventura è iniziata, ma abbiamo bisogno del vostro talento per portarla a termine! Da soli o con i vostri amici, abbiamo tempo fino al 27 maggio. Divertitevi disegnando e, soprattutto, date spazio alla vostra super fantasia! Non vedo l’ora di leggere i vostri fumetti!».

Pensato dall’Associazione Famiglie SMA e dai Centri Clinici NEMO (NeuroMuscular Omnicentre), con Roche Italia, il progetto è nato due anni fa, proprio per spiegare, con il linguaggio semplice del fumetto, concetti complessi come l’inclusione sociale di persone con patologia neuromuscolare, la valorizzazione e il rispetto dell’unicità di ciascuno, il coraggio di conoscere e di conoscersi per dare valore a ciò che si è, fino alla capacità di trasformare il proprio limite in risorsa.
Per partecipare al concorso, gli insegnanti o i genitori possono scaricarne il kit nel sito dedicato, ove sono presenti il regolamento, i materiali per la storia da completare e il modulo di partecipazione da compilare e inviare con gli elaborati (prodotti in formato pdf/png/jpg), all’indirizzo info@lasmaglianteada.it, entro le ore 13 del 27 maggio, come detto.
La storia vincitrice sarà premiata entrando a far parte dei racconti del Volume 3 del fumetto, in uscita nel prossimo mese di settembre, come è avvenuto per la scorsa edizione che ha premiato il lavoro della Scuola Don Milani di Cesena, tra gli oltre sessanta raccolti.

Ma c’è di più. Anche quest’anno il progetto è supportato da un laboratorio educativo aperto a tutte le scuole, che vede come focus proprio il tema del bullismo nelle sue molteplici sfaccettature. Un kit didattico, elaborato dal team di disegnatori e sceneggiatori di Ada, insieme agli esperti di Famiglie SMA e dei Centri NEMO, accompagna infatti il Volume 2 del fumetto ed è a disposizione degli insegnanti. Le scuole interessate ad aderire al progetto didattico possono scaricare i materiali e richiedere gratuitamente i primi due volumi del fumetto, all’interno  della sezione dedicata nel già citato sito del progetto.
E proprio in un momento storico in cui i messaggi di paura e violenza riempiono i sogni dei bambini e delle bambine, la SMAgliante Ada invita grandi e piccoli a sperimentarsi nel cercare strade nuove per imparare a vivere con gli altri. Con creatività, talento, consapevolezza e con quel peso della leggerezza che rende ogni cosa generativa. (Simona Lancioni)

Per ogni ulteriore informazione e approfondimento: gdgpress@gmail.com (Michela Rossetti); martina.barazzutti@secnewgate.it (Martina Barazzutti).
Il presente contributo è già apparso nel sito di Informare un’H-Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli di Peccioli (Pisa) e viene qui ripreso – con alcune modifiche dovute al diverso contenitore – per gentile concessione.

Stampa questo articolo