È tempo di promuovere la passione per la verità e per l’inclusione

E bene si muove ancora una volta in questa direzione l’Università di Padova, promuovendo in parallelo due corsi di alta formazione, il primo dei quali, già ben collaudato lo scorso anno, si rivolge a giornalisti, giornaliste e operatori dell’informazione in genere, sul tema “Raccontare la verità: come informare promuovendo una società inclusiva”, mentre l’altro (“Alfabetizzazione digitale a scuola: promuovere la passione per la verità e l’inclusione”) guarda al mondo della scuola. Per entrambe le iniziative, che si apriranno in maggio, il termine per le preiscrizioni è quello del 14 aprile

Roma, Bocca della Verità

La Bocca della Verità, murata nella parete del pronao della Chiesa di Santa Maria in Cosmedin a Roma

«Quanto male fa la cattiva informazione anche alle persone con disabilità!»: era partendo da questo concetto che lo scorso anno avevamo parlato dell’ottima iniziativa promossa dall’Università di Padova, vale a dire il corso di alta formazione denominato Raccontare la verità: come informare promuovendo una società inclusiva ed è un concetto che ancora riprendiamo pienamente, segnalando la seconda edizione di tale corso, rivolta sempre a giornalisti e giornaliste, nonché a chiunque operi nell’àmbito dell’informazione e della comunicazione, allo scopo «di stimolare un pensiero critico in grado di esaminare i fenomeni complessi che compongono l’ecosistema dell’informazione e della comunicazione, inserito in un macrocosmo sociale, politico, economico e culturale che può favorire disuguaglianze e vulnerabilità».
Segnalando che il termine per la preiscrizione è quello del 14 aprile, dopo la proroga del termine previsto inizialmente per il 7 aprile, e che la cerimonia di apertura del corso è in programma per il 5 maggio, ricordiamo che quest’ultimo è organizzato nello specifico dal FISPPA (Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia, e Psicologia Applicata) dell’Università di Padova, insieme alla FNSI (Federazione Nazionale della Stampa Italiana), ai Sindacato Giornalisti del Veneto e del Trentino Alto Adige, nonché all’Associazione Articolo 21, in collaborazione con il Centro di Ateneo Diritti Umani Antonio Papisca dell’Università di Padova e con l’adesione dell’Ordine Nazionale e Veneto dei Giornalisti.

Ma la costante attività dell’Università di Padova per diffondere la cultura dell’inclusione non si ferma qui, se è vero che in parallelo si guarda anche al mondo della scuola, rivolgendosi questa volta a insegnanti, educatori ed educatrici, nonché a tutto il personale scolastico, con la prima edizione dell’altro corso di alta formazione sul tema Alfabetizzazione digitale a scuola: promuovere la passione per la verità e l’inclusione.
Ad organizzarlo sono sempre il FISPPA, la FNSI, il Sindacato Giornalisti del Veneto, l’Associazione Articolo 21 e il Centro di Ateneo Diritti Umani Antonio Papisca, questa volta in collaborazione con l’Istituto comprensivo n. 2 di Bassano del Grappa (Vicenza), e la SIO (Società Italiana Orientamento). Pure in questo caso le preiscrizioni sono aperte fino al 7 aprile e l’evento di apertura ci sarà il 5 maggio. (S.B.)

Per ogni ulteriore informazione e approfondimento:  Carla Tonin (carla.tonin@unipd.it); Laura Nota (laura.nota@unipd.it).

Stampa questo articolo