“Mai più soli!”: la Conferenza Regionale per la Salute Mentale della Calabria

“Mai più soli!”: è con questa certezza che una serie di reti associative (CASM, Comunità Competente, Comunità Progetto Sud, CNCA Calabria, FISH Calabria e UNASAM) si sono ritrovate insieme, con il sostegno della propria Regione e del Forum del Terzo Settore Calabria, per avviare un nuovo percorso di tutela e promozione della salute mentale, che si sostanzierà il 4 aprile nella Prima Conferenza Regionale per la Salute Mentale della Calabria

Rappresentazione grafica dedicata alla salute mentale

Una rappresentazione grafica dedicata alla salute mentale

«Mai più soli!: è con questa certezza che una serie di reti associative della Calabria si sono ritrovate insieme per avviare un nuovo percorso di tutela e promozione della salute mentale, che ha trovato nel Presidente della Regione Calabria e Commissario alla Sanità Roberto Occhiuto e nel suo staff un’immediata, aperta e ricettiva interlocuzione. Questa Conferenza sarà dunque la tappa iniziale di un percorso promosso da reti associative che rappresentano utenti, familiari e volontari interessati dalle problematiche della malattia mentale e/o delle dipendenze, un percorso che mira ad avviare un confronto con tutte le Istituzioni locali, sanitarie, scientifiche, giudiziarie e scolastiche, con le quali costruire una rinnovata fase di co-programmazione e co-progettazione, per disegnare insieme un Piano Strategico Regionale per la salute mentale e di contrasto alle dipendenze in ogni fase della vita. Un cammino lungo e complesso che intendiamo sollecitare e sostenere con tutte le forze in un‘ottica di corresponsabilità su obiettivi condivisi, ovvero perché nessuno rimanga insensibile alla richiesta di aiuto che arriva dalle famiglie e dagli utenti in condizioni di solitudine e abbandono; perché nessuno rimanga sordo al grido di allarme che arriva dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e dalle Società Scientifiche che stimano trend di crescita sempre più preoccupanti in termini di casi, di mortalità e di costi economici e sociali; perché nessuno rimanga indifferente di fronte all’urgente necessità di rafforzare la governance dei servizi di prevenzione, cura e riabilitazione dei Dipartimenti di Salute Mentale e delle Dipendenze, sempre più depauperati di risorse umane; perché tutti si sentano finalmente e pienamente impegnati e coinvolti nel ridare centralità ai bisogni delle persone: ammalati, familiari, volontari e operatori sanitari».
Così Rosaria Brancati, presidente del CASM (Coordinamento delle Associazioni di Salute Mentale), presenta la Prima Conferenza Regionale per la Salute Mentale della Calabria, in programma per la mattinata di lunedì 4 aprile, presso la Sala Verde della Cittadella Regionale di Catanzaro, promossa dallo stesso CASM, insieme a Comunità Competente, Comunità Progetto Sud, CNCA Calabria (Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza), FISH Calabria (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e UNASAM (Unione Nazionale delle Associazioni per la Salute Mentale), con il pieno sostegno del Forum del Terzo Settore Calabria. (S.B.)

A questo link è disponibile il programma completo della Conferenza del 4 aprile. Per ogni ulteriore informazione: Segreteria Organizzativa (coordinatrice: Nunzia Coppedé), fishcalabria@gmail.com; calabria@forumterzosettore.it.

Stampa questo articolo