L’inclusione lavorativa: esperienze innovative e prospettive future

«Le recenti Linee Guida in materia di collocamento mirato si sono sommate ad altri provvedimenti che nei mesi scorsi hanno a vario titolo introdotto misure a favore dei lavoratori con disabilità e con DSA. Di tutto ciò si parlerà in questo incontro, ma anche e soprattutto dell’importanza che può avere il lavoro delle persone con disabilità e DSA, oltreché per i lavoratori, anche per le aziende e per la società tutta»: viene presentato così il convegno “L’inclusione nel mondo del lavoro. Esperienze innovative e prospettive future”, promosso per il 2 maggio dall’Università Statale di Milano

Lavoratrice con sclerosi multipla

Una lavoratrice con sclerosi multipla

In stretta continuità con la Festa Internazionale dei Lavoratori del Primo Maggio, l’Università Statale di Milano organizzerà il giorno successivo, 2 maggio, un incontro di riflessione su un tema “caldo” come quello dell’inclusione lavorativa, recentemente al centro di numerosi interventi da parte del Legislatore e del Governo. Titolo: L’inclusione nel mondo del lavoro. Esperienze innovative e prospettive future.
«Le Linee Guida in materia di collocamento mirato delle persone con disabilità – sottolinea in tal senso Giuseppe Arconzo, associato di Diritto Costituzionale e delegato del Rettore per la Disabilità e i DSA nell’Università Statale di Milano, oltreché uno degli organizzatori del convegno – si sono fatte attendere da ben sette anni e sono state finalmente adottate nello scorso mese di marzo, sommandosi a una serie di provvedimenti che nei mesi scorsi hanno a vario titolo introdotto diverse misure a favore dei lavoratori con disabilità e con DSA (disturbi specifici dell’apptrendimento). Il convegno del 2 maggio, tuttavia, non sarà soltanto l’occasione di fare il punto sulle novità giuridiche introdotte di recente, se è vero che le relazioni previste si propongono di evidenziare soprattutto l’importanza che può avere il lavoro delle persone con disabilità e DSA, oltreché per i lavoratori, anche per le aziende e per la società tutta».

Partendo dunque da questa prospettiva, parteciperanno all’incontro anche alcuni imprenditori e professionisti che hanno fatto dell’inclusione lavorativa delle persone con disabilità e con DSA il loro punto di forza.
Rimandando Lettori e Lettrici al programma completo (a questo link), segnaliamo tra gli altri interventi quelli del senatore Eugenio Comincini, dei docenti dell’Ateneo milanese Gianluigi Gatta, Marilisa D’Amico, Silvia Angeloni, Francesca Marinelli e dello stesso Giuseppe Arconzo, degli imprenditori Nico Acampora, Davide Macchi e Alex Toselli, nonché dell’avvocato Antonio Caterino.
Il convegno si svolgerà presso l’Aula Magna della Statale di Milano (ore 9-13.30), ma sarà diffuso anche online (via Teams). (S.B.)

Per iscriversi al convegno del 2 maggio (organizzato da Marilisa D’Amico, Giuseppe Arconzo, Luisa Zaniboni e Andrea Pastori), scrivere a eventi.diritti@unimi.it.

Stampa questo articolo