Si proietta in Toscana il film “Un giorno la notte”

«Opera che apre gli occhi!», come è stato scritto a suo tempo, “Un giorno la notte” è un film che ha al centro la vita del ventenne Sainey, arrivato in Italia da un Paese africano, con la speranza di trovare una soluzione per la retinite pigmentosa di cui soffre e che sa reagire anche contro le difficoltà più grandi. Prezioso anche dal punto di vista didattico ed educativo, “Un giorno la notte” verrà proiettato il 28 aprile a Cecina (Livorno), a cura dell’AVI Cecina (Associazione Vita Indipendente Bassa Val di Cecina), dapprima per le scuole e successivamente in un cinema della città

Sainey Fatty

Sainey Fatty, protagonista del film “Un giorno la notte”

Già al centro di numerose proiezioni in Emilia Romagna, anche nelle scuole, come abbiamo di volta in volta riferito sulle nostre pagine (a questo link sono elencati anche i vari contributi nella colonnina a destra del testo), arriverà la settimana prossima in Toscana il film Un giorno la notte di Michele Aiello e Michele Cattani, con l’autonarrazione visiva di Sainey Fatty, opera prodotta da ZaLab Film, vincitrice del Premio Giuseppe Folchi come miglior documentario del 2021. Accadrà nella serata di giovedì 28 aprile (ore 21) al Cinema Multisala Tirreno di Cecina, in provincia di Livorno, a cura dell’AVI Cecina, l’Associazione Vita Indipendente Bassa Val di Cecina.
Nella mattinata dello stesso giorno, inoltre, è prevista anche una proiezione per le scuole superiori di secondo grado, con un dibattito cui parteciperanno Vincenza Zagaria, che presiede la stessa AVI Cecina, oltre a rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) e dell’istituzione scolastica, per dare vita a una serie di riflessioni sulla disabilità oltre ogni stereotipo e pregiudizio.

Un giorno la notte è un prezioso film biografico, «un’opera che “apre gli occhi!”», come è stato scritto, e che ha al centro la vita del ventenne Sainey, arrivato in Italia dal Paese africano del Gambia, con la speranza di trovare una soluzione per la retinite pigmentosa di cui soffre. Dopo avere scoperto che nemmeno nel nostro Paese esiste ancora una cura, cerca di imparare più cose possibili per prepararsi alla cecità, ma in questo viaggio verso l’oscurità, incontra un nuovo amico e scopre la passione per un nuovo sport, il baseball. Decide così di filmare la sua storia in prima persona e di mostrare al mondo che bisogna reagire anche contro le difficoltà più grandi, finendo con il coinvolgere lo spettatore in un turbinio di relazioni umane, moti d’animo e conquiste silenziose. (S.B.)

A questo link è disponibile il trailer di Un giorno la notte. Per ogni ulteriore informazione e approfondimento: avicecina@gmail.com.

Stampa questo articolo