Tornare ad incontrarsi dopo due anni, all’insegna dello sport

«Ritrovarsi con i nostri soci e le loro famiglie dopo due anni in cui non è stato possibile e farlo all’insegna dello sport, un buon punto di ripartenza che coinvolge e interessa le persone di ogni età»: a dirlo è Chiara Tirelli, presidente dell’UICI di Reggio Emilia, presentando l’evento “Una domenica insieme, per fare luce sugli sport al buio!”, aperto a tutta la cittadinanza e organizzato per l’8 maggio in collaborazione con l’Istituto Regionale Garibaldi per i Ciechi, con l’Associazione GAST, con All inclusive Sport e con il Comitato di Reggio Emilia della Croce Rossa Italiana

Partita di showdown

Una partita di showdown, sorta di risposta “non vedente” al tennis tavolo

Una domenica insieme, per fare luce sugli sport al buio!: è questo il bel titolo scelto dall’UICI di Reggio Emilia (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), per l’evento aperto a tutta la cittadinanza, promosso per dopodomani, domenica 8 maggio presso l’Istituto Regionale Garibaldi per i Ciechi (Via Franchetti, 7 Reggio Emilia), in collaborazione con la struttura ospitante, oltreché con la locale Associazione GAST, che sostiene l’attività motoria e sportiva come mezzo educativo e di sviluppo di competenze e di rapporti sociali, con All inclusive Sport e con il Comitato di Reggio Emilia della Croce Rossa Italiana.

Dopo i saluti della prima mattinata, dunque, e la presentazione dell’iniziativa da parte delle realtà istituzionali e associative coinvolte, sono previste dimostrazioni di alcuni sport che anche le persone con disabilità visiva possono praticare, a partire dallo showdown, sorta di “risposta non vedente” all’air hockey o al tennis tavolo.
Sempre nel corso della mattinata, i volontari della Croce Rossa saranno presenti con un’ambulanza, per mostrare le caratteristiche del mezzo di soccorso e intrattenere bimbi, ragazzi e adulti, leggendo e raccontando alcune storie sulla realtà e i valori di questo importante servizio.
Seguirà un pranzo conviviale, e successivamente, nel primo pomeriggio, una camminata per le vie del centro storico di Reggio, con partenza e arrivo nel cortile dell’Istituto Garibaldi.

«Scopo dell’evento – spiega Chiara Tirelli, presidente dell’UICI reggiana – è soprattutto ritrovarsi con i nostri soci e le loro famiglie dopo due anni in cui non è stato possibile incontrarsi né organizzare iniziative di gruppo. A tal proposito abbiamo scelto il tema dello sport, perché ci è sembrato un buon punto di ripartenza che coinvolge e interessa le persone di ogni età. Le attività sportive che verranno presentate al mattino e la camminata del pomeriggio saranno infatti un valido esempio di come anche una persona  non vedente o ipovedente possa praticare alcune discipline sportive e vivere attivamente la propria giornata. Lo sport, del resto, favorisce benessere e socialità e il suo messaggio è sempre positivo. Ringrazio dunque le Associazioni e gli Enti che, anche in questa occasione, ci hanno seguito e appoggiato con grande spirito di collaborazione». (S.B.)

Per ogni ulteriore informazione e approfondimenti: Marzia Mecozzi (m.mecozzi@audiotre.com); uicre@uici.it.

Stampa questo articolo