Innovazione digitale a favore dell’inclusione

Si terrà dopodomani, 14 maggio, presso l’Università di Vicenza, e verrà anche diffuso in diretta streaming, il convegno “Innovazione digitale a favore dell’inclusione”, organizzato dalla Cooperativa Margherita di Sandrigo (Vicenza), con la collaborazione e la supervisione scientifica di docenti dell’Università di Padova e del Politecnico di Milano, in ideale continuità con il progetto europeo “Mind Inclusion 2.0”, avviato già da alcuni anni per sostenere le persone con disabilità, i caregiver e i professionisti dei servizi socio-educativo-sanitari nella creazione di comunità più inclusive

Utilizzo di tecnologie avanzate da parte di una persona in carrozzina

Utilizzo di tecnologie avanzate da parte di una persona in carrozzina

Si terrà dopodomani, sabato 14 maggio, presso gli spazi dell’Università di Vicenza (Viale Margherita, 87, ore 9) e verrà anche diffuso in diretta streaming, il convegno denominato Innovazione digitale a favore dell’inclusione, organizzato dalla Cooperativa Margherita di Sandrigo (Vicenza), con la collaborazione e la supervisione scientifica di Simone Visentin, docente del FISPPA (Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia, e Psicologia Applicata) dell’Università di Padova e di Elena Giunta, docente della Design School del Politecnico di Milano.

«A continuazione del progetto europeo Mind Inclusion 2.0 – spiegano dalla Cooperativa Margherita – abbiamo pensato di ideare un convegno sui medesimi temi dello stesso, da intendere quale opportunità formativa e di co-progettazione, per pensare in senso comunitario a nuovi strumenti e scenari inclusivi».
Premiato lo scorso anno dall’Università di Macerata, come avevamo riferito anche sulle nostre pagine (Premio Inclusione 3.0), Mind Inclusion 2.0, iniziativa avviata nel 2018, punta a sostenere le persone con disabilità, i caregiver e i professionisti dei servizi socio-educativo-sanitari nella creazione di comunità più inclusive, attraverso la coprogettazione di una nuova metodologia di lavoro basata sull’utilizzo di una app per smartphone. «Intendiamo dunque dare continuità a tale progetto – sottolineano ancora da Margherita – informando e formando diversi attori sui temi dell’innovazione e dell’inclusione, presentando progettualità innovative riguardanti l’utilizzo della tecnologia. Nel corso della giornata verranno anche condivisi nuovi strumenti per leggere la realtà, nella quale le innovazioni tecnologiche possono avere la preziosa funzione di migliorare la capacità inclusiva dei territori».

Patrocinato dall’AULSS 8 Veneto, dal Comune di Vicenza, da Federsolidarietà, dal CNCA (Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza), da Produzioni dal Basso, dalla Rete Immaginabili Risorse e da Studio Shift, l’incontro si realizzerà nel quadro della quindicesima edizione di Margherita in Festa, rassegna promossa sin dal 2007 nel territorio del Vicentino dalla Cooperativa Margherita, con l’obiettivo di creare occasioni di approfondimento culturale, relazione, confronto e partecipazione. L’edizione di quest’anno ha come titolo Il possibile è di casa e, attraverso un ricco calendario di eventi, continuerà i ragionamenti iniziati nell’edizione precedente sulla parola “casa”, esplorandola anche come modo di “abitare territori” con responsabilità, generando valore al e benessere per tutti al loro interno. (S.B.)

A questo link è disponibile il programma completo dell’incontro del 14 maggio. Per ogni ulteriore informazione: Ufficio Stampa Cooperativa Margherita (Daria Maule), daria.maule@cooperativamargherita.org.

Stampa questo articolo