Videogiochi senza usare gli occhi? Si può!

Sarà una bella dimostrazione di come anche il mondo dei videogiochi possa diventare sempre più inclusivo, l’evento “#PlayBeyondLimits” (“Giocare oltre i limiti”) che il 20 maggio a Torino vedrà sedici giocatori, tra persone ipovedenti, non vedenti e vedenti, sfidarsi utilizzando esclusivamente le vibrazioni del cellulare e l’audio 3D spazializzato in cuffia, affrontando poi una sfida finale da bendati, in un gioco grafico in cui la vista non sarà più necessaria. Il tutto grazie a una collaborazione tra la startup “Novis Games”, l’UICI Piemonte e OGR Tech

Videogioco al buio

Videogiocare al buio

Un torneo di “videogiochi” cui sarà possibile misurarsi senza usare gli occhi! Vi prenderanno parte nel pomeriggio del 20 maggio a Torino (presso la sede di OGR Tech, Corso Castelfidardo, 22, ore 16), durante l’evento denominato #PlayBeyondLimits (letteralmente “Giocare oltre i limiti”), sedici giocatori selezionati tra persone ipovedenti, non vedenti e vedenti, che si sfideranno utilizzando esclusivamente le vibrazioni del cellulare e l’audio 3D spazializzato in cuffia, per poi affrontare una sfida finale da bendati, cimentandosi in un gioco grafico in cui la vista non sarà più necessaria.

L’iniziativa è nata da una collaborazione tra Novis Games – startup torinese che ha sviluppato appunto la prima piattaforma di gioco accessibile a persone ipovedenti e non vedenti, donde il nome di Novis Gamers a coloro che parteciperanno il 20 maggio – l’UICI Piemonte (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) e OGR Tech, che ospita la stessa startup Novis Game nell’àmbito del programma di accelerazione Quickload.
«Il 20 maggio – sottolineano dall’UICI Piemonte – non sarà la “solita” conferenza sul mondo dell’innovazione e dei videogiochi, ma con #PlayBeyondLimits si darà vita a un momento di confronto, di sfida e di ascolto, volto ad instaurare una nuova collaborazione tra due mondi che per troppo tempo sono rimasti separati, quello degli audiogiochi e quello dei videogiochi ovvero tra udito e vista. Il principale obiettivo dell’evento è raccontare per altro come il gioco sia uno strumento di inclusione per tutti, dimostrando che anche il mondo dei videogiochi può diventare un universo sempre più inclusivo».

In presenza potranno partecipare fino a un massimo di cinquanta persone, tra le quali verranno selezionati i sedici giocatori che si sfideranno in quattro diverse partite, ove i veri priotagonisti, come detto, saranno i suoni e le vibrazioni. (S.B.)

Per potersi candidare e partecipare all’evento dal vivo, compilare il form a questo link. Verranno accettate le candidature fino ad esaurimento posti, dopodiché verrà fornito il link per seguire l’evento stesso online. Potranno partecipare al gioco anche le persone da casa, collegandosi in una chiamata Zoom in diretta (gli iscritti riceveranno un link per partecipare all’iniziativa da remoto il giorno prima dell’evento). L’app Novis Games è già disponibile su App Store o Play Store. A questo link, infine, è disponibile un testo di ulteriore approfondimento. Per ogni altra informazione: segreteria@uicpiemonte.it.

Stampa questo articolo