Un progetto europeo per rendere inclusive le opere delle arti e dello spettacolo

L’Associazione Blindisght Project, impegnata per i diritti delle persone con disabilità e in particolare di quella visiva, sta collaborando con la Fondazione Roma Europa nell’àmbito di “Perform Europe”, progetto finanziato dall’Unione Europea che punta a rendere inclusive e sostenibili le opere delle arti e dello spettacolo presentate oltre confine. A tal proposito, domani, 31 maggio, verrà presentata in prima assoluta la versione digitale di un’opera di danza che la compagnia irlandese Instant Dissidence sta creando in questi giorni mentre viaggia via terra e via mare dall’Irlanda a Cipro

"Perform Europe"

Il logo di “Perform Europe”, finanziato dall’Unione Europea, allo scopo di rendere inclusive e sostenibili le opere delle arti e dello spettacolo, che vengono presentate oltre confine

L’Associazione Blindisght Project, impegnata ormai da anni in favore dei diritti delle persone con disabilità e in particolare di quella visiva, sta collaborando con la Fondazione Roma Europa nell’àmbito del progetto europeo Perform Europe, finanziato dall’Unione Europea, allo scopo di rendere inclusive e sostenibili le opere delle arti e dello spettacolo, che vengono presentate oltre confine.
A tal proposito, nel pomeriggio di domani, martedì 31 maggio (ore 13-15), verrà presentata in prima assoluta la versione digitale di SlowMo: Connecting Cloughjordan Ecovillage to continental Europe via land, sea, and dance, opera di danza outdoor e partecipata, che la compagnia irlandese Instant Dissidence sta creando in questi giorni mentre viaggia via terra e via mare dall’Irlanda a Cipro.

In occasione della presentazione vi sarà anche un Artist Talk (in lingua inglese) diretto dalla compagnia stessa, che esplorerà temi quali il ruolo del digitale nella definizione di nuovi modelli di creazione e di diffusione culturale, la definizione di uno spazio per l’ambiente all’interno del processo creativo e la fruibilità della cultura per persone con disabilità sensoriale, proprio grazie al supporto di Blindsight Project. (S.B.)

Per registrarsi al talk di domani, 31 maggio, accedere a questo link. I relativi filmati verranno poi, appena disponibili, resi accessibili da Blindsight Project (sottotitolati e audiodescritti in inglese e in italiano). Per ogni ulteriore informazione: info@blindsight.eu.

Stampa questo articolo