Le Agenzie per la Vita Indipendente “sentinelle dell’indipendenza”

Nel corso di un incontro online in programma per il 3 giugno, l’AVI Umbria (Associazione Vita Indipendente) presenterà l’imminente laboratorio formativo “Agenzia per la Vita Indipendente”, percorso che si articolerà su cinque appuntamenti, dal 7 giugno al 4 luglio, ideato e organizzato dalla stessa AVI Umbria, con il supporto della Federazione FISH e dei suoi esperti in materia di Vita Indipendente. L’iniziativa si svolgerà nell’àmbito di “Self Care Community-Comunità sostenibili, attivati e resilienti (SCC)”, progetto di cui l’AVI Umbria è capofila

Particolare di persona in carrozzina in movimento cineticoL’incontro online (Digital Talk) organizzato per il pomeriggio del 3 giugno (ore 17) dall’AVI Umbria (Associazione Vita Indipendente), federata alla FISH Regionale (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), sarà l’occasione per presentare l’imminente laboratorio formativo Agenzia per la Vita Indipendente, dedicato appunto a questo tipo di organismi, percorso fatto di cinque appuntamenti, dal 7 giugno al 4 luglio, ideato e organizzato dalla stessa AVI Umbria, con il supporto della FISH e dei suoi esperti in materia di Vita Indipendente.
L’iniziativa è prevista nell’àmbito di Self Care Community-Comunità sostenibili, attivati e resilienti (SCC), progetto di cui l’AVI Umbria è capofila e che si avvale di un finanziamento della Regione Umbria, con risorse del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

«Il Digital Talk del 3 giugno – spiegano dall’AVI Umbria – sarà l’occasione per presentare obiettivi, contenuti e calendario del laboratorio formativo, oltreché per lanciare il primo sondaggio regionale sull’assistenza personale per la Vita Indipendente, in vista della prossima approvazione della Legge Regionale in materia».
«I cinque incontri del laboratorio – aggiungono dall’Associazione – consentiranno di accrescere conoscenze ed esperienze in materia sia di “consulenza alla pari” (peer counselling), quale strumento di empowerment [crescita dell’autoconsapevolezza, N.d.R.] con cui stimolare processi di crescita per l’autonomia, l’autodeterminazione, l’indipendenza e l’interdipendenza, sia di “supporto alla pari” (peer support), quale strumento utile a riconoscere i propri diritti e le proprie opportunità nei diversi contesti di vita (sociali, formativi, lavorativi, sportivi ecc.). Si avrà inoltre l’opportunità di acquisire conoscenze e competenze essenziali per la gestione dei servizi di un’Agenzia per la Vita Indipendente, organismo di cui è stato scritto che dev’essere una sorta di “sentinella dell’indipendenza”, che promuova sostegni per vivere liberi, contrastando ogni forma di segregazione e violazione dei diritti umani».

Il laboratorio – che potrà anche essere seguito in diretta Facebook (a questo link) – si rivolgerà in particolare alle persone con disabilità e ai loro familiari interessati a svolgere attività di consulenza e supporto alla pari, ma si aprirà anche ai rappresentanti associativi e ai referenti dei servizi pubblici impegnati a promuovere e garantire il diritto alla Vita Indipendente.
Ne anticipiamo il programma, a partire dal primo dei cinque incontri che, come detto, si terrà il 7 giugno (in presenza a Terni, ore 10-13; 14-16)) e avrà come relatrice Silvia Cutrera. Quindi, il 16 giugno il relatore sarà Giampiero Griffo (online, ore 14.30-18.30) e il 24 giugno Dino Barlaam (online, ore 14.30-18.30). E ancora, il 29 giugno l’incontro sarà condotto da Cecilia Marchisio (in presenza, ore 14-18.30) e infine il 4 luglio da Silvia Cutrera (online, ore 9.30-13.30). (S.B.)

Per ogni ulteriore informazione e approfondimento: andrea.tonucci@aviumbria.org.

Stampa questo articolo