Il Parlamento fermi quella Proposta di Legge che minaccia le attività non profit

Tantissime organizzazioni hanno già espresso la loro contrarietà a quella Proposta di Legge in discussione alla Camera, che intende modificare sostanzialmente lo strumento del 5 per mille, utilizzandone le risorse per finanziare il fondo assistenza per il personale in servizio delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate. Sulla questione ribadisce la propria posizione Vanessa Pallucchi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, secondo la quale «quella Proposta di legge è una grave minaccia alle attività a beneficio di tutta la collettività svolte dal Terzo Settore»

Realizzazione grafica dedicata al 5 per milleTantissime organizzazioni hanno già espresso, anche su queste pagine, la loro totale contrarietà a quella Proposta di Legge già approvata al Senato e ora in discussione alla Camera, che intende modificare sostanzialmente lo strumento del 5 per mille, utilizzandone le risorse per finanziare il fondo assistenza per il personale in servizio delle Forze di Polizia e delle Forze Armate. Primo fra tutti il Forum Nazionale del Terzo Settore, che torna ad esprimere la propria opinione tramite le parole della propria portavoce Vanessa Pallucchi, secondo la quale «quella Proposta di legge è una grave minaccia alle attività a beneficio di tutta la collettività svolte dal Terzo Settore, che per gran parte sono possibili esclusivamente grazie alle donazioni del 5 per mille».

«Infatti – aggiunge – l’ipotesi di destinare le risorse del 5 per mille anche all’assistenza del personale delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate, che già godono dei propri fondi previdenziali, stravolge il motivo per cui è nato l’istituto, quello cioè di sostenere le attività di quei soggetti che, come indica la Costituzione, curano l’interesse generale. In tal modo, inoltre, si dimostra il disinteresse della politica nei confronti della sostenibilità delle attività del Terzo settore, che pure tanto contribuiscono allo sviluppo economico e sociale di questo Paese. Da una parte si elogia a parole il ruolo del Terzo Settore nelle diverse emergenze sociali e poi, nella pratica, lo si affossa».

«Quella Proposta di Legge – conclude Pallucchi – è per noi inaccettabile. Il Parlamento la fermi». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: stampa@forumterzosettore.it.
A questo link è disponibile l’elenco completo di tutti i soci – tra cui anche la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) – e degli aderenti al Forum Nazionale del Terzo Settore.

Stampa questo articolo