Una mostra dei giovani dell’ANFFAS di Crema alla rassegna “Crema del pensiero”

Dedicata al tema “Personaggi al confine tra genio e follia”, con un particolare focus su Vincent Van Gogh, prenderà il via già nella serata di oggi, 9 giugno, a Crema (Cremona), la rassegna “Crema del pensiero” e come negli anni scorsi vi parteciperanno anche le persone dell’ANFFAS di Crema (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) che per l’occasione hanno lavorato all’allestimento della mostra intitolata “Nella mente del mio specchio”, visitabile fino a sabato 11

ANFFAS Cream, "Nella mente del mio sepcchio", giugno 2022

Il gruppo di lavoro dell’ANFFAS di Crema che ha realizzato la mostra “Nella mente del mio specchio”

Dedicata al tema Personaggi al confine tra genio e follia con un particolare focus su Vincent Van Gogh, prenderà il via nella serata di oggi, 9 giugno, a Crema (Cremona), la rassegna Crema del pensiero e come negli anni scorsi vi parteciperanno anche le persone dell’ANFFAS di Crema (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) che per l’occasione hanno lavorato all’allestimento della mostra intitolata Nella mente del mio specchio, visitabile fino a sabato 11, presso la sezione di arte organaria del Museo Civico (ingresso libero).

Al progetto hanno preso parte giovani che abitualmente frequentano il Servizio Diurno Alternativo di Via Battisti a Crema e il Centro Socio Educativo delle Villette. «Insieme – spiega l’educatrice Chiara Marchesi – abbiamo prima fatto delle considerazioni sull’autoritratto, la percezione di sé e il concetto di genio e di follia. Poi ciascuno di noi ha dato forma al suo pensiero attraverso l’arte. Come ogni anno, questo progetto ci ha permesso di dare spazio alla fantasia, solo dopo avere elaborato un pensiero su tematiche importanti».

Questa mostra, dunque, offrirà al pubblico anche l’opportunità di conoscere meglio l’ANFFAS attraverso foto di backstage e la creatività dei giovani. «Questo progetto – commenta Daniela Martinenghi, vicepresidente della Fondazione Alba, nata nell’àmbito dell’ANFFAS di Crema – ci ricorda l’importanza dell’unicità di ciascuno di noi, aiutando le persone a dare forma ai pensieri e alle emozioni attraverso diverse forme di arte. Perché l’arte è per tutti, non conosce barriere, valorizza il talento di ciascuno, oltre ogni ostacolo e Vincent Van Gogh ne è l’esempio lampante. Questa mostra sarà pertanto una scoperta, un viaggio nel pensiero e nella follia di ciascuno di noi».

La presentazione a cura delle stesse persone dell’ANFFAS è prevista nella serata di domani, venerdì 10, alla presenza di alcuni artisti e delle educatrici Chiara Marchesi ed Elisa Maglio. Già nella serata di oggi, 9 giugno, invece, dedicata alla presentazione complessiva delle attività della rassegna, interverrà Daniela Martinenghi per un saluto introduttivo. (S.B.)

Per ogni ulteriore informazione: comunicazione.anffascremaaps@gmail.com (Gloria Giavaldi).

Stampa questo articolo