Gábor Gombos, trent’anni di attivismo per i diritti delle persone con disabilità

È l’EDF, il Forum Europeo sulla Disabilità, a informare della scomparsa di Gábor Gombos, attivista ungherese per i diritti umani delle persone con disabilità di fama internazionale, già componente del Comitato delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità, oltreché cofondatore, in patria, del Forum Ungherese sulla Salute Mentale. «Per oltre trent’anni – scrivono dall’EDF – si è battuto per il rispetto, la dignità intrinseca, l’autonomia individuale e la non discriminazione»

Gábor Gombos (1961-2022)

Gábor Gombos (1961-2022)

È l’EDF, il Forum Europeo sulla Disabilità, a informare della scomparsa di Gábor Gombos, attivista ungherese per i diritti umani delle persone con disabilità di fama internazionale, già componente del Comitato delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità, l’organismo preposto a monitorare l’attuazione della Convenzione ONU, oltreché cofondatore, in patria, del Forum Ungherese sulla Salute Mentale.
«Noto per la sua mirabile intuizione in àmbito di capacità giuridica, Gombos – scrivono dall’EDF – era l’incarnazione dei nostri valori e del nostro stesso motto, Nulla su di Noi senza di Noi. Per oltre trent’anni si è battuto per il rispetto, la dignità intrinseca, l’autonomia individuale e la non discriminazione. Durante la sua permanenza nel Comitato ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, ha contribuito all’adozione del primo Commento Generale sul diritto alla capacità giuridica ai sensi dell’articolo 12 della Convenzione (Uguale riconoscimento dinanzi alla legge). Una fonte di ispirazione per tutti noi». (S.B.)

Stampa questo articolo