I supporti a sensorialità aumentata dell’Appia Antica

Promosso dall’Associazione Italia Nostra, è stato avviato recentemente, in occasione delle “Giornate Europee del Patrimonio”, con la collaborazione di CoopCulture, Società Cooperativa che si occupa della tutela, della conservazione e della valorizzazione del patrimonio artistico e culturale italiano, il progetto “Archeoguide-PSA”, per integrare con supporti fisici e tecnologie sensoriali aumentate le visite alla Via Appia Antica di Roma, consentendo alle persone con disabilità visive e uditive di usufruire di una guida immersiva ai tanti monumenti unici di tale area

Roma, Appia Antica, "Archeoguide PSA", settembre 2022

Un rendering del progetto “Archeoguide-PSA”. Sullo sfondo il Mausoleo di Cecilia Metella, nel Parco Archeologico dell’Appia Antica a Roma

Promosso dall’Associazione Italia Nostra, è stato avviato recentemente, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, con la collaborazione di CoopCulture, Società Cooperativa che si occupa della tutela, della conservazione e della valorizzazione del patrimonio artistico e culturale italiano, il progetto Archeoguide-PSA, per integrare con supporti fisici e tecnologie sensoriali aumentate le visite alla Via Appia Antica di Roma, consentendo alle persone con disabilità visive e uditive di usufruire di una guida immersiva ai tanti monumenti unici di tale area.

Concretamente il progetto è attivo presso il Mausoleo di Cecilia Metella, nel Parco Archeologico dell’Appia Antica e consiste di due pannelli di travertino su cui sono impressi a rilievo i simboli, gli emblemi e le rappresentazioni del monumento con descrizioni in Braille, oltre a due video in LIS (Lingua dei Segni Italiana), realizzati dall’Istituto Statale per Sordi di Roma e a musiche composte specificatamente per gli ascolti audio, con un riadattatamento rivolto a un pubblico di persone con disabilità visiva, a cura del Centro Regionale di Servizi alla Persona Disabile Visiva Sant’Alessio Margherita di Savoia di Roma.

I contenuti sono accessibili tramite QR Code e fruibili mediante l’app Itinerappia, realizzata da CoopCulture, che consente l’organizzazione di itinerari personalizzati verso gli oltre centotrentra monumenti del Parco Archeologico dell’Appia Antica. (S.B.)

Per ogni ulteriore informazione e approfondimento: Melissa Catamo (mcatamo@webershandwickitalia.it).

 

Stampa questo articolo