Il diritto di tutti e tutte a una lettura accessibile

Già teatro lo scorso anno della “Fiera dei Lettori alla Pari”, la città di Terlizzi (Bari) ospiterà il 22 ottobre il convegno “Leggere è un piacere. Che sia accessibile un diritto”, nuova iniziativa organizzata nell’àmbito di “Lettori alla Pari”, progetto di edizioni la meridiana voluto per promuovere il diritto di tutti e tutte alla lettura. Il ricco programma previsto servirà a mettere a fuoco come la lettura, per essere realmente accessibile, abbia bisogno di un contesto più ampio, che veda l’accessibilità come un elemento non accessorio, volto a favorire la cittadinanza di tutti e tutte

Terlizzi, 22 ottobre 2022Già teatro lo scorso anno della Fiera dei Lettori alla Pari, festival interamente dedicato al libro accessibile, come avevamo ampiamente riferito a suo tempo, la città di Terlizzi, in provincia di Bari, ospiterà il 22 ottobre (presso il MAT Laboratorio Urbano) il convegno Leggere è un piacere. Che sia accessibile un diritto, nuova iniziativa organizzata nell’àmbito di Lettori alla Pari, progetto di edizioni la meridiana, voluto per promuovere il diritto di tutti e tutte alla lettura. Si tratterà di un appuntamento che si proporrà come un’occasione di confronto tra esperti, amministratori, personalità della cultura, editori, bibliotecari, insegnanti, educatori, esperti della riabilitazione, studenti universitari, genitori, operatori del sociale sul tema portante dell’accessibilità della lettura.

Ciò che l’incontro intenderà soprattutto mettere a fuoco, come spiegano gli organizzatori e le organizzatrici, «è che la lettura, per essere accessibile, ha bisogno di un contesto più ampio, che veda l’accessibilità come un elemento non accessorio, volto a favorire la cittadinanza di tutti e tutte. Un contesto accessibile è un contesto che mette in circolo fiducia tra i cittadini, tra cittadini e istituzioni, tra istituzioni, oltre che opportunità per tutte le persone. Un contesto di fiducia così inteso diventa generatore di accessibilità a più livelli: culturale, sociale, educativo, lavorativo, relazionale».
Ed è proprio la creazione di un contesto inclusivo il perno attorno al quale si svilupperà l’evento, come ben illustrato nella nota di prenotazione: Non si può parlare di accessibilità alla lettura, se non si agisce su un contesto ampio, che riconosca e pratichi l’idea che ogni persona ha diritti a cui accedere e doveri che lo rendono ugualmente responsabile verso la comunità. I modi attraverso cui l’accessibilità è resa possibile e le ricerche più avanzate perché sia possibile, sono gli elementi su cui è costruito il convegno, che avvia la nuova annualità di Lettori alla Pari».

Articolato sull’intera giornata del 22 ottobre (ore 9-18), l’incontro si aprirà con una parte introduttiva curata da Elvira Zaccagnino, direttrice di edizioni la meridiana, Giovanna Di Pasquale, presidente della Cooperativa Sociale Accaparlante di Bologna e Annamaria Ricciotti, presidente della Cooperativa Sociale Zorba.
È previsto quindi un intervento dal titolo La prospettiva inclusiva ha forse bisogno di una piccola rivoluzione, che costituirà un omaggio al compianto Andrea Canevaro e sarà curato dalla Cooperativa Accaparlante.
A seguire, la sezione Portare l’accessibilità oltre gli ostacoli, con gli interventi di Carlo Lepri del Centro Studi per l’Integrazione Lavorativa delle Persone Disabili (Vedere la persona: uno sguardo antropologico sulla disabilità), Alessandra Notarnicola, psicologa-psicoterapeuta, psicopatologa dell’apprendimento dell’Università di Bari (La disabilità nella prospettiva della Convenzione ONU: ricadute per la promozione dell’inclusività nei contesti educativi) e Paul Gabriele Weston, docente di Biblioteca Digitale della Scuola Vaticana di Biblioteconomia (Modelli, funzioni e servizi di una biblioteca accessibile).
Sempre in mattinata, nella sezione Esperienze di accessibilità sono previsti i seguenti momenti: Laboratorio sperimentale di grammatica in CAA (ove CAA sta per Comunicazione Aumentativa Alternativa), con i ragazzi e le ragazze della Classe 3F della Scuola Secondaria di Primo Grado nell’Istituto Comprensivo Don Bosco-Manzoni di Andria; Un passo dopo l’altro verso l’accessibilità del Sistema Bibliotecario di Milano (SBM) di Laura Ricchina, direttrice della Biblioteca Chiesa Rossa e referente per l’accessibilità del Sistema Bibliotecario di Milano e Gabriella Marinaccio, coordinatrice dei servizi e delle attività per ragazze e ragazzi dello stesso Sistema Bibliotecario di Milano; ArtistiCAA: Banksy e Van Gogh per cominciare di Teresa Righetti, studentessa in Storia e Critica dell’Arte dell’Università Statale di Milano.

Il pomeriggio si aprirà poi con la seconda parte della sezione Portare l’accessibilità oltre gli ostacoli, nella quale si svilupperanno i seguenti temi: Legge Delega sulla disabilità: a che punto siamo?, a cura di Gabriele Gamberi della Fondazione ASPHI, oltreché componente dell’Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità e Didattica inclusiva, dal libro di testo alle tecnologie assistive: facilitatori e soluzioni per tutti di Andrea Mangiatordi dell’Università di Milano Bicocca, sviluppatore del software ad accesso libero Farfalla Project.

Nell’ultima parte della giornata è prevista la sessione conclusiva della sezione Esperienze di accessibilità, ricca di interventi, ossia Portare l’accessibilità oltre l’immaginato di Francesco Aprile e Giorgia Rollo dell’Associazione 2HE – IO POSSO; Dante e Schopenhauer semplice semplice di Agnès Picot, docente di sostegno presso la Scuola Secondaria di Secondo Grado, referente per l’Inclusione e promotrice del sito Sostegno-superiori; #Nientedispeciale: non è semplice ma è possibile di Antonio Giuseppe Malafarina, giornalista e poeta; Storie per l’inclusione in formato audio, video LIS e CAA di Elena Rocco, segretaria generale della Fondazione Radio Magica e docente all’Università Ca’ Foscari di Venezia; App CulturAgile di Camilla Marchioni, responsabile del progetto CulturAgile presso la Scuola di Direzione Aziendale Bocconi e la Fondazione Allianz Umana Mente; Storiextutti: il racconto di un’esperienza. Presentazione sito storieaccessibili.it di Belen Sotelo, della Cooperativa Sociale Accaparlante (in collegamento online). (Simona Lancioni)

La partecipazione all’evento è gratuita, ma è richiesta l’iscrizione attraverso questo link. Per ogni ulteriore informazione: media@lameridiana.it.
Il presente contributo è già apparso nel sito di Informare un’h-Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli di Peccioli (Pisa) e viene qui ripreso – con alcune modifiche e integrazioni dovute al diverso contenitore – per gentile concessione.

Stampa questo articolo