Accompagnare verso il “Dopo di Noi”, quando la famiglia è ancora presente

Si intitolerà “Ti accompagno” il convegno che si svolgerà ad Empoli (Firenze) l’11 e il 12 novembre, per trattare il tema del cosiddetto “Dopo di Noi”. A organizzarlo è stata la Fondazione Dopo di Noi Toscana nell’àmbito di “Vorrei mettere su casa”, progetto che persegue l’obiettivo di promuovere la realizzazione di un sistema diffuso e articolato di servizi finalizzati all’accrescimento dell’autonomia, del benessere e dell’inclusione sociale delle persone con disabilità, quando la famiglia è ancora presente

Realizzazione grafica dedicata alla Legge 112/16

Una realizzazione grafica dedicata alla Legge 112/16, meglio nota come “Legge sul Dopo di Noi” o sul “Durante e Dopo di Noi”

Si intitolerà Ti accompagno il convegno che si svolgerà ad Empoli (Firenze) venerdì 11 e sabato 12 novembre (Centro La Vela – Margherita Hack, Via Magolo, 32), per trattare il tema del cosiddetto “Dopo di Noi”. A organizzarlo è stata la Fondazione Dopo di Noi Toscana nell’àmbito di Vorrei mettere su casa, progetto finanziato dalla Regione Toscana con i fondi della Legge 112/16 e gestito dalla Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa in collaborazione con alcuni Enti di Terzo Settore, un progetto che persegue l’obiettivo di promuovere la realizzazione di un sistema diffuso e articolato di servizi finalizzati all’accrescimento dell’autonomia, del benessere e dell’inclusione sociale delle persone con disabilità, quando la famiglia è ancora presente.

Il convegno prenderà il via nel pomeriggio di venerdì 11 (ore 15), ripartito in due diversi momenti: dapprima la relazione conclusiva del progetto Ti accompagno e la discussione con i genitori, quindi gli interventi di Pier Luigi Ciari e Alessandro Fornaciari, rispettivamente presidente e coordinatore della Fondazione Dopo di Noi Tosvana, Samanta Cantini, psicologa della Cooperativa Sinergica, Silvia Carrai, psicologa della Cooperativa Sintesi Minerva, Achille Lo Manto, psicologo della Fondazione Dopo di Noi Toscana, Laura Belloni ed Elisabetta Malagnini della Fondazione Idea Vita di Milano. Al termine della giornata sarà prodotto un elaborato da presentare il giorno seguente.
Nella mattinata di sabato 12, invece, si terrà un incontro fra le Famiglie e le Istituzioni, con la partecipazione di Brenda Barnini, sindaca di Empoli, Enrico Sostegni, consigliere della Regione Toscana e presidente della Commissione Sanità e Politiche Sociali nella Regione stessa, nonché il già citato Noi Pier Luigi Ciari. Quindi interverranno Franco Doni, direttore della Società della Salute, che illustrerà il progetto Vorrei mettere su casa e gli sviluppi di esso; Paolo Masetti, sindaco di Montelupo Fiorentino (Firenze) e componente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Dopo di Noi, che presenterà il progetto Lux living e gli appartamenti del “Dopo di Noi”; Quartino Brucini, genitore di una persona con disabilità che parlerà del proprio Trust con la Fondazione; infine, la Fondazione Idea Vita di Milano racconterà la propria esperienza sul “Dopo di Noi”.
A conclusione degli interventi preordinati, un genitore presenterà l’elaborato sviluppato nella giornata precedente, cui seguirà il dibattito con le Istituzioni intervenute.
Il convegno si concluderà con un aperitivo offerto dall’organizzazione e preparato dall’Associazione Noi da grandi. (Simona Lancioni) 

Per facilitare la fruizione da parte dei/delle caregiver, durante l’evento di Empoli sarà organizzato un servizio gratuito di assistenza per i congiunti con disabilità (in entrambe le giornate). Per organizzare lo stesso e gli apericena, è richiesto che ogni famiglia compili la scheda di prenotazione disponibile a questo link. Per ogni ulteriore informazione: segreteria@dopodinoitoscana.it.
Il presente contributo è già apparso nel sito di Informare un’h-Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli di Peccioli (Pisa) e viene qui ripreso – con alcune modifiche e integrazioni dovute al diverso contenitore – per gentile concessione.

Stampa questo articolo