Si lavori per una più razionale modificazione dell’ISEE

Si lavori per una più razionale modificazione dell’ISEE

Secondo Vincenzo Falabella, presidente della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), l’approvazione alla Camera di una norma sull’ISEE – l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente richiesto per accedere a una serie di prestazioni sociali agevolate – restituisce «uno strumento ancor meno equo e selettivo, che non riconosce appieno il costo della disabilità e crea ancora forti disparità di trattamento». C’è tuttavia un segnale positivo ed è un Ordine del Giorno da cui partire per una più razionale modificazione di quello strumento

Il teatro che fa crescere la cultura e superare i pregiudizi

L'Immagine-simbolo realizzata da Giulia Cutrera per la terza edizione del Premio per la Drammaturgia "Teatro e Disabilità"

«Per me il teatro – ha dichiarato il regista inglese Peter Brook – è la possibilità di vivere per una o due ore in uno spazio raccolto, insieme al pubblico, un’esperienza di condivisione, per far sì che ognuno esca arricchito dei propri pensieri»: sta in questo concetto il significato stesso del Premio per la Drammaturgia “Teatro e Disabilità”, giunto alla terza edizione, importante opportunità sia per chi scrive di teatro, sia per chi lo vive, sopra o di fronte al palco, di far crescere la cultura e superare le barriere del pregiudizio. Ne parliamo con Silvia Cutrera, una delle promotrici

Anche il prossimo anno vogliamo andare a scuola!

Anche il prossimo anno vogliamo andare a scuola!

«A pochi mesi dal nuovo anno scolastico – denunciano le Federazioni LEDHA e FAND Lombardia – le Istituzioni non si sono ancora attivate per dare rassicurazioni rispetto all’attivazione completa e tempestiva dei servizi necessari a garantire il diritto allo studio per alunni e studenti con disabilità». Per questo, dunque, la stessa LEDHA, in collaborazione con la FAND, rilancia un’iniziativa che anche altre Regioni dovrebbero guardare con attenzione, ovvero la campagna denominata “Vogliamo andare a scuola!”, a base di lettere/diffida e, in casi estremi, di azioni legali

La pianta del volontariato è viva

Un nutrito gruppo di volontari di "Expo Milano 2015"

«La pianta del volontariato è viva: ha linfa (il dinamismo), ha radici (una cultura e un’identità che vengono da lontano) e ha nuove gemme, ovvero quel “volontariato del futuro” che riguarda temi trasversali, dalla cura dei beni comuni alla gestione delle emergenze, e che rappresenta per le Associazioni, se la sapranno cogliere, un’occasione di crescita e aggiornamento»: lo ha dichiarato Stefano Tabò, presidente di CSVnet, durante la recente presentazione del report intermedio riguardante l’indagine sui volontari di “Expo Milano 2015”

Obiettivo finale: tutti i servizi di trasporto accessibili

Sia Violeta Bulc, slovena, commissario europeo ai Trasporti (a sinistra), sia Gunta Anca (a destra), lèttone, vicepresidente dell'EDF (European Disability Forum), ricevuta in questa immagine dalla stessa Bulc, insieme a una delegazione del Forum, sono intervenute alla Conferenza di Dublino dedicata al Regolamento sui viaggi aerei delle persone con disabilità

Il Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) ha promosso un interessante incontro presso l’Aeroporto di Dublino, a dieci anni dall’approvazione del Regolamento Europeo che disciplina i diritti delle persone con disabilità nel trasporto aereo. «I risultati ottenuti sono stati buoni – ha dichiarato per l’occasione Gunta Anca, vicepresidente del Forum – anche se c’è ancora da lavorare per arrivare al risultato che ci prefiggiamo, non solo in àmbito di viaggi aerei, ovvero all’accessibilità di tutti i servizi di trasporto, come prescrive la Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità»

Friuli Venezia Giulia e disabilità: l’occupazione non cresce

Friuli Venezia Giulia e disabilità: l’occupazione non cresce

«Mancano miglioramenti qualitativi e quantitativi, che possano far sperare in un’inversione di tendenza rispetto al pesante peggioramento delle prospettive per ciò che riguarda le opportunità di impiego delle persone con disabilità»: a denunciarlo è la Consulta delle Associazioni di Persone Disabili e delle loro Famiglie del Friuli Venezia Giulia, che in un incontro con l’Assessore Regionale al Lavoro, ha presentato una serie di ipotesi operative, nel tentativo di trovare rimedi a tale situazione

Non disabili, ma Persone con la loro Vita

Sarah Lennon e Claire Hendrick sono intervenute a nome di Inclusion Ireland alla Conferenza di Dublino organizzata dal Forum Europeo sulla Disabilità

«L’intera Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, e in particolare l’articolo 12, sull’uguale riconoscimento davanti alla Legge, hanno aggiunto la dimensione personale alla condizione di disabilità, ovvero lì c’è una persona e la sua vita!»: lo ha dichiarato un autorevole esperto di diritto sulla disabilità a Dublino, durante una conferenza internazionale promossa dal Forum Europeo sulla Disabilità, cui hanno partecipato anche i rappresentanti delle Associazioni italiane, e lo hanno sostanziato con la loro testimonianza due persone con disabilità intellettiva

La spesa sociale e le contraddizioni di Bruxelles

La spesa sociale e le contraddizioni di Bruxelles

«Da un lato – sottolinea Pietro Barbieri, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore – la Commissione Europea ci richiede una strategia contro la povertà – cosa molto positiva – dall’altro lato, nella stessa Raccomandazione, ci chiede la razionalizzazione della spesa sociale. È chiaro che ci troviamo davanti a un’evidente contraddizione, visto anche che la spesa sociale italiana è già nettamente inferiore alla media europea»

Verso il Piano per le Non Autosufficienze?

Verso il Piano per le Non Autosufficienze?

Si arriverà finalmente ad un equo Piano per le Non Autosufficienze, eliminando le insopportabili disparità tra le varie zone del nostro Paese? Proponiamo ai Lettori un quadro della situazione in questo àmbito, in attesa di sapere come si pronunceranno prossimamente le Regioni e cercando di capire se i segnali di cambiamento espressi dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali potranno realmente portare a Livelli Essenziali di Assistenza per le persone con disabilità gravi e gravissime, che garantiscano diritti soggettivi ed esigibili

Una società migliore grazie ai cittadini con sindrome di Down

Novembre 2015: l'incontro di alcuni partecipanti al Progetto "Diritto ai Diritti" con il presidente del Senato Pietro Grasso

«Grazie anche al contributo dei cittadini con sindrome di Down potremo costruire una società migliore per tutti»: lo dichiara Paolo Grillo, presidente dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down), a proposito di “Diritto ai Diritti”, progetto promosso dalla stessa AIPD, che ha messo a disposizione delle persone adulte con sindrome di Down gli strumenti utili ad agire come cittadini attivi, esercitando i propri diritti ed esprimendo liberamente le proprie scelte. Un’iniziativa che sta vivendo la propria fase conclusiva in questi giorni a Roma, con numerose attività e incontri

Clown, arte, pet therapy: risorse preziose in ospedale

Clownterapia, musica, danza, arte, pet therapy (“terapia con gli animali”), ovvero le cosiddette “coterapie in ospedale”, rappresentano un aiuto efficace ai percorsi di cura e per questo devono essere svolte da chi ha un’adeguata preparazione, soprattutto se si parla di bambini: è il messaggio lanciato alla Conferenza Internazionale di Ancona, che ha concluso il progetto europeo “MUSA”, condotto da realtà di riferimento nel settore provenienti da Italia, Turchia, Lettonia, Polonia e Regno Unito

Lo sport tra abilità e integrazione

Ovvero “TraSportAbile”, nome del progetto avviato già da qualche mese dall’Associazione Parent Project, che promuove lo sport come veicolo di integrazione e benessere, in una dimensione ludica e di socialità, proponendo a bambini e ragazzi affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker un ventaglio di appuntamenti accessibili legati al mondo sportivo, presso vari siti di Torino e dintorni

Un buon risultato per la mobilità delle persone non vedenti

Tale viene infatti considerato, dall’UICI di Torino (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), il nuovo servizio sperimentale di trasporto collettivo, introdotto dalla Giunta Comunale del capoluogo piemontese, che dovrebbe entrare in vigore tra non molto. Lo stesso Comune di Torino, inoltre, ha promesso l’avvio di un tavolo di concertazione, sia per monitorare quel servizio sperimentale, sia per valutare l’eventualità di una più sostanziale riforma in àmbito di trasporto delle persone con disabilità

Vele spiegate all’autismo

Coinvolge alcuni giovani con autismo, alle prese con la navigazione in barca a vela, l’interessante progetto promosso dalle Associazioni Il Filo dalla Torre e VMA (Volontari di MareAperto). «Un’iniziativa – spiegano i promotori – in cui il limite toccato dalla persona con autismo nell’imparare a “navigare la barca” è lo stesso limite che l’operatore si trova ad affrontare nell’imparare a “navigare l’autismo”, dove il punto di sintesi che si crea è dato dal cooperare insieme, per riuscire a cavalcare l’onda, spiegando le vele al vento e guidando il timone della vita»