È l’ora di una riforma complessiva, che garantisca i diritti

30 marzo 2007, Palazzo delle Nazioni Unite di New York: l'allora ministro della Solidarietà Sociale Paolo Ferrero, affiancato da Giampiero Griffo, sottoscrive per l'Italia la Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, il Trattato che ha per la prima volta posto in evidenza come le persone con disabilità siano quotidianamente costrette ad affrontare la violazione dei loro diritti umani

Un’occasione per riflettere sul presente e porre le basi di politiche future radicalmente diverse, partendo dal nuovo paradigma sulla disabilità, fissato dalla Convenzione ONU; uno spazio di dibattito pubblico, che getti i semi di una riforma complessiva, in grado di garantire realmente e concretamente i diritti delle persone con disabilità, sin dalla prossima Legge di Stabilità: sarà questo l’importante incontro promosso per il 16 settembre prossimo a Roma dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap)

Scoprire il Rinascimento con tutti i sensi

Particolare del "San Giovannino Benedicente" di Giovanni della Robbia (1489 circa), una delle splendide opere rinascimentali in mostra fino al 4 ottobre al Museo Omero di Ancona

La mostra “Il Rinascimento oltre l’immagine”, aperta fino a ottobre al Museo Tattile Statale Omero di Ancona, è un vero evento culturale, apprezzato a livello nazionale e internazionale, sia per l’importanza delle opere presentate, di artisti come Donatello, Verrocchio, della Robbia, Veronese e Giambologna, sia per la possibilità di “sentire” quei capolavori oltre l’immagine, utilizzando tutti i sensi, grazie ai profumi e alle musiche del tempo, e all’opportunità di toccare i marmi, i bronzi, i legni e le terrecotte

Sindrome di Down e cittadinanza attiva

Corey Moore, giovane americano con sindrome di Down, uditore alla Lee University di Cleveland nel Tennessee (Stati Uniti)

Proseguendo nel proprio impegno sul tema della cittadinanza attiva delle persone con sindrome di Down, l’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) ha lanciato due nuovi progetti, denominati “Tu cittadino come me” e “Diritto e diritti”. Primo passo un sondaggio conoscitivo per raccogliere presso le persone con sindrome di Down informazioni sull’attuale esercizio di voto, sul loro interesse per la politica e sul loro parere nei confronti della società in cui vivono

Il potere inclusivo del golf (al di là delle apparenze)

Un giocatore di golf che utilizza il "Paragolfer", macchina realizzata per chi non muove le gambe

Come spesso accade, le apparenze possono ingannare ed è questo il caso del golf, considerato sport d’élite, ma in realtà l’unico, insieme alla vela, concretamente integrato, dove cioè atleti con disabilità e “normodotati” possono gareggiare affiancati. Lo dimostrano i tanti praticanti con le più diverse disabilità, non vedenti e ipovedenti, sportivi in carrozzina e con disabilità intellettive e relazionali, atleti con le stampelle e altri con protesi. E anche l’Italia vanta numerosi campioni

Sogna in grande, Luca Campeotto

Luca Campeotto

Campione italiano paralimpico e anche campione di simpatia, l’atleta biamputato friulano Luca Campeotto, detentore di importanti record nelle gare atletiche di corsa veloce, si allena intensamente, guardando soprattutto alle Paralimpiadi del 2016 di Rio de Janeiro, ma pensa anche a discipline come lo skysurfing (paracadutismo acrobatico) e il triathlon, sport da “uomini di ferro”, articolato su nuoto, ciclismo e corsa

Ma le Province lo sanno? Meglio verificare subito!

Ma le Province lo sanno? Meglio verificare subito!

«L’allarmante notizia – segnalano dall’Osservatorio Scolastico dell’AIPD – è che alcune Province e Città Metropolitane non conoscono quel Decreto che ha fissato nel 10 settembre la scadenza per richiedere al Ministero i fondi utili ad assicurare i servizi di assistenza e trasporto agli alunni con disabilità». È dunque quanto mai importante che le Associazioni i loro Soci contattino quanto prima la propria Provincia o Città Metropolitana, per verificare la situazione

Lo stupore, il divertimento, l’autonomia

Foto di gruppo pert la "Festa d'estate" vissuta dalla Fondazione Ariel, il 25 luglio scorso, presso l'"Oasi di Sant'Alessio" a Sant'Alessio con Vialone (Pavia)

Sono state queste le “parole chiave” della “Festa d’estate” all’Oasi Sant’Alessio – “gioiello” naturalistico e faunistico in provincia di Pavia – vissuta dalla Fondazione Ariel, nata nel 2003 in Lombardia per stare a fianco delle famiglie di bambini con disabilità. Una giornata promossa nell’àmbito del progetto “Ho dovuto diventare ottimista”, voluto per agevolare la partecipazione dei bambini con disabilità e delle loro famiglie alla vita culturale, alla ricreazione, al tempo libero e allo sport

Rispettare i diritti umani e la dignità delle persone

Rispettare i diritti umani e la dignità delle persone

È particolarmente duro il monito dell’EDF (European Disability Forum), l’organizzazione che rappresenta circa 80 milioni di persone europee con disabilità, affidato a una lettera inviata ai responsabili delle Istituzioni continentali: «L’Unione Europea risponda in modo umano alle ondate di migrazioni in corso, definendo una politica basata sull’accoglienza e sui diritti umani, con particolare attenzione alle famiglie con bambini, persone con disabilità e ai minori non accompagnati»

Quanto poco continua a spendere l’Italia per la disabilità!

Quanto poco continua a spendere l’Italia per la disabilità!

Ulteriori conferme di ciò arrivano anche dalla recente pubblicazione dell’Indagine Censuaria ISTAT sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli e associati per l’anno 2012, contenente parecchi dati assai utili, da valutare attentamente e confrontare con altre rilevazioni. Se ne occupa con un ottimo approfondimento «Condicio.it», lo strumento informativo della FISH, che raccoglie e analizza le fonti e le ricerche inerenti la condizione delle persone con disabilità

Mettiamo le ali ai nostri territori!

Il manifesto della "Settimana delle Sezioni UILDM", che impegnerà l'Associazione dal 14 al 20 settembre, con Stefania, "volto" dell'iniziativa

Sarà questo lo slogan che caratterizzerà la “Settimana delle Sezioni UILDM”, le cui protagoniste assolute, dal 14 al 20 settembre, saranno appunto le settanta Sezioni locali dell’Associazione, con le persone, i volti, le storie e le attività in cui sono coinvolte. «Perché UILDM – sottolinea il presidente nazionale Luigi Querini – significa donne e uomini, azioni che si concretizzano ogni giorno per rispondere alle tante e diverse esigenze delle persone con malattie neuromuscolari»

“Lavoriamo in rete” è attivo anche in Calabria

Infatti, il progetto dall’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) denominato appunto “Lavoriamo in rete”, voluto per incrementare il numero dei lavoratori con sindrome di Down nel Sud d’Italia e nelle Isole, vive in questi giorni un altro concreto passaggio, dopo quelli di Caserta e Orisrtano, con tre giovani donne calabresi impegnate per una settimana in un resort di Isola di Capo Rizzuto (Crotone)

Il Mese del Volontariato AISM

Ha preso il via in questi giorni il Mese del Volontariato AISM, campagna presente in oltre cinquanta città, che per tutto settembre vedrà i volontari dell’Associazione impegnati nelle piazze e in incontri ad hoc presso le Sezioni territoriali, ove parleranno della loro esperienza, approfondiranno i temi riguardanti la sclerosi multipla e illustreranno le attività dell’AISM, anche con una serie di attività nelle scuole

Pubblicare subito l’esito di quei concorsi

Un’Interrogazione a risposta scritta è stata presentata al Presidente della Regione Campania, sulla tormentata vicenda di quei concorsi delle ASL Napoli 1 e Napoli 3, riservati alle cosiddette “categorie protette”, che dopo anni di solleciti, esposti e azioni legali, avevano portato, alla fine del 2014, allo svolgimento delle prove scritte, seguite però dal più assoluto silenzio. L’iniziativa è anche il frutto dell’incessante lavoro svolto da numerose persone con disabilità

Un esposto sulla scala mobile vietata ai cani guida

Un esposto presentato ai Carabinieri da parte di alcune persone con disabilità visiva, con la richiesta all’autorità di pubblica sicurezza di mediare il loro dissidio con l’Amministrazione Comunale e con la Società che gestisce l’impianto, è l’ultimo atto della vicenda riguardante la scala mobile che porta al centro storico di Belluno, divenuta una sorta di “simbolo” della battaglia per il libero accesso insieme al proprio cane guida, ovunque ci si trovi