Difendiamo l’articolo 3!

Il testo dell'articolo 3 della Costituzione

«Non voglio cadere nella trappola – scrive Rosa Mauro – di chi ci vuole solo come dei “numeri” o delle “tabelle”, non voglio né mi interessa sapere cosa ti serva per essere la Persona e il Cittadino che puoi e vuoi essere. Voglio solo che tu lo ottenga. Lo abbiamo messo per iscritto, ci abbiamo creduto, vogliamo continuare a crederci tutti insieme. Non permettiamo a nulla e a nessuno di strapparci via la libertà che l’articolo 3 della Costituzione ci regala!»

Ricorrerranno contro il Patto per la Salute

Ricorrerranno contro il Patto per la Salute

Quella formula introdotta nel Patto per la Salute, secondo cui le prestazioni socio-sanitarie verranno «effettuate nei limiti delle risorse previste”, introduce, secondo alcune organizzazioni componenti del CSA (Coordinamento Sanità e Assistenza fra i Movimenti di Base), che per questo hanno deciso di ricorrere al TAR, «un’inaccettabile discriminazione tra soggetti malati, in contrasto con le leggi in vigore»

Chi nega il trasporto viola il diritto allo studio

Chi nega il trasporto viola il diritto allo studio

Di fronte alla mancata erogazione da parte della Provincia di Milano del trasporto scolastico agli studenti con disabilità delle scuole superiori – ciò che appare come frutto di una scelta consapevole – la LEDHA, componente lombarda della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), invia all’Ente una lettera di diffida, sottolineando la palese violazione di Leggi e Sentenze e anche del fondamentale, diritto allo studio

Le persone, l’ambiente e la vivibilità

Durante la presentazione di Milano della Carta dei Diritti delle Persone con Disabilità in Ospedale, è stata raccontata la storia di Tiziana, dalla quale nacque il progetto di quella stessa Carta

«Milano (e non solo Milano) può tornare a essere città dal cuore in mano, se pone relazione tra persone, ambiente e vivibilità». Parole di Antonio Giuseppe Malafarina che, secondo Franco Bomprezzi, sono la «sintesi perfetta» per l’incontro di presentazione a Milano della Carta dei Diritti delle Persone con Disabilità in Ospedale, un documento che potrà vivere bene, «solo se farà buoni incontri»

Le strade di Roma come “vulcani senza speranza”

Il regista Bernardo Bertolucci, che ha diretto il video "Scarpette rosse" ("Red Shoes"), a proposito del quale ha dichiarato tra l'altro: «Buche e sampietrini, così Roma umilia i disabili»

Lo dice dalla sua carrozzina il celebre regista Bernardo Bertolucci, che qualche tempo fa ha girato il breve video “Scarpette rosse”, atto d’accusa contro le barriere architettoniche di Roma, «situazione non più sostenibile», come denuncia l’Associazione Luca Coscioni, che lancia un appello allo stesso Bertolucci, perché ne sostenga le battaglie giudiziarie che essa intende continuare a promuovere nei confronti di Roma Capitale

Lombardia e Vita Indipendente: no a quella Proposta di Legge

Lombardia e Vita Indipendente: no a quella Proposta di Legge

«Quella Proposta di Legge, così come emendata dall’Assessorato Regionale, lascia troppo margine alla discrezionalità e degli operatori locali, a scapito delle libertà individuali e dei diritti di uguaglianza dei cittadini con disabilità»: per questo il Comitato Lombardo per la Vita Indipendente ed ENIL Italia, che avevano elaborato un loro testo, hanno inviato un appello ai Consiglieri Regionali, chiedendo di prendere in considerazione quest’ultimo

Niente tagli per il Fondo Sanitario Nazionale, ma…

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin

«Nessun nuovo taglio al Fondo Sanitario Nazionale», ha dichiarato in Parlamento il ministro della Salute Lorenzin, rispondendo così alle dure reazioni dei giorni scorsi, di fronte alle prospettive di un nuovo ridimensionamento economico per la sanità pubblica, anche se poco dopo, in televisione, lo stesso Ministro ha affermato che entro l’anno le Regioni dovranno risparmiare 900 milioni di euro, «altrimenti dovremo ridurre il Fondo Sanitario Nazionale»…

Lavoro di cura familiare: una nuova udienza a Roma

Il nastro arancio-blu per i diritti dei caregiver familiari, che ha ottenuto molto consenso anche all'estero

Verrà discusso il 22 settembre al Tribunale di Roma – dopo che qualche mese fa a Milano non si sono avuti gli esiti sperati – il ricorso collettivo nazionale presentato per ottenere il riconoscimento e la tutela del lavoro di cura dei caregiver familiari, di coloro cioè che in àmbito domestico si prendono cura di un congiunto affetto da grave disabilità e non in grado di compiere autonomamente gli atti necessari alla propria sopravvivenza e al proprio benessere

La Sanità Digitale dovrà essere realmente utile ai cittadini

La Sanità Digitale dovrà essere realmente utile ai cittadini

E invece, oltre a denunciare un ritardo sulla tabella di marcia prevista dal Patto per la Salute, in merito alla definizione dell’accordo tra Governo e Regioni sul “Patto per la Sanità Digitale”, il Tribunale dei Diritti del Malato di Cittadinanzattiva guarda con preoccupazione al rischio che anche questo percorso possa tagliare fuori chi abbia scarse disponibilità economiche, oltre ad escludere dalle decisioni le organizzazioni di cittadini e pazienti

L’emozione di conoscere e il desiderio di esistere

Lorenzo Fumagalli, che esercita in Svizzera la professione di "assistente sessuale", ha partecipato al Laboratorio di Lizzano in Belvedere (Bologna)

«La sessualità, l’affettività, l’erotismo delle persone con disabilità non sono considerati al di fuori del contesto della quotidianità, ma vengono incontrati nel giorno per giorno con gli altri». Lo sottolineano dall’Associazione bolognese De@Esi, che è stata tra i promotori di un recente laboratorio sulla materia, aggiungendo che «tutto volge all’obiettivo di creare occasioni e opportunità per elevare la qualità della vita, con l’emozione di conoscere e il desiderio di esistere»

Degenerazione maculare: la prevenzione è tutto

«Oggi – spiegano infatti dall’Associazione Per Vedere Fatti Vedere, che aderisce alla Settimana Internazionale della Degenerazione Maculare Senile, in corso fino al 21 settembre – non esistono ancora vere e proprie cure per questa grave patologia che rappresenta la prima causa di perdita della vista, ma solo terapie che ne rallentano la progressione. È quindi importantissima la prevenzione». Altro tema “di punta” è quello dei cosiddetti “alimenti salva-vista”

Per una definizione dell’assistenza indiretta

Proponiamo un nostro ampio approfondimento, per tentare di fare chiarezza su un concetto – quello di assistenza indiretta – attorno al quale, in quest’epoca, vengono espresse molte aspettative da più parti, ricordando per altro – come scrivono Giacobini e Bucci – «che il primo elemento non tanto di successo quanto di giudizio di ogni forma di erogazione indiretta è l’adeguatezza delle risorse ad essa destinate»

Terzo Settore e Welfare restino tra le priorità del Governo

Lo dichiara Pietro Barbieri, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, notando l’assenza – nel discorso con cui il presidente del Consiglio Renzi ha presentato alla Camera il cosiddetto “programma dei mille giorni” – di riferimenti alla riforma del Terzo Settore e ai temi del welfare e delle politiche sociali. «Le tante improrogabili riforme – sottolinea tra l’altro Barbieri – non possono prescindere da un intervento volto a sostenere e a valorizzare le politiche sociali»

Per una nuova cultura sulla disabilità, in tutto il mondo

Cosa si sta facendo per attuare il Piano d’Azione sulla Cooperazione allo Sviluppo e la Disabilità, redatto dal nostro Ministero degli Esteri, grazie anche alla collaborazione delle associazioni di persone con disabilità, testo che sancisce l’ingresso del principio dell’inclusione della disabilità in ogni fase di ideazione delle politiche e delle pratiche di sviluppo? Lo abbiamo chiesto a Giampaolo Cantini, direttore generale per la Cooperazione allo Sviluppo presso il Ministero degli Esteri