È una realtà l’Agenda della Sclerosi Multipla

La senatrice Emilia Grazia De Biasi, presidente della Commissione Igiene e Sanità di Palazzo Madama, tra Mario Alberto Battaglia, presidente della FISM (Fondazione Italiana Sclerosi Multipla) e Roberta Amadeo, presidente dell'AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), durante la conferenza stampa di presentazione dell'Agenda della Sclerosi Multipla

Con la presentazione dell’Agenda della Sclerosi Multipla, che dovrà tradurre in scadenze e atti concreti gli impegni contenuti nella Carta dei Diritti delle persone con sclerosi multipla, presentata nel 2014, l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) ha avviato “alla grande” le tante iniziative previste per la Settimana Nazionale della Sclerosi Multipla, che dal 23 al 31 maggio ruoterà intorno al 27 Maggio, Giornata Mondiale dedicata alla malattia

Lombardia: grave non convocare quel Gruppo di Lavoro

Lombardia: grave non convocare quel Gruppo di Lavoro

Di fronte all’ennesimo rinvio della convocazione del GLIR (Gruppo di Lavoro Interistituzionale Regionale), organismo fondamentale per affrontare i problemi dell’inclusione scolastica e permettere la programmazione dei necessari interventi, le Federazioni delle Associazioni di persone con disabilità della Lombardia chiedono che tale convocazione arrivi quanto prima, configurando anche una «grave omissione di atti» da parte dell’Ufficio Scolastico Regionale

Sono gli studenti con disabilità, ad essere “in serie B”!

Sono gli studenti con disabilità, ad essere “in serie B”!

La FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) replica a un’ampia analisi di Adriano Sofri, pubblicata da «la Repubblica», centrata sul ruolo e le competenze degli insegnanti di sostegno. Difendendo quindi la Proposta di Legge sul miglioramento dell’inclusione scolastica, da essa stessa sostenuta, la Federazione conclude di guardare con favore «a ogni tentativo di garantire agli alunni con disabilità una prospettiva diversa da quella del parcheggio in corridoio assieme al bidello!»

Troppo bianchi per i neri e troppo neri per i bianchi

Due ragazzi africani albini

Vittime di gravissime discriminazioni, fino alla soppressione fisica, particolarmente in alcune zone del mondo e segnatamente in vari Paesi dell’Africa Subsahariana, le persone con albinismo, “troppo bianche per i neri e troppo nere per i bianchi” incarnano tutti i paradossi della condizione di diversità. È partita ora dall’Italia un’iniziativa in internet, cui tutti possono partecipare prestando semplicemente la propria voce, che cerca di togliere dall’ombra le persone africane con albinismo

Bene le scuse di Trenitalia, ma il cammino è ancora lungo

Bene le scuse di Trenitalia, ma il cammino è ancora lungo

Sia l’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) che il CoorDown (Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down) ritengono apprezzabili le scuse di Trenitalia, dopo il triste e ripetuto episodio di discriminazione, in Veneto, nei confronti di alcuni giovani con sindrome di Down, accusati di “eccessiva lentezza” nel fare il biglietto del treno. E tuttavia sottolineano come sia ancora lunga la strada verso la piena e completa inclusione delle persone con sindrome di Down

I diritti e il lavoro per i Malati Rari

Un "giovane adulto" affetto da una Malattia Rara, insieme a una congiunta

Un’analisi dei servizi per le persone con Malattie Rare nelle diverse Regioni, per formulare proposte utili al miglioramento delle Reti Regionali di assistenza e promuovere l’equità di accesso ai servizi stessi: è stato questo il Progetto “Carosello”, promosso da UNIAMO-FIMR (Federazione Italiana Malattie Rare), dal quale è scaturita anche una guida sui diritti esigibili e le agevolazioni nel lavoro. I risultati dell’iniziativa verranno presentati il 22 maggio a Roma

Europarlamentari che si battono contro la segregazione

La parlamentare europea della Croazia Biljana Borzan, che insieme ad altri dodici colleghi ha firmato la Dichiarazione Scritta sulla promozione della deistituzionalizzazione delle persone con disabilità nell'Unione Europea

«Le persone con disabilità devono poter scegliere dove vivere e con chi vivere»: lo ribadisce una volta ancora Vincenzo Falabella, presidente della FISH, commentando con soddisfazione la Dichiarazione Scritta presentata da tredici Europarlamentari, «sulla promozione della deistituzionalizzazione dei disabili nell’Unione Europea». Un atto che se raccoglierà l’adesione della maggioranza del Parlamento Europeo, assumerà una rilevanza storica, sia culturalmente che politicamente

L’arte da un punto di vista differente

Salvatore De Stefano, "Macchie nello spazio". De Stefano, persona non vedente, è uno degli artisti di cui sono presenti le opere in questi mesi in Estonia

Leggere il mondo attraverso l’ispirazione creativa di qualcuno “altro”, condividendo una sensibilità artistica ai più sconosciuta e mettere in connessione due Paesi molto diversi dell’Unione Europea (Italia ed Estonia), diffondendo il messaggio di una cultura senza confini: sono gli obiettivi della bella iniziativa che ha portato in Estonia due nuove edizioni della mostra di artisti non vedenti e ipovedenti “Sensi dell’Arte | Art Senses”, già apprezzata in varie città del nostro Paese

Il Reddito di Inclusione Sociale contro la povertà crescente

Il Reddito di Inclusione Sociale contro la povertà crescente

Contrastare la povertà, tramite uno strumento di politica sociale fondato sulla necessità di integrare un intervento di sostegno al reddito con un’adeguata politica dei servizi (lavoro, istruzione, salute, integrazione e altro ancora): è questo l’obiettivo del REIS (Reddito di Inclusione Sociale), proposta organica avanzata dall’Alleanza contro la Povertà, i cui rappresentanti ne riparleranno nel pomeriggio di oggi, 20 maggio, in un incontro con il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali

Un gene implicato nei trattamenti della sclerosi multipla

Una delle immagini esposte nell'àmbito della mostra "Under Pressure: living with MS in Europe" (“Sotto pressione: vivere con la sclerosi multipla in Europa”), portata in Italia nel 2013 dall'AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla)

Pone le basi di possibili applicazioni terapeutiche future, nel quadro della cosiddetta medicina personalizzata – che adatta i trattamenti ai singoli pazienti – ed è anche un ottimo esempio di ricerca traslazionale – che unisce cioè le competenze dei ricercatori e l’esperienza clinica dei neurologi – uno studio multicentrico, che ha coinvolto pazienti italiani, francesi e americani, individuando una variante genetica associata alla risposta a uno dei farmaci usati per la sclerosi multipla

«Ascolti me, questi ragazzi non ce la possono fare!»

Più o meno questo ha detto un operatore di Trenitalia a un’educatrice professionale – rimarcando la propria «superiore esperienza»… – quando si è rifiutato di emettere biglietti singoli ad alcuni giovani con sindrome di Down diretti a Venezia per un weekend all’insegna dell’autonomia. Come minimo si attendono le scuse di Trenitalia, se non corsi di formazione (e di buona educazione) per il personale. Altrimenti resta la legge contro la discriminazione delle persone con disabilità

La nostra battaglia contro la segregazione

«Chiediamo che per le persone istituzionalizzate in contesti segreganti siano attivati percorsi di supporto alla domiciliarità o di inserimento in contesti che riproducano le condizioni abitative e relazionali della casa familiare. È una battaglia di civiltà che affianchiamo idealmente a quella storica sulla soppressione dei manicomi e alla più recente chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari»: lo dichiara Vincenzo Falabella, presidente della FISH, rispetto alla discussione sul Disegno di Legge riguardante il cosiddetto “Dopo di Noi” delle persone con disabilità

Che bel segnale, arriva dalla Calabria!

È proprio la Calabria, infatti, la prima Regione del nostro Paese – della quale si spera che molte altre riprendano presto l’esempio – in cui è stata approvata una Delibera di Giunta Regionale che ha posto le basi per l’emanazione delle linee guida per la mappatura e la pianificazione del soccorso in emergenza delle persone con disabilità, in situazioni di rischio di emergenze umanitarie e disastri naturali

Roma diventa la capitale della disabilità intellettiva

«Questo grande evento europeo rappresenterà un nuovo punto di partenza per tutte le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, per le loro famiglie, per i nostri decisori politici e per tutti coloro che quotidianamente si confrontano con la disabilità intellettiva»: lo dichiara Roberto Speziale, presidente dell’ANFFAS, in vista dell’imminente conferenza di Roma di Inclusion Europe, l’Associazione europea di persone con disabilità intellettiva