Storie che devono appartenere a tutti

Il logo dell'iniziativa che porterà alla pubblicazione del libro "La mia storia ti appartiene"

Per ricordare a tutte le persone con disabilità che fino al 10 settembre potranno contribuire con testimonianze proprie a dare sostanza al libro “La mia storia ti appartiene. I disabili raccontano”, cediamo la parola a Silvia Cutrera, presidente di una delle organizzazioni promotrici dell’iniziativa, che nel raccontare due storie di “ordinaria assurdità”, si augura che questo invito alla scrittura possa contribuire a «produrre cambiamenti evolutivi utili per tutti»

Malattie Rare: si continua a far “Conoscere per assistere”

Il logo del progetto di UNIAMO-FIMR "Conoscere per assistere"

Si chiama infatti “Conoscere per assistere” il progetto voluto da UNIAMO-FIMR (Federazione Italiana Malattie Rare), per la cui seconda edizione è stato siglato un nuovo Patto d’Intesa con una serie di Federazioni e Società di medici. L’obiettivo è sempre quello di garantire un miglioramento della qualità delle cure per le persone con Malattie Rare, facendo crescere, in questo settore, una nuova sensibilità diagnostica e assistenziale

Non profit: quante cose in più, senza dover pagare l’IVA!

Il logo della campagna #NoProfitNoIva, promossa dal «Corriere della Sera»

«Se i nostri Soci non avessero dovuto pagare l’IVA, avrebbero potuto fare molto di più, a beneficio di tutti»: lo dichiarano dall’IID (Istituto Italiano della Donazione), che oltre a dar rilievo alla campagna “#NoProfitNoIva” lanciata dal «Corriere della Sera», sottolinea anche come tale problema sia ancor più urgente per le realtà del Terzo Settore che si occupano di ricerca scientifica

La grande bellezza è la purezza d’animo

Giovanna Vignola insieme a Paolo Sorrentino, regista del pluripremiato film "La grande bellezza", di cui è stata coprotagonista

Sono parole di Giovanna Vignola, persona con acondroplasia (“nanismo”), che ha interpretato il ruolo di “Dadina”, direttrice di giornale, nella “Grande bellezza”, film premiato con l’Oscar. «Ho capito – racconta – che attraverso quel ruolo potevo riscattare la dignità di tutte le persone con acondroplasia e disabilità. E ho pensato anche che potevo recitare con la forza e l’energia dei bambini e delle famiglie dell’Associazione di cui faccio parte»

“Supereroi” cercasi, contro la sclerosi multipla

Una volontaria dell'AISM

«Contro la sclerosi multipla servono “supereroi” come te. Diventa volontario AISM»: è appunto questo il messaggio con cui l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla sta per lanciare la propria seconda campagna di reclutamento volontari, in oltre sessanta città italiane, con postazioni presenti nelle piazze, tramite “Open Day” nelle proprie Sezioni territoriali e anche con attività nelle scuole

È nata la Bandiera Lilla!

La Bandiera Lilla lanciata in Liguria

Nuovo simbolo del turismo fruibile da parte di tutti, rivolto non solo ai tradizionali luoghi dell’arte e del divertimento, ma anche ad esercizi commerciali, biblioteche, passeggiate, luoghi di culto, uffici pubblici, centri di informazione, ricettività ospedaliera e ogni altro luogo o servizio connesso alla cultura dell’ospitalità, la Bandiera Lilla è stata promossa in Liguria e assegnata nelle scorse settimane ai primi Comuni virtuosi

Sicilia: come cambiare rotta sulla disabilità

Sicilia: come cambiare rotta sulla disabilità

Tagli ripetuti, mancanza di programmazione, servizi essenziali bloccati, anche nelle scuole: le varie organizzazioni della Sicilia si sono confrontate, a inizio agosto, con i rappresentanti istituzionali dell’Isola, per capire quali possano essere le soluzioni alle gravi criticità riguardanti i servizi socio-sanitari, che tanti problemi e difficoltà stanno creando alle persone con disabilità e alle loro famiglie

Tutti a Scuola sbarca alla Mostra del Cinema di Venezia

Una protesta dell'Associazione napoletana Tutti a Scuola in Piazza Montecitorio a Roma

O meglio lo farà il racconto delle tante iniziative per i diritti promosse dalla combattiva Associazione napoletana, ciò che compone il film documentario di Fabio Masi “Vietato ai Disabili”, reso possibile dalla collaborazione con il celebre programma televisivo “Blob” e che il 3 settembre verrà proiettato al Lido di Venezia, durante la Mostra del Cinema, prima di un dibattito pubblico che coinvolgerà anche esponenti istituzionali e politici

Tema: Il mio papà

(disegno di Gianni Minasso)

Continuiamo a dare spazio al percorso intrapreso sulle nostre pagine da Gianni Minasso, intitolato “A 32 denti (Sorridere è lecito, approvare è cortesia)”, e fatto di “incursioni” nel grottesco e nella comicità più o meno involontaria che, come tutte le altre faccende umane, riguarda anche il mondo della disabilità. E questa volta lo strumento è la cosiddetta “invidiabile genuinità di un bambino”, che scrive del papà disabile…

Quella struttura agrituristica deve nascere quanto prima!

Un'immagine di Zocca, in provincia di Modena, nella cui comunità dovrebbe sorgere la nuova struttura agrituristica

Una struttura agrituristica unica, gestita da persone con disabilità e che ne potrà anche occupare molte, un’iniziativa importante, sia dal punto di vista sociale, che lavorativo e ambientale, accolta con interesse da vertici europei, statali e dall’Ente Locale. E nonostante ciò, la storia del Progetto “Spazio Senza Limiti”, alle pendici dell’Appennino Emiliano, è l’ennesima vicenda italiana di dinieghi, ostacoli e burocrazia, che va sbloccata quanto prima

Certificazioni per l’inclusione nel Lazio: questioni aperte

Nonostante le Circolari successive e anche una serie di riunioni con i vari Dirigenti Scolastici, ci sono ancora alcuni dubbi interpretativi e restano dei quesiti aperti, rispetto alle procedure di certificazione di disabilità ai fini scolastici nel Lazio, regione che presenta un indice di quelle stesse certificazioni assai superiore a quello della media nazionale

I “Lucas” in cima al Monte Rosa

Ovvero Luca Barisonzi, alpino rimasto tetraplegico in Afghanistan, prima persona con tetraplegia ad arrivare sul rifugio più alto d’Europa, e Luca Colli, alpinista estremo che lo ha coinvolto nell’impresa. «Come militare – ha detto Barisonzi – mi sono sentito di portare con me tutti i feriti e coloro che non sono tornati. E poi ho voluto mostrare le abilità della disabilità, la forza che rimane, la voglia di sognare»

La vita è come andare in bicicletta

Ovvero, come diceva Albert Einstein, «se vuoi stare in equilibrio devi muoverti». Una frase che ben sintetizza il senso dell’“Opel Handy Cyklo Maraton 2014”, iniziativa che ha visto ventinove persone con disabilità in handbike e tanti ciclisti percorrere le strade della Repubblica Ceca e della Slovacchia, all’insegna dell’amicizia e del lavoro di squadra, contro le barriere e i cliché esistenti sulla disabilità

Malattie Rare: così ne andrebbero aggiornati gli elenchi

Si rivolgono ancora una volta al Ministro della Salute, i due Comitati Diritti Non Regali per i Malati Rari e I Malati Invisibili, per avanzare una proposta di revisione dell’elenco delle Malattie Rare riconosciute, fermo ormai dal 2001, «procedendo dove possibile – scrivono – ad ampi raggruppamenti di patologie, che facciano capo, nella pratica diagnostico/terapeutica, a Centri di riferimento che se ne occupino nel loro insieme»