Rispetto per l’ambiente e diritto all’accessibilità devono marciare insieme

Un giovane non vedente e un giovane con disabilità motoria in carrozzina percorrono un sentiero turistico insieme ad altre persone

Favorire l’accessibilità all’ambiente naturale e ai sentieri di montagna rappresenta un obbligo normativo ineludibile: per questo la Federazione lombarda LEDHA e Legambiente Lombardia hanno chiesto alla propria Regione che di fronte ad ogni opposizione strumentale, venga realizzato in Val di Mello quel progetto volto a migliorare l’accessibilità di un sentiero già esistente, ribadendo in tal modo il proprio impegno a salvaguardare l’ambiente naturale, senza che questo divenga motivo di esclusione delle persone con disabilità

Il lavoro giusto alla persona giusta

Una delle persone con disabilità cognitiva coinvolte nel progetto promosso dalla Fondazione FOQUS Quartieri Spagnoli di Napoli

Aziende che assumeranno personale appartenente alle cosiddette “categorie protette”, per impiegarlo non nella propria struttura, ma in un’altra realtà, più in linea con il percorso terapeutico, professionale e di crescita personale della persona: consiste sostanzialmente in questo un progetto della Fondazione FOQUS Quartieri Spagnoli di Napoli, approvato dalla Regione Campania, tramite una convenzione siglata tra le parti. «Speriamo di avere tracciato un percorso utile per tutte le aziende locali e nazionali che vogliano replicare l’iniziativa», commenta il direttore della Fondazione FOQUS

Lèon parla poco, ma fa capire tanto sull’autismo

Il personaggio Lèon, creato da GioMo (Giovannella Monaco), che l'Associazione sensibilMente sta utilizzando come strumento didattico sui disturbi dello spettro autistico

«Lèon parla poco e quasi sempre della stessa cosa, a volte si tappa le orecchie se sente un forte rumore, a volte si arrabbia e anche molto! Però gli piacciono i dinosauri, le foglie cadute per terra nel cortile della scuola, l’affetto dei suoi amici»: Lèon è il protagonista di un fumetto realizzato dall’illustratrice GioMo (Giovannella Monaco), per presentare nelle scuole, in modo semplice e immediato, i comportamenti tipici dei bambini nello spettro autistico. E l’Associazione sensibilMente di Olbia lo sta utilizzando come strumento didattico in varie scuole della Sardegna

Per uno sviluppo sostenibile che non lasci nessuno indietro

Una realizzazione grafica dedicata al teerzo Festival dello Sviluppo Sostenibile, con il messaggio portante dello stesso ("Mettiamo mano al nostro futuro")

Proprio mentre scriviamo è in corso a Roma l’evento di apertura del terzo Festival dello Sviluppo Sostenibile, la più grande iniziativa italiana sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale, con la quale si cerca di realizzare un cambiamento culturale e politico che consenta al nostro Paese di attuare l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e centrare i diciassette Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, che tanti riferimenti fondamentali hanno anche per tutte le persone con disabilità

“Le parole non ci bastano”: una storia di determinazione e concretezza

Donatella "Dona" Esposito

“A noi le parole non bastano” è il messaggio-chiave dell’ormai prossimo Congresso Annuale di Rimini dell’Associazione ACMT-Rete, impegnata sul fronte della malattia di Charcot-Marie-Tooth, patologia che colpisce i muscoli e i nervi dei quattro arti. Ma è anche il “filo rosso” della vita di Donatella “Dona” Esposito, coriacea responsabile di tale Associazione, donna determinata e concreta, che solo a trent’anni riuscì ad avere la sua prima diagnosi

Mobilità significa autonomia e libertà: lo dice anche un disegno sugli autobus

Il grande manifesto sulla fiancata dell'autobus di CTT Nord, con il disegno realizzato da Michele Russo

Due autobus di linea di Lucca saranno allestiti per tre mesi con un grande disegno voluto per sensibilizzare l’opinione pubblica sui diritti delle persone con disabilità e realizzato dall’illustratore Michele Russo: consiste in questo la campagna di sensibilizzazione sulla disabilità promossa da CTT Nord (Compagnia Toscana Trasporti Nord), in collaborazione con le Associazioni ANMIL e UICI, presentata nei giorni scorsi nella città toscana. «Proporremo l’iniziativa – dichiarano dall’ANMIL – anche ad altre compagnie di trasporto locali»

Importante intesa tra i disability manager e i Comuni Italiani

Importante intesa tra i disability manager e i Comuni Italiani

«Ritengo che questo accordo con l’ANCI – che rappresenta il tessuto sociale, geografico e culturale italiano – sia una vera e propria pietra miliare per la collaborazione alla diffusione di una cultura inclusiva che tuteli i diritti delle persone con disabilità e per lo sviluppo della figura del disability manager»: così Rodolfo Dalla Mora, presidente della SIDIMA (Società Italiana Disability Manager), commenta il Protocollo d’Intesa siglato con l’Associazione Nazionale Comuni Italiani, frutto di una volontà condivisa di promuovere progetti di sensibilizzazione per una cultura inclusiva

Autismo: un progetto per diventare “soggetti desideranti”

Un'immagine dell'incontro di Fucecchio (Firenze), che ha dato il via al progetto "Imagine" nella Zona Toscana Centro

Portare i genitori di persone con disturbi dello spettro autistico ad una maggiore consapevolezza, che consenta loro di essere determinanti nella costruzione e realizzazione del progetto di vita per il proprio figlio: è questo l’obiettivo del progetto “Imagine”, voluto dall’Associazione Autismo Toscana, che dopo avere esordito con un primo incontro a Siena, per la Zona Sud-Ovest della Regione, è approdato nei giorni scorsi anche nella Zona Toscana Centro, con il primo di quattro incontri a Fucecchio (Firenze), in attesa del secondo, che si terrà a Prato

Un incontro con i candidati alla Presidenza della Regione Piemonte

Un incontro con i candidati alla Presidenza della Regione Piemonte

Un incontro con i candidati alle Elezioni Regionali del Piemonte, su vari temi riguardanti la disabilità e più in generale il terzo settore: lo ha organizzato la Federazione FISH Piemonte per il 21 maggio a Torino, basandosi su una piattaforma programmatica significativa anche per le Elezioni Europee e per quelle Comunali previste in diverse città della Regione. «Vogliamo capire – spiegano i promotori dell’iniziativa – se e come potremo contare sul supporto della politica e delle istituzioni per affrontare le questioni che ci riguardano, che sono tante, urgenti e spesso lasciate da parte»

Donne con disabilità, la doppia discriminazione

"Donna piange 1": opera delle Ragazze di Pontremoli (le giovani detenute dell'Istituto Penale per Minorenni di Pontremoli)

È questo il titolo dell’incontro voluto dalla deputata Lisa Noja, in programma per il 22 maggio a Roma, che si auspica possa fare da apripista per portare il tema in questione all’attenzione del Parlamento. «Considero questo incontro – sottolinea Silvia Cutrera, vicepresidente della Federazione FISH, che sarà tra i relatori – come un’ideale continuazione del convegno pubblico da noi organizzato insieme a Differenza Donna l’11 dicembre 2018, durante il quale si chiese alle Parlamentari presenti un impegno sostanziale. Ci auguriamo, quindi, che quel percorso prosegua senza ostacoli»

Una mozione che potrà sbloccare il collocamento mirato a Roma

Una mozione che potrà sbloccare il collocamento mirato a Roma

L’approvazione di una mozione sostenuta da tutte le forze politiche dell’Assemblea di Roma Capitale consentirà di dare finalmente l’avvio ai bandi di selezione per i tirocini finalizzati a prossime assunzioni di persone con disabilità, all’insegna del collocamento mirato previsto dalla Legge 68/99. «È stato un lavoro collettivo – commenta l’esponente sindacale Fiorella Puglia -, svolto insieme a famiglie, associazioni e formatori, a portare a questo risultato, importante perché le persone con disabilità, anche grave, hanno diritto all’occupazione, all’inclusione e a non essere dimenticate»

Oggi in tante città si accende una luce sulle neurofibromatosi

Come già negli anni scorsi, oggi, 17 maggio, che è la Giornata Internazionale di Sensibilizzazione sulle Neurofibromatosi, si illumineranno di verde o di blu i monumenti e i palazzi di varie città d’Italia, che hanno raccolto l’invito lanciato per l’occasione dalle Associazioni ANF, ANANAS e LINFA, a dare ampia visibilità all’evento, per esprimere vicinanza alle persone con neurofibromatosi e per richiamare l’attenzione della società, delle istituzioni nazionali e internazionali e della comunità scientifica su questo gruppo di sindromi genetiche rare

Il futuro della tradizione e l’accessibilità del futuro

Si chiama così la mostra-convegno organizzata per domani, 18 maggio, a Palazzo Massimo di Roma dall’UICI della Capitale (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), in collaborazione con il Museo Nazionale Romano e in coincidenza con la Giornata Internazionale dei Musei. L’evento offrirà ai presenti un’importante opportunità per fare il punto sul tema dell’accessibilità museale per le persone con disabilità visiva, una fotografia per mappare lo stato dell’arte non solo in termini artistici, ma anche sul progresso tecnologico, normativo, educativo e inclusivo dei poli museali

Mario Barbuto confermato Presidente del FID: prima di tutto il diritto di voto

Riconfermato alla Presidenza del FID (Forum Italiano sulla Disabilità), Mario Barbuto ha annunciato una sua lettera ai candidati all’Europarlamento, per chiederne un impegno preciso sui temi della disabilità, a partire dal libero esercizio del diritto di voto e di elezione. Organismo importante soprattutto a livello internazionale, il FID ha nelle Federazioni FAND e FISH le sue principali componenti e queste ultime hanno ribadito per l’occasione il fermo proposito di raggiungere posizioni comuni e condivise sui temi principali che riguardano milioni di persone con disabilità in tutta Italia

Come discriminare le persone con disabilità ultrasessantacinquenni

«A partire dalla Convenzione ONU – dichiara Roberto Speziale, presidente dell’ANFFAS – fino alla Legge 112/16, al Piano di Indirizzo sulla Riabilitazione, ad alcuni provvedimenti amministrativi e agli stessi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza Sanitaria), da nessuna parte è stabilito che alle persone con disabilità di 65 anni vengano negate prestazioni, servizi e interventi sociosanitari assicurati fino al giorno prima. Va contrastata tale assurda prassi, posta in essere in alcuni territori al solo scopo di risparmiare risorse a discapito dei diritti delle persone con disabilità anziane»