Un altro Comune condannato per l’insufficiente assistenza allo studio

Un altro Comune condannato per l’insufficiente assistenza allo studio

«Questa Sentenza sancisce ancora una volta il principio secondo cui i diritti dei bambini e dei ragazzi con disabilità non devono dipendere dalla disponibilità immediata di risorse. Gli Enti Locali devono infatti garantire i servizi di assistenza allo studio in tempi brevi e certi, fornendo le ore di supporto ritenute necessarie»: viene commentata così, da parte della Federazione lombarda LEDHA, l’ennesima Sentenza di condanna nei confronti di un Comune – quello di Lonato del Garda (Brescia) – per non avere garantito le necessarie ore di assistenza educativa a un ragazzo con grave disabilità

Bene le scuse di Travaglio, ma il problema del linguaggio è assai più ampio

Bene le scuse di Travaglio, ma il problema del linguaggio è assai più ampio

In un carteggio privato con Paolo Virgilio Grillo, presidente dell’AIPD, il giornalista Marco Travaglio si è scusato per l’uso del termine “mongoloide”, durante una trasmissione televisiva, fatto da noi già segnalato su queste stesse pagine. È quanto tra l’altro gli era stato chiesto, con dure prese di posizione, anche da parte del CoorDown e dell’ANFFAS. E tuttavia, il problema di un corretto utilizzo del linguaggio sulla disabilità sembra assai più ampio e generalizzato, al di là di tristi episodi singoli, come quello denunciato in questa occasione

Un interlocutore unico di fronte alle Istituzioni

Il diritto allo studio delle persone con disabilità è uno dei temi che la FISH di Vicenza intende da subito affrontare

«Vogliamo diventare un interlocutore unitario nei confronti delle Istituzioni, sulle varie istanze riguardanti il mondo della disabilità. In particolare, affronteremo da subito temi quali la mobilità, l’accessibilità dei trasporti, il diritto allo studio, la residenzialità extraospedaliera, i nuovi LEA Sanitari e la normativa su protesi e ausili»: lo ha dichiarato Riccardo Cagnes, coordinatore della FISH di Vicenza (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), che si è presentata nei giorni scorsi alla cittadinanza e alla quale aderiscono attualmente tredici Associazioni

Altra importante tappa per “Home Special Home”

Un'immagine di "Home Special Home", la struttura di Feletto Umberto (Udine), voluta dall'Associazione ProgettoAutismo FVG, presso la quale domani, 23 settembre, vi inaugurerà il Centro Diurno

Domani, 23 settembre, “Home Special Home”, ovvero la “casa per l’autismo” che l’Associazione ProgettoAutismo FVG sta via via realizzando in provincia di Udine, vera e propria struttura polifunzionale per le persone con autismo e le loro famiglie, vivrà una nuova importante tappa, con l’inaugurazione del Centro Diurno, in attesa di proseguire già dal prossimo mese di ottobre, con un nuovo lotto di lavori, per la realizzazione dei gruppi appartamento

Maria Stella Falco, “artigiana” dei propri testi

Maria Stella Falco (foto di Federica Vergaro)

Ha già messo insieme molte interessanti esperienze, Maria Stella Falco, giovane donna pugliese con disabilità, che ha recentemente dato alle stampe la sua opera prima, “Due tempi, due donne, due stralci di storie”, dove applica la tecnica della riscrittura creativa, sulle orme di Giuseppe Pontiggia, con l’obiettivo di diventare una vera e propria “artigiana” dei suoi testi. Andiamo a conoscerla, insieme a Stefania Delendati

Dall’Unità Spinale Unipolare a “Casa Gabriella”

La bella immagine scelta per illustrare il manifesto di "Volevo cambiare il mondo", la rappresentazione teatrale dedicata a Gabriella Bertini, che andrà in scena a Firenze, subito dopo l'incontro del 25 settembre

Per Gabriella Bertini – coraggiosa donna con disabilità che tante lotte condusse, in anni difficili, in favore della dignità e dei diritti delle persone con disabilità – il futuro consisteva soprattutto nella realizzazione di un sogno, ovvero del Progetto “Casa Gabriella”, che desse completezza nel tempo al percorso assistenziale garantito dall’Unità Spinale Unipolare di Firenze. Un’altra tappa verso la concreta realizzazione di quel sogno sarà un importante incontro promosso a Firenze per il 25 settembre dall’Associazione Toscana Paraplegici e da Medicina Democratica

Già 266 interventi per l’adattamento domestico

Un esempio di cucina accessibile a una giovane con disabilità motoria

Verifica delle condizioni degli ambienti e valutazione delle abilità della persona: su questo si basano i sopralluoghi realizzati in Toscana (al momento già 266), nell’àmbito di “Adattamento domestico per l’autonomia”, progetto promosso dalla Regione e coordinato dal CRID (Centro Regionale di Informazione e Documentazione sull’accessibilità). L’iniziativa consente alle persone con grave disabilità di ricevere una consulenza tecnica sul livello di accessibilità delle abitazioni, potendo poi ottenere un contributo economico per la realizzazione delle opere necessarie

La città capace di… accogliere, includere e sognare

La città capace di… accogliere, includere e sognare

Tornerà in Umbria da domani, 21 settembre e fino a sabato 23, il “Festival per le città accessibili”, manifestazione che in questa quarta edizione – dedicata al tema “La città capace di… accogliere, includere e sognare” – metterà ancora una volta a confronto tante diverse iniziative, accomunate però dall’unico obiettivo di eliminare dalle città le barriere fisiche, sociali, culturali ed economiche. Una preziosa occasione di incontro, dunque, fra le Istituzioni con responsabilità di governo urbano e i vari attori della città accessibile, compresi tecnici, associazioni e operatori del settore

Opportunità di mobilità per una città sempre più accessibile

Opportunità di mobilità per una città sempre più accessibile

È certamente doveroso che nell’àmbito della “Settimana Europea della Mobilità Sostenibile”, in corso a Torino, sia stato previsto per domani, 22 settembre, anche il convegno intitolato appunto “Opportunità di mobilità per una città sempre più accessibile”, durante il quale – partendo dall’assunto fissato dalla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, che accessibilità, fruibilità e mobilità personale sono diritti umani – verrà proposta un’ampia carrellata sulle attuali opportunità di utilizzo dei mezzi di trasporto da parte delle stesse persone con disabilità

Circa diecimila studenti con disabilità in più

Circa diecimila studenti con disabilità in più

Un documento diffuso nei giorni scorsi dal Ministero dell’Istruzione, concernente una serie di dati sulle scuole statali, parla di oltre diecimila alunni con disabilità in più, rispetto allo scorso anno scolastico, confermando la quasi costante crescita degli stessi, negli ultimi dieci anni, in parallelo a quella degli insegnanti di sostegno (molti dei quali tramite i cosiddetti “posti in deroga”)

Le persone vogliono Vita Indipendente e che sia ben finanziata

I componenti il Consiglio Direttivo del Comitato Marchigiano per la Vita Indipendente delle Persone con Disabilità

«Dagli incontri con le persone con disabilità già coinvolte in progetti di Vita Indipendente o che avrebbero i requisiti e le motivazioni per esserlo, abbiamo avuto la conferma che quella Legge Regionale sulla Vita Indipendente va approvata al più presto e che il finanziamento ipotizzato per la stessa è palesemente insufficiente»: lo dicono i rappresentanti del Comitato Marchigiano per la Vita Indipendente delle Persone con Disabilità, che hanno promosso ben cinque assemblee in diverse città della propria Regione e che ora attendono di incontrare ancora i rappresentanti della Regione

Quelle società di trasporto condannate per discriminazione collettiva

Consolidando un importante precedente giuridico, il Tribunale di Vicenza ha accolto un ricorso presentato dall’Associazione Luca Coscioni, condannando le società di trasporto della città berica, per condotta discriminatoria nei confronti delle persone con disabilità, a causa dell’inaccessibilità dei loro mezzi. «Il nostro impegno – hanno dichiarato nel corso di una conferenza stampa i rappresentanti dell’Associazione Coscioni – rimane quello di moltiplicare azioni come quella condotta a Vicenza»

Le condanne morali non bastano più

«Crediamo che insieme alle battaglie culturali per la piena inclusione e le pari opportunità, servano anche decise azioni legali contro gli autori di questi gesti odiosi. Condannare, infatti, non basta, né bastano le scuse: dobbiamo far sì che la legge contro le discriminazioni cominci a funzionare da deterrente contro l’inciviltà»: così Nazaro Pagano, presidente dell’ANMIC, commenta l’avvilente caso di inciviltà che in una nota “strada del lusso” di Milano, ha visto il proprietario di una Ferrari trattare a male parole e a quanto pare anche colpire il padre di un ragazzo con grave disabilità

Il ventiduesimo “Premio Louis Braille”

Nella serata di oggi, 20 settembre, al Teatro Brancaccio di Roma, verrà conferito a Fulvio Giardina, presidente del CNOP (Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi) e a Gioia Ghezzi, presidente di FSI (Ferrovie dello Stato Italiane). il ventiduesimo “Premio Louis Braille”, destinato dall’UICI a persone e istituzioni che si siano distinte nel contribuire al miglioramento delle condizioni di vita, lavoro e studio dei ciechi e degli ipovedenti italiani

Quel viaggio di Andrea Stella, che potrebbe aprire molte porte

«Gli incontri di Andrea Stella con Papa Francesco e con il Dalai Lama – dichiara Vincenzo Falabella, presidente della FISH – riaprono il tema del rapporto fra disabilità e confessioni religiose e in particolare la consegna della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità al Santo Padre evoca non poche aspettative nel movimento delle persone con disabilità, credenti o meno». Dopo oltre dieci anni, quindi, torna al centro dell’attenzione, e con la speranza di positive evoluzioni, il dibattito sulla mancata ratifica della Convenzione ONU da parte della Santa Sede