Arrivederci al 26 agosto

Una realizzazione grafica americana dedicata all'inclusione delle persone con disabilità

Buona estate a tutti i Lettori! La redazione di «Superando.it» si prende alcune settimane di pausa. Riprenderemo le pubblicazioni regolari da lunedì 26 agosto, pur potendo dare spazio, anche in questo periodo, ad eventuali “Ultim’Ora” di particolare urgenza e attualità. Sono naturalmente a disposizione dei Lettori i nostri ampi archivi, sempre divisi per argomento (Diritti – Autonomia – Salute – Lavoro – Studio – Sport e Turismo – Società)

“Noi speriamo che ce la caviamo da soli…”

Corso di cucina organizzato dall'Associazione Aladino di Terni, nell'àmbito del progetto "Noi speriamo che ce la caviamo da soli..."

Fare la spesa, cucinare, mangiare assieme attorno a un tavolo, oppure sul lungomare, partire per qualche giorno in montagna, o anche calcare il palco di un teatro: tanti momenti di vita quotidiana che ognuno ha il diritto di vivere. E sono le azioni che ormai da un anno, e sempre con maggiore consapevolezza, animano “Noi speriamo che ce la caviamo da soli…”, progetto voluto allo scopo di costruire percorsi di graduale autonomia per persone con disabilità intellettiva o fisica, coinvolgendo tredici Associazioni impegnate sul fronte della disabilità in dodici Regioni del nostro Paese

“Sorrisi per sempre”: un percorso odontoiatrico specifico per pazienti fragili

Screening odontoiatrico su una persona con disabilità

Si chiama “Sorrisi per sempre” il progetto preventivo-assistenziale in àmbito odontoiatrico attivato nel territorio senese, un servizio pensato per pazienti fragili, persone – anziane e non – con gravi disabilità e non autosufficienti residenti nella propria abitazione od ospitate in diverse strutture. A tal proposito, qualche giorno fa, all’Ospedale Alta Valdelsa di Campostaggia è stato eseguito il primo intervento odontoiatrico, in anestesia generale, in una paziente adulta con disabilità grave

Le parole dipinte di Clara Woods

"Painter - Autoritratto" è una delle opere di Clara Woods che saranno esposte il 20 luglio in Versilia

L’ictus perinatale le ha impedito di parlare, ma non certo di esprimersi attraverso la pittura, che le ha anche consentito di ottenere grandi progressi comunicativi, oltre a un grande consenso, con mostre già organizzate in Italia e all’estero. Ora Clara Woods è attesa in Versilia, nella serata del 20 luglio, quando verrà riproposto a Torre del Lago (Lucca) l’evento “Parole Dipinte”, con un’esposizione delle sue opere a fare da sfondo allo spettacolo teatrale dell’attrice Lavinia Costantino

Di sorriso in sorriso, di lotta in lotta, ce la stiamo facendo!

Milena, insieme ai figli Alessio ed Emanuele

Dietro modi gentili, uno sguardo sereno e un grande sorriso, si nasconde la forza incredibile di Milena, madre di due ragazzi con disturbo dello spettro autistico, per la cui crescita è finora stato fondamentale lo sport del nuoto, praticato con il movimento Special Olympics. «È soprattutto importante – racconta Milena – non perdere tutto il lavoro fatto fino ad oggi. Non mollare, ad altri genitori dico questo, perché si può vincere! Se non lotti per qualsiasi cosa non arrivi. Questa è diventata la mia filosofia, così come affrontare la vita con il sorriso»

Autismo e terapie ABA: si è pronunciata l’AGENAS

Da sinistra: Domenico Dragone, coordinatore della Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza dell'ASL di Benevento, Claudia Nicchiniello, presidente dell'ANGSA Campania, Franklin Picker e Vincenzo D'Alterio, rispettivamente direttore generale e direttore sanitario dell'ASL di Benevento

Una chiara risposta dell’AGENAS (Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali) all’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione), ha consentito di archiviato ogni indagine sul cosiddetto “modello Benevento” che aveva visto l’Associazione ANGSA Campania a fianco della Neuropsichiatria Infantile e dell’Adolescenza dell’ASL locale, nel garantire la presa in carico di oltre cinquanta bambini con disturbo dello spettro autistico tramite il metodo ABA (Analisi Applicata del Comportamento). Una risposta, tra l’altro, che potrà avere importanti ricadute anche a livello nazionale

L’esperienza degli anziani al servizio dei giovani con disabilità

Una delle persone anziane coinvolte nel progetto "Orto Felice", che insegnano a due giovani con disabilità intellettiva come curare l'orto

Persone anziane, che hanno ancora tanto da dare e che mettono a frutto le loro conoscenze, insegnando a un gruppo di giovani con disabilità intellettive, che esperienza non ne hanno, ma hanno tanta voglia di imparare e di mettersi in gioco, come lavorare nell’orto e con gli animali: non è una favola, ma una realtà in costante crescita, ovvero un bel progetto di agricoltura sociale avviato da alcuni anni tra le colline senesi, nella zona dove si produce il Chianti

Ben venga quel nuovo sportello di consulenza sull’accessibilità

Disegno di Dino Aloi, realizzato in esclusiva per «DM», giornale della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare). Per gentile concessione

Frutto di una convenzione tra l’AAS 5 Friuli Occidentale, la Consulta Regionale delle Associazioni di Persone Disabili e delle loro Famiglie del Friuli Venezia Giulia e la Cooperativa Iris, lo sportello di consulenza sull’accessibilità che sorgerà a Cordenons (Pordenone) sarà un punto di riferimento per famiglie, associazioni, privati e anche enti pubblici, interessati ad approfondire o a risolvere questioni legate all’accessibilità e all’abbattimento delle barriere architettoniche. A curarlo saranno gli esperti del CRIBA FVG (Centro Regionale di Informazione sulle Barriere Architettoniche)

Una nuova App per testare la fruibilità dei luoghi

William Del Negro, ideatore del progetto "Will Easy", con la nostra collaboratrice Laura Sandruvi

Persona con disabilità motoria, Wlliam Del Negro ha ideato il progetto “Will Easy”, con la relativa App, consistente in una piattaforma che permette la mappatura dei vari luoghi, verificandone la compatibilità in base alle esigenze delle persone, di tutte le persone, e non solo di quelle con disabilità. E oltre all’indubbia utilità oggettiva dell’iniziativa, Del Negro vuole diffondere un concetto fondamentale, ovvero far capire che un ambiente fruibile da parte di una persona con disabilità è più fruibile per tutti e può anche arrecare notevoli vantaggi economici alle attività produttive

Francesco Vacca nuovo Presidente dell’AISM

Francesco Vacca, nuovo presidente nazionale dell'AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla)

La ricerca, i giovani e numerosi impegni istituzionali: è quanto mai ricca l’agenda che attende Francesco Vacca, persona con sclerosi multipla, piemontese, cinquantottenne, di professione «volontario a tempo pieno», come egli stesso si definisce, che succede ad Angela Martino alla Presidenza dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) per il triennio 2019-2021

Mostriamo all’Italia la dignità e l’orgoglio delle persone con sindrome di Down

Una bella foto di gruppo del camper dell'AIPD nella tappa di Campobasso

«Questo lungo viaggio è certamente un’importante iniziativa di informazione e sensibilizzazione, ma anche un modo per mostrare la dignità e l’orgoglio delle persone con sindrome di Down, che accompagniamo da quarant’anni lungo un percorso di inclusione, diventato più semplice, dal 1979 a oggi, ma che presenta ancora una serie di ostacoli»: lo dichiara Anna Contardi, portavoce nazionale dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down), tracciando il bilancio della prima parte del “DownTour”, che ha visto il camper dell’Associazione percorrere finora più di 4.200 chilometri

Autonomie e cooperazione per giovani con disabilità visiva

In questi giorni e fino al 21 luglio, l’UICI di Caserta e l’IRIFOR della città campana (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione dell’UICI stessa) sono impegnate all’interno dell’Oasi WWF Bosco di San Silvestro nel campo estivo denominato “Autonomie e cooperazione”, seconda edizione di un progetto sperimentale e innovativo che in pieno stile scout, impegna giovani con disabilità visiva in attività sensoriali, cognitive e di fatica, per migliorare la propria condizione di autonomia personale

La presa in carico della persona con lesione midollare è ben altra cosa

«Quel documento rischia di riportare indietro di oltre vent’anni l’offerta di presa in carico comprensiva di cura e riabilitazione per le persone con lesione al midollo spinale. Chiediamo che venga completamente rivisto»: lo ha scritto al ministro della Salute Grillo il presidente della FAIP Falabella, in riferimento alle “Linee di indirizzo per l’individuazione dei percorsi appropriati nella rete della riabilitazione”, approvate da Governo, Regioni e Province Autonome di Bolzano e Trento. La FAIP si dichiara anche pronta a un sit-in di protesta presso il Ministero della Salute

Cercasi addetto stampa «esente da difetti o imperfezioni»

Com’è possibile gettare discredito su una delle più famose e prestigiose istituzioni culturali del nostro Paese a livello nazionale e internazionale, quale il Teatro San Carlo di Napoli, pubblicando un bando per l’assunzione di un addetto stampa che sia «esente da difetti o imperfezioni»? Eppure accade e quel bando è ancora lì, immutato, riportando le parole menzionate. Ne attendiamo con urgenza quanto meno una modifica, e anche le scuse da parte di chi lo ha prodotto

A fine agosto Bologna sarà la capitale delle tecnologie per l’inclusione

Negli ultimi giorni di agosto, Bologna diventerà la capitale mondiale delle tecnologie per l’inclusione, grazie alla Quindicesima Conferenza dell’AAATE, l’Associazione Europea per lo Sviluppo delle Tecnologie Assistive, evento promosso dall’AIAS felsinea, in collaborazione con l’Università di Bologna, che vedrà giungere nel capoluogo emiliano oltre 300 partecipanti, provenienti da 40 Paesi, tra ricercatori, professionisti, amministratori e persone con disabilità, per presentare le novità del settore e discutere le strategie migliori per garantirne l’accesso e l’utilizzo alle persone