Ci sei nei musei?

Foto di gruppo per l'ANFFAS di Cremona, in occasione della presentazione della guida "facile da leggere", realizzata per la mostra "Genovesino. Natura e invenzione nella pittura del Seicento a Cremona"

Si chiama così l’intelligente progetto promosso dall’ANFFAS di Cremona, in collaborazione con il Comune della città lombarda, che oltre alla realizzazione di una guida alla mostra “Genovesino. Natura e invenzione nella pittura del Seicento a Cremona” in formato “Easy to Read”, ovvero “facile da leggere e da capire” per tutte le persone, con e senza disabilità, vede anche in questi mesi alcuni componenti con disabilità dell’Associazione fare da ciceroni e illustrare le opere esposte

Disabilità invisibile in campagna elettorale: un appello alle forze politiche

Disabilità invisibile in campagna elettorale: un appello alle forze politiche

«In tutti gli àmbiti riguardanti le politiche sulla disabilità – dichiarano dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) – vi sono da parte nostra proposte sostenibili, riflessioni articolate, volontà di partecipare, ma se prevalgono la disattenzione e il silenzio, come appare da queste prime fasi di campagna elettorale, un reale cambiamento continua ad appartenere al mondo dei sogni. Per non dare comunque adito ad alibi di sorta, abbiamo deciso di pubblicare un nostro appello a tutte le forze politiche per un impegno concreto sulla disabilità»

Una maggiore tutela alla volontà delle persone

Un dipinto che rappresenta la funzione dell'amministratore di sostegno

Attraverso il nuovo Registro Pubblico Sussidiario per gli atti di designazione degli amministratori di sostegno, avviato dal 1° gennaio di quest’anno a cura del Consiglio Nazionale del Notariato, ogni notaio italiano – ma anche le Aziende Sanitarie Locali e, in prospettiva, ogni giudice – potrà facilmente e velocemente verificare l’esistenza di un singolo atto, assicurando così maggiore tutela alla volontà della persona designataria, volontà che verrà resa immediatamente visibile e conoscibile

Un grande carro contro le barriere al Carnevale di Viareggio

Il disegno di "No tu no", il carro allegorico con il Pulcinella in carrozzina, che sfilerà durante il prossimo Carnevale di Viareggio

Per la prima volta il Carnevale di Viareggio, uno dei più importanti e spettacolari d’Italia e d’Europa, accenderà i riflettori sul tema delle barriere e della disabilità, raggiungendo milioni di persone: uno dei carri più grandi che vi sfileranno, infatti, si chiamerà “No tu no” e avrà per protagonista un Pulcinella in carrozzina, che armato di manganello, abbatterà ogni barriera che troverà sul suo percorso. L’iniziativa è nata dall’incontro tra il carrista Massimo Breschi (vincitore dell’edizione 2015 della manifestazione) e la UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare)

Il Programma d’Azione, le violenze sulle donne con disabilità e i vuoti da colmare

Il Programma d’Azione, le violenze sulle donne con disabilità e i vuoti da colmare

Un’attenta lettura del Secondo Programma di Azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità, pubblicato in Gazzetta Ufficiale nel dicembre scorso, rivela certamente una maggiore attenzione alla prospettiva di genere, ma mostra anche la mancanza di riferimenti e azioni di contrasto alla violenza nei confronti delle ragazze e delle donne con disabilità. Si tratta di una lacuna da colmare senza indugio, poiché la natura di tale fenomeno è tale da richiedere interventi tempestivi, non differibili a un Terzo Programma di Azione

C’è un grande bisogno di informazione e sostegno per la tutela dei diritti

Franco Bomprezzi (1° agosto 1952-18 dicembre 2014), che fu direttore responsabile del nostro giornale «Superando.it» dall’avvio delle pubblicazioni fino al giorno della sua scomparsa e al quale è dedicato il Centro Antidiscriminazione della LEDHA

2.543 segnalazioni, tra le quali 470 riferite a casi di reale discriminazione, che per 65 volte hanno portato a un ricorso in tribunale: sono i numeri riferiti a due anni di attività del Centro Antidiscriminazione Franco Bomprezzi, presentato nel 2015 dalla Federazione lombarda LEDHA, che dimostrano come la discriminazione sia tuttora un elemento quotidiano nella vita delle persone con disabilità, oltre a testimoniare il grande bisogno di informazioni e sostegno, necessari a tutelare i propri diritti

Autismo in viaggio anche a Malpensa e Linate

La "Sala Amica" dell'Aeroporto di Milano Linate

Testi facili da leggere e immagini significative compongono il materiale realizzato dagli Aeroporti milanesi di Malpensa e Linate, nell’àmbito del Progetto “Autismo: in viaggio attraverso l’aeroporto”, promosso dall’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile), e già attivo anche in altri scali del nostro Paese. «Questo – spiegano dall’Associazione milanese L’abilità, una delle organizzazioni coinvolte – permette alle persone con disturbo dello spettro autistico di comprendere la situazione in cui si trovano, riducendone lo stress e l’ansia tipici nel vivere un’esperienza nuova»

L’ANFFAS e le aziende insieme per l’inclusione lavorativa

Tra le mansioni affidate ai giovani dell'ANFFAS di Cagliari, durante i recenti "Inclusive Day", vi è stata anche la confezione di tanti pacchetti da regalo

Alcune giornate realizzate insieme a sette aziende del territorio, per rendere visibili le competenze dei giovani con disabilità intellettiva e/o relazionale, trasmettendo al tempo stesso il messaggio che una loro inclusione lavorativa è certamente possibile: è consistita in questo “Inclusive Day… ANFFAS e imprese insieme per l’inclusione lavorativa”, iniziativa con cui l’ANFFAS di Cagliari ha proseguito anche durante le festività natalizie il proprio lungo percorso in questo settore

La spesa dei Comuni per disabilità e non autosufficienza

La spesa dei Comuni per disabilità e non autosufficienza

Sono stati pubblicati dall’ISTAT i dati sulla spesa dei Comuni per i servizi sociali relativi agli anni 2014 e 2015, indagine che rappresenta al momento la maggiore fonte informativa – se non l’unica – sul sistema dei servizi sociali territoriali, consentendo di individuare alcuni andamenti del welfare locale nelle varie Regioni italiane. Pur rendendosi necessari ulteriori approfondimenti, per comprendere meglio le differenti scelte regionali, ne emerge ancora una volta con chiarezza il forte squilibrio territoriale tra le diverse aree del nostro Paese

C’è un Centro di Riabilitazione da salvare a Roma

C’è un Centro di Riabilitazione da salvare a Roma

«La chiusura di quel Centro rappresenterebbe l’interruzione del progetto di riabilitazione per circa 150 bambini e ragazzi con disabilità, il venir meno di un servizio di eccellenza per loro essenziale»: così una delegazione di genitori ha espresso la propria grande preoccupazione per la ventilata chiusura del Centro di Riabilitazione UNISAN di Roma, rivolgendosi al Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Lazio, che da parte sua ha garantito il proprio impegno presso il Consiglio Regionale, per far sì che si individui una soluzione positiva alla questione

Né poveretti, né speciali

L'immagine-simbolo scelta per il seminario del 19 gennaio a Roma

«Pur in presenza di un miglioramento, resistono nella comunicazione nozioni, linguaggi e schemi di narrazione superati, che negano spesso alle persone con disabilità e alle loro famiglie il diritto ad essere trattate con realismo e precisione, evitando pietismo ed emozionalità»: partirà da questo assunto il seminario nazionale di formazione dedicato ai giornalisti, intitolato “Né poveretti, né speciali”, e promosso per domani, 19 gennaio, a Roma dal Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio, in collaborazione con SuperAbile INAIL e con l’Agenzia «Redattore Sociale»

Niente gare d’appalto per quei dispositivi destinati alla grave disabilità!

Il 28 febbraio sarà l’ultima data utile per il Governo per inserire nelle liste dei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) alcuni ausili indispensabili al benessere delle persone con grave disabilità. Per far sì che questo accada e per evitare che quegli ausili debbano passare per le gare di appalto, escludendo dalle scelte le persone di destinazione e le loro specifiche esigenze, l’Associazione Luca Coscioni e il CSR di Confindustria (Commissione di Studio e Ricerca Ausili Tecnici per Persone Disabili), hanno chiesto un incontro urgente al Ministro della Salute

Il primo “storico” Master Universitario per assistenti alla comunicazione

In attesa che diventi finalmente realtà il riconoscimento degli assistenti alla comunicazione, per richiamare i temi scientifici che sottendono ai saperi di questa “nuova” professionalità e per garantire agli stessi assistenti alla comunicazione una formazione sempre più specifica e di livello universitario, l’IRIFOR dell’UICI e l’Università di Modena e Reggio Emilia hanno stipulato una convenzione che ha portato ad attivare il primo “storico” Master di Primo Livello in “Formazione per l’assistente alla comunicazione e per l’autonomia personale degli alunni con disabilità sensoriale”

Lo screening neonatale esteso: un diritto per tutti i neonati

Si chiama così la campagna nazionale lanciata in queste settimane dall’AISMME (Associazione Italiana Sostegno Malattie Metaboliche Ereditarie), per promuovere appunto la conoscenza dello screening neonatale esteso, un test non invasivo che permette di identificare precocemente oltre quaranta malattie metaboliche rare, assicurando un trattamento salvavita e che una recente Legge ha reso finalmente disponibile per ogni nuovo nato in Italia, con la conseguente applicazione da parte di quasi tutte le Regioni italiane

Supereroi con disabilità: un fumetto che disintegra le barriere

«Anche con questo fumetto vogliamo dare nuovo impulso alla nostra sfida alla disabilità, fatta di progetti mirati che vanno nella direzione dell’inclusione e dell’abbattimento delle barriere del pregiudizio»: così viene presentato “Four Energy Heroes”, fumetto interpretato da supereroi con e senza disabilità, dall’ideatrice Daniela Alleruzzo, già fondatrice dell’Accademia L’Arte nel Cuore, l’Associazione romana che conduce ormai da anni un progetto di formazione artistica integrata multidisciplinare per persone con e senza disabilità