Arrivederci al 20 agosto

Una realizzazione grafica dedicata ai Diritti Umani

La redazione di «Superando.it» si prende dal pomeriggio di oggi, 24 luglio, alcune settimane di pausa. Riprenderemo le pubblicazioni da giovedì 20 agosto, ma nel frattempo, naturalmente, lasciamo a disposizione dei Lettori i nostri ampi archivi, sempre divisi per settore (Diritti – Autonomia – Salute – Lavoro – Studio – Sport e Turismo – Società). […]

Verso la nuova Agenda Europea sui Diritti delle Persone con Disabilità 2020-2030

I loghi che rappresentano varie forme di disabilità, con la bandiera dell'Unione Europea al centro

Si chiamerà Agenda Europea sui Diritti delle Persone con Disabilità 2020-2030, verrà definita nei prossimi mesi dall’Unione Europea e resa pubblica nel 2021. Essa elencherà le leggi, i programmi e le azioni che guideranno appunto per i prossimi dieci anni le politiche dell’Unione in tema di diritti delle persone con disabilità, coincidendo con una serie di impegni precisi, da perseguire con adeguate risorse. E in previsione di tale fondamentale passaggio, il Forum Europeo sulla Disabilità ha elaborato un documento contenente tutte le istanze da perseguire, a breve e lunga scadenza

Per salvare dalla cecità Abay e milioni di persone nella sua situazione

Abay è la giovane etiope la cui storia è stata scelta quale simbolo della nuova campagna di CBM Italia contro il tracoma

È stata lanciata in questi giorni da CBM Italia – componente nazionale dell’organizzazione umanitaria impegnata nella cura e nella prevenzione della cecità e disabilità evitabile nei Paesi del Sud del mondo – una nuova campagna contro il tracoma, ovvero nei confronti di quella che è la prima causa di cecità di natura infettiva al mondo, puntando l’obiettivo in particolare sull’Etiopia, ove 70 milioni di persone sono a rischio di questa infezione batterica, e scegliendo quale storia-simbolo quella di Abay, giovane madre che se non operata rischia di diventare per sempre cieca

Il problema degli alunni e delle alunne senza documentazione della disabilità

Ragazzi e ragazze con varie disabilità davanti a una scuola

Gli alunni e le alunne che non hanno potuto effettuare la visita per il riconoscimento di persona con disabilità, a causa del blocco dovuto all’emergenza Covid-19, rischiano di non poter avere, nel prossimo anno scolastico, né il sostegno, né le altre misure previste per coloro che sono certificati con disabilità. «Ci si augura pertanto – viene sottolineato dall’Osservatorio Scolastico dell’AIPD – che il Ministero intervenga urgentemente, anche con la necessaria flessibilità, per evitare che molti alunni e alunne si ritrovino senza la possibilità di godere dei diritti per loro previsti»

Ora in tutta Italia l’assistenza igienica spetta ai collaboratori scolastici

Ora in tutta Italia l’assistenza igienica spetta ai collaboratori scolastici

Il Consiglio di Giustizia Amministrativa della Regione Siciliana – Sezione decentrata del Consiglio di Stato – ha espresso un Parere, concernente la questione dell’assistenza igienica degli alunni con disabilità, definito «letteralmente “storico”» da Salvatore Nocera, che sottolinea come esso «chiuda definitivamente una situazione anomala trascinata per molti anni, stabilendo finalmente che anche in Sicilia l’assistenza igienica degli alunni e delle alunne con disabilità spetta ai collaboratori e alle collaboratrici scolastiche». Vediamo perché

Il welfare di protezione deve diventare un welfare dei diritti

Il welfare di protezione deve diventare un welfare dei diritti

«Sono passi avanti», commenta il presidente della FISH Falabella, riferendosi ai provvedimenti del “Decreto Semplificazioni” sull’accessibilità telematica, il contrassegno unico a livello nazionale e gli interventi riguardanti le barriere negli edifici. «E tuttavia – dichiara – le Istituzioni e il mondo della politica devono fare ben altro e ben di più, ovvero modificare sostanzialmente il sistema di welfare del nostro Paese, basato sulla protezione, in favore di un welfare di riconoscimento dei diritti, che dia risposte essenziali ai bisogni delle persone con disabilità e delle loro famiglie»

Persone con disabilità visiva sul Cammino di Oropa

Il Santuario di Oropa (Biella), meta finale dell'omonimo Cammino

Spirito di comunità, lo sport come opportunità di crescita personale e di inclusione e soprattutto il valore dell’incontro: sono i princìpi su cui è nata la Polisportiva UICI di Torino (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), i cui camminatori – cinque persone con disabilità visiva, insieme ad altrettante guide vedenti – percorreranno a piedi da domani, 24 luglio, a domenica 26, il Cammino di Oropa, da Santhià (Vercelli) a Oropa (Biella), lungo una via di antichi pellegrinaggi, attraversando campagne, boschi, paesaggi montani, toccando storici castelli e luoghi dello spirito

Una “bussola etica” internazionale, per l’accesso a trattamenti e vaccini

(©Getty Images - D3Damon)

«Il problema dell’accessibilità equa ai farmaci e ai trattamenti, pur diversificandosi nei vari sistemi sanitari, riguarda il diritto universale alla tutela della salute. Va dunque, inquadrato in una prospettiva di diritti umani e di rispetto dei princìpi bioetici universali»: lo scrive in una trattazione di cui suggeriamo caldamente la lettura Luisa Borgia, componente tra l’altro del Comitato di Bioetica del Consiglio d’Europa, ritenendo necessaria, specie alla luce di quanto accaduto durante la pandemia da coronavirus, «una “bussola etica” basata su alcuni princìpi universalmente condivisi»

Un unico permesso nazionale per accedere alle Zone a Traffico Limitato

Un unico permesso nazionale per accedere alle Zone a Traffico Limitato

«Oggi, per poter accedere alle Zone a Traffico Limitato (ZTL) in altri Comuni rispetto a quello di propria residenza, è necessario effettuare una pratica. Con questa norma le persone con disabilità potranno accedere con i loro veicoli alle ZTL di tutta Italia con un unico permesso»: è quanto si legge nel portale del Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione, ove vengono presentati i vari provvedimenti contenuti nel cosiddetto “Decreto Semplificazioni”, pubblicato nei giorni scorsi in Gazzetta Ufficiale

“CampobaseOz”, per ripartire insieme all’insegna della socialità e del gioco

Partecipanti al "CampobaseOz"

Dopo mesi di sospensione delle attività diurne a causa dell’emergenza Covid-19, la struttura torinese CasaOz – nella quale i bambini e bambine malati/e o con disabilità e le loro famiglie possono instaurare rapporti amicali e solidali, con l’aiuto di educatori e volontari – ha dato inizio alle attività estive, con il programma di attività “CampobaseOz”, «nome scelto – viene spiegato – per dare l’idea di un luogo sicuro in cui sostare dopo un viaggio faticoso, come quello del lockdown, e da cui ripartire per continuare insieme un percorso fatto di relazioni, socialità, formazione e gioco»

Dopo la Sentenza della Consulta serve una riforma delle provvidenze economiche

Il Palazzo della Consulta, sede della Corte Costituzionale

«Dopo la Sentenza della Consulta secondo cui l’importo delle pensioni di invalidità civile totale è “inadeguato per vivere”, chiediamo al Governo, soprattutto in questo momento di profonda crisi, che si faccia carico di una seria e chiara riforma delle provvidenze economiche a favore delle persone con disabilità, troppo spesso oppresse da solitudine, discriminazione e in condizioni di indigenza»: arriva da Nina Daita, responsabile dell’Ufficio Politiche per la Disabilità nella CGIL Nazionale, il primo commento alla pubblicazione della Sentenza 152/20 prodotta dalla Corte Costituzionale

Vacanze al mare accessibili “targate UILDM”

L’emergenza di questi mesi non ha fermato la voglia di uscire e di trascorrere del tempo libero in completo relax e tanto meno quella di alcune Sezioni UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), che si preparano a vivere questa stagione offrendo alle persone con disabilità servizi per vivere bene le vacanze. Presentiamo dunque una rapida carrellata di proposte per una vacanza al mare accessibile “targata UILDM”, da Genova a Marina di Pietrasanta (Lucca), da Mazara del Vallo (Trapani) a Napoli, Ischia e Procida, da Siderno Marina (Reggio Calabria) a Sassari

«Mi ispirano gli atleti di Special Olympics»: parola dell’astronauta Parmitano

«La forza e il coraggio degli atleti di Special Olympics mi danno ispirazione nelle sfide di ogni giorno»: a dirlo è stato l’’astronauta Luca Parmitano, durante il meeting online organizzato in collaborazione con l’Osservatorio Astronomico di Roma da Special Olympics Italia, il movimento dello sport praticato da persone con disabilità intellettive, nell’àmbito dell’iniziativa “To the Moon and Back” (“Sulla luna e ritorno”), viaggio virtuale di 768.806 chilometri, che costituiscono appunto la distanza dalla terra alla luna e ritorno, cui tutti possono partecipare

Per una legge sui caregiver familiari che ne riconosca e sostenga il ruolo

«Non si può più attendere ulteriormente per avere una legge sui caregiver familiari, visto che anche durante l’attuale pandemia le famiglie delle persone con disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo e non autosufficienti sono state lasciate da sole ad affrontare un carico spesso molto al di là delle loro stesse forze»: lo si legge in una nota dell’ANFFAS, che a tal proposito ha depositato al Senato un articolato testo emendativo al Disegno di Legge sulla materia, attualmente in discussione, in linea con analoghe proposte della Federazione FISH e del Forum del Terzo Settore

Strutture residenziali: stop alla segregazione delle persone con disabilità

«Chiediamo con la massima urgenza di porre fine alla segregazione delle persone con disabilità che vivono in strutture residenziali socio sanitarie e sanitarie riabilitative, perché nessuno dev’essere privato del diritto alla libertà di uscire e di vivere i propri affetti familiari». Lo hanno scritto numerose Associazioni attive a Roma e nel Lazio, insieme a vari rappresentanti delle Consulte Cittadine di Roma Capitale, in un appello-denuncia rivolto al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio e allargato ai Presidenti di Regione e a tutti i Sindaci d’Italia