Il “Diario di Anna Frank” in simboli

Un’immagine in bianco e nero ritrae Anna Frank a un banco di scuola. A sinistra vi sono alcuni dei simboli utilizzati per la versione del "Diario" che verrà presentata il 25 gennaio a Milano, accessibile ad adulti con disabilità che abbiano difficoltà ad utilizzare testi tradizionali

In vista del Giorno della Memoria del 27 gennaio, verrà presentata il 25 gennaio a Milano una versione del “Diario di Anna Frank” tradotto in simboli, per essere fruibile da persone adulte con disabilità che abbiano difficoltà ad utilizzare i testi tradizionali. Si tratta di una realizzazione che costituisce un prezioso supporto utilizzabile nelle scuole, nelle biblioteche, ovunque, per rendere accessibile la memoria dell’Olocausto anche a persone ancora troppo spesso ignorate da chi si occupa di comunicazione, informazione, cultura ed editoria

La “grammatica” della vita indipendente

La “grammatica” della vita indipendente

Si chiama infatti proprio “Progetto Grammatica” l’intelligente iniziativa promossa dell’Associazione Italiana Sindrome X Fragile – impegnata da anni sul fronte di quella che insieme alla sindrome di Down è una delle cause più diffuse di deficit cognitivo – e ha come obiettivo quello di promuovere l’empowerment – ovvero la crescita di autoconsapevolezza – delle famiglie e delle altre agenzie educative, come strumento per la realizzazione della vita indipendente di ogni persona con sindrome X Fragile, riferendosi segnatamente alla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità

La gestione della disabilità sul luogo di lavoro

La gestione della disabilità sul luogo di lavoro

Teorizzato già negli Anni Ottanta, ma non ancora diffuso nel nostro Paese, il Disability Management può semplicemente essere definito come un modo per conciliare il diritto all’inclusione lavorativa delle persone con disabilità e dei malati cronici con le esigenze di efficienza delle imprese. Se ne parlerà il 25 gennaio durante un seminario a Milano, appuntamento utile a sviluppare ulteriormente una cultura aziendale che non percepisca l’assunzione delle persone con disabilità soltanto come un mero obbligo, anche alla luce delle nuove norme sul collocamento obbligatorio

Il Programma d’Azione, le violenze sulle donne con disabilità e i vuoti da colmare

Il Programma d’Azione, le violenze sulle donne con disabilità e i vuoti da colmare

Un’attenta lettura del Secondo Programma di Azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità, pubblicato in Gazzetta Ufficiale nel dicembre scorso, rivela certamente una maggiore attenzione alla prospettiva di genere, ma mostra anche la mancanza di riferimenti e azioni di contrasto alla violenza nei confronti delle ragazze e delle donne con disabilità. Si tratta di una lacuna da colmare senza indugio, poiché la natura di tale fenomeno è tale da richiedere interventi tempestivi, non differibili a un Terzo Programma di Azione

Quanto sanno i bambini della disabilità nel Sud del mondo?

La testata del cartone animato "Le avventure di Cibì"

Secondo una recente ricerca, due bambini su tre vorrebbero avere tramite cartoni animati e animazioni maggiori informazioni sulla disabilità e più in generale sulle difficili condizioni dei loro coetanei nei Paesi del Sud del mondo. Ora a spiegarglielo c’è anche Cibì, il piccolo rinoceronte volontario protagonista della nuova serie animata promossa da CBM Italia, la componente nazionale della grande organizzazione non governativa impegnata nella cura e nella prevenzione della cecità e della disabilità evitabile in 59 Paesi di tutto il mondo

Quante cose si possono fare grazie a un lascito!

Quante cose si possono fare grazie a un lascito!

Due grandi Associazioni, entrambe aderenti alla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), hanno lanciato nei giorni scorsi la loro nuova campagna annuale basata sui lasciti testamentari. Si tratta dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), che in questa settimana è affiancata dal Consiglio Nazionale del Notariato, per una serie di incontri informativi gratuiti e della Lega del Filo d’Oro, vera pioniera di questo tipo di iniziativa, che presenta tutte le realizzazioni attuate grazie ai lasciti, in favore delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali

Ci sei nei musei?

Foto di gruppo per l'ANFFAS di Cremona, in occasione della presentazione della guida "facile da leggere", realizzata per la mostra "Genovesino. Natura e invenzione nella pittura del Seicento a Cremona"

Si chiama così l’intelligente progetto promosso dall’ANFFAS di Cremona, in collaborazione con il Comune della città lombarda, che oltre alla realizzazione di una guida alla mostra “Genovesino. Natura e invenzione nella pittura del Seicento a Cremona” in formato “Easy to Read”, ovvero “facile da leggere e da capire” per tutte le persone, con e senza disabilità, vede anche in questi mesi alcuni componenti con disabilità dell’Associazione fare da ciceroni e illustrare le opere esposte

Una maggiore tutela alla volontà delle persone

Un dipinto che rappresenta la funzione dell'amministratore di sostegno

Attraverso il nuovo Registro Pubblico Sussidiario per gli atti di designazione degli amministratori di sostegno, avviato dal 1° gennaio di quest’anno a cura del Consiglio Nazionale del Notariato, ogni notaio italiano – ma anche le Aziende Sanitarie Locali e, in prospettiva, ogni giudice – potrà facilmente e velocemente verificare l’esistenza di un singolo atto, assicurando così maggiore tutela alla volontà della persona designataria, volontà che verrà resa immediatamente visibile e conoscibile

Un grande carro contro le barriere al Carnevale di Viareggio

Il disegno di "No tu no", il carro allegorico con il Pulcinella in carrozzina, che sfilerà durante il prossimo Carnevale di Viareggio

Per la prima volta il Carnevale di Viareggio, uno dei più importanti e spettacolari d’Italia e d’Europa, accenderà i riflettori sul tema delle barriere e della disabilità, raggiungendo milioni di persone: uno dei carri più grandi che vi sfileranno, infatti, si chiamerà “No tu no” e avrà per protagonista un Pulcinella in carrozzina, che armato di manganello, abbatterà ogni barriera che troverà sul suo percorso. L’iniziativa è nata dall’incontro tra il carrista Massimo Breschi (vincitore dell’edizione 2015 della manifestazione) e la UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare)

Una protesta per garantire un futuro vero e dignitoso a tante persone

Una protesta per garantire un futuro vero e dignitoso a tante persone

Ben 50.000 firme verranno consegnate il 22 gennaio alla Regione Lazio: sono quelle di coloro che hanno sottoscritto una petizione lanciata da Elena Improta, per chiedere alla Regione stessa che venga garantita l’assistenza diurna negata al figlio Mario, ventottenne con grave disabilità, allontanato dal Centro Diurno nel quale veniva seguito. Sin dal lancio della petizione, Improta ha avviato anche uno sciopero della fame di protesta, oltre a presentare progetti concreti alle Istituzioni coinvolte, per garantire una vita dignitosa al figlio e a tante altre persone nelle sue stesse condizioni

C’è un grande bisogno di informazione e sostegno per la tutela dei diritti

2.543 segnalazioni, tra le quali 470 riferite a casi di reale discriminazione, che per 65 volte hanno portato a un ricorso in tribunale: sono i numeri riferiti a due anni di attività del Centro Antidiscriminazione Franco Bomprezzi, presentato nel 2015 dalla Federazione lombarda LEDHA, che dimostrano come la discriminazione sia tuttora un elemento quotidiano nella vita delle persone con disabilità, oltre a testimoniare il grande bisogno di informazioni e sostegno, necessari a tutelare i propri diritti

Autismo in viaggio anche a Malpensa e Linate

Testi facili da leggere e immagini significative compongono il materiale realizzato dagli Aeroporti milanesi di Malpensa e Linate, nell’àmbito del Progetto “Autismo: in viaggio attraverso l’aeroporto”, promosso dall’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile), e già attivo anche in altri scali del nostro Paese. «Questo – spiegano dall’Associazione milanese L’abilità, una delle organizzazioni coinvolte – permette alle persone con disturbo dello spettro autistico di comprendere la situazione in cui si trovano, riducendone lo stress e l’ansia tipici nel vivere un’esperienza nuova»

L’ANFFAS e le aziende insieme per l’inclusione lavorativa

Alcune giornate realizzate insieme a sette aziende del territorio, per rendere visibili le competenze dei giovani con disabilità intellettiva e/o relazionale, trasmettendo al tempo stesso il messaggio che una loro inclusione lavorativa è certamente possibile: è consistita in questo “Inclusive Day… ANFFAS e imprese insieme per l’inclusione lavorativa”, iniziativa con cui l’ANFFAS di Cagliari ha proseguito anche durante le festività natalizie il proprio lungo percorso in questo settore

La spesa dei Comuni per disabilità e non autosufficienza

Sono stati pubblicati dall’ISTAT i dati sulla spesa dei Comuni per i servizi sociali relativi agli anni 2014 e 2015, indagine che rappresenta al momento la maggiore fonte informativa – se non l’unica – sul sistema dei servizi sociali territoriali, consentendo di individuare alcuni andamenti del welfare locale nelle varie Regioni italiane. Pur rendendosi necessari ulteriori approfondimenti, per comprendere meglio le differenti scelte regionali, ne emerge ancora una volta con chiarezza il forte squilibrio territoriale tra le diverse aree del nostro Paese