L’impegno di tutti, per rendere effettivi i diritti delle persone con disabilità

epa06027284 Minister for Social Dialogue, Consumer Affairs and Civil Liberties in Malta Helena Dalli delivers her speech at the European Parliament in Strasbourg, France, 14 June 2017, about the Preparation of the European Council of 22 and 23 June 2017.  EPA/PATRICK SEEGER

«Vivere in modo indipendente – scrive la Commissaria Europea Helena Dalli, in occasione del decennale dall’entrata in vigore nell’Unione Europea della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità -, studiare in un ambiente inclusivo e avere le giuste condizioni in cui lavorare sono necessità assolute: i milioni di persone con disabilità dell’Unione Europea hanno diritto di essere liberi da discriminazioni e stereotipi negativi. Per conseguire però questi ambiziosi obiettivi, occorrerà l’impegno di tutti e le persone con disabilità dovranno partecipare attivamente»

I vaccini e il consenso informato delle persone con disabilità intellettive

I vaccini e il consenso informato delle persone con disabilità intellettive

Tramite una lettera inviata congiuntamente dai Presidenti delle Associazioni AIPD e ANFFAS alla Presidenza del Consiglio, sul tema “Chiarimenti sulla raccolta del consenso al trattamento vaccinale per persone con sindrome di Down nonché con disabilità intellettiva, con disturbi del neurosviluppo o con disturbi psichiatrici”, tali Associazioni hanno voluto appunto richiamare l’attenzione sulla questione della raccolta del consenso alla vaccinazione per il Covid, allegando anche una nota di approfondimento sul medesimo tema

La Convenzione dev’essere il faro per chi elabora ogni politica sulla disabilità

La Convenzione dev’essere il faro per chi elabora ogni politica sulla disabilità

«I princìpi della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità devono essere il faro per chi elabora le varie politiche, a livello nazionale e internazionale, perché a 12 anni dalla ratifica dell’Italia e a 10 da quella dell’Unione Europea, diventa sempre più necessaria la riforma dell’attuale sistema di welfare, che dev’essere profondamente modificato in favore di un nuovo modello basato sui diritti umani, civili e sociali»: lo dichiara il Presidente della FISH Falabella, nella giornata di oggi, 22 gennaio, che coincide con il decennale dell’entrata in vigore della Convenzione nell’Unione Europea

Il Forum resta l’organizzazione più rappresentativa del Terzo Settore italiano

Una "card fotografica" realizzata qualche tempo fa dal Forum Nazionale del Terzo Settore, nell'àmbito della campagna denominata "#Nonfermateci"

«Questo è un riconoscimento di grande importanza del ruolo di rappresentanza svolto dal Forum, tanto più in un momento fondamentale per il Terzo Settore, impegnato ovunque per dare risposte ai bisogni delle persone e delle comunità colpite dagli effetti della pandemia»: così Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, commenta il rinnovo al Forum stesso, da parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del riconoscimento di “organizzazione più rappresentativa del Terzo Settore italiano”

I diritti umani delle persone con disabilità e le varie Convenzioni dell’ONU

Elaborazione grafica dedicata alla segregazione delle persone con disabilità (©Dadu Shin)

«Bisogna includere i diritti umani delle persone con disabilità – scrive Luisella Bosisio Fazzi – nei processi di monitoraggio di tutti i Trattati delle Nazioni Unite, combattendo la discriminazione in ogni àmbito protetto dal corpus di quei Trattati e considerando la disabilità come una questione “trasversale”»: su questo lavora anche il FID (Forum Italiano sulla Disabilità), il cui più recente contributo riguarda il collegamento tra la disabilità e la Convenzione contro la Tortura e altri Trattamenti Crudeli, Inumani e Degradanti, anche alla luce di quanto accaduto durante la pandemia

La diffusione in streaming del teatro audiodescritto

I musicisti Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello e l'attore Massimo Popolizio, protagonisti dalla serata di domani dello spettacolo teatrale "Shadows. Le memorie perdute di Chet Baker", che verrà diffuso in streaming con audiodescrizione

«Questa è una bella opportunità per vivere il teatro nell’unico modo ora accessibile, per non perdere questo bene prezioso»: così Nicoletta Emanuele, Presidente dell’UICI di Rimini, parla di “Teatro No Limits”, progetto ormai decennale di teatro audiodescritto, accessibile dunque alle persone con disabilità visiva, e promossa dal Centro Diego Fabbri di Forlì, grazie a una collaborazione tra la stessa UICI riminese e il Teatro Regina di Cattolica (Rimini). In questo periodo di emergenza sanitaria, l’iniziativa si sposta in streaming, sempre con l’ausilio dell’audiodescrizione

273 progetti di vita autonoma per persone con disabilità della Toscana

273 progetti di vita autonoma per persone con disabilità della Toscana

Sono state approvate le graduatorie dei bandi relativi a “Indipendenza e autonomia – InAut”, progetto avviato lo scorso anno in Toscana, che finanzia interventi in materia di vita indipendente delle persone con disabilità. Delle 591 domande presentate alle Società della Salute e alle Zone Distretto della Toscana, ne sono state accolte complessivamente 273. Le persone con disabilità in questione, in larga parte giovani, potranno realizzare i loro progetti di autonomia nel lavoro, nello studio, nella formazione o in altre attività quotidiane

Vaccinazioni a tutte le persone con disabilità della Calabria e a chi le assiste

Vaccinazioni a tutte le persone con disabilità della Calabria e a chi le assiste

«Chiediamo che anche in Calabria sia riconosciuta la priorità della vaccinazione per tutte le persone con disabilità, in qualunque situazione di vita e di salute esse si trovino, sia che frequentino un servizio pubblico o privato (convenzionati o meno, accreditati o meno), sia che vivano a domicilio, includendo familiari conviventi, operatori e caregiver professionali o familiari»: a chiederlo, con un messaggio inviato alle proprie Istituzioni Regionali e a tutte le Aziende Sanitarie Provinciali, è la FISH Calabria (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap)

Chiediamo una serie di risposte urgenti alla Regione Marche

Chiediamo una serie di risposte urgenti alla Regione Marche

Screening e servizi domiciliari, visite e tempi di isolamento delle persone nelle strutture residenziali, dati sulle persone colpite da Covid e su quelle decedute a causa del virus: sono le problematiche riguardanti le persone con disabilità e non autosufficienti sollevate ancora una volta da alcune organizzazioni delle Marche nei confronti delle proprie Istituzioni Regionali, tutte questioni con un’importante ricaduta sulla qualità di vita delle persone

Quando è la cecità a dare luce a un presepe

Angelo Di Maio e il presepe da lui stesso realizzato

Dall’8 dicembre e fino al 6 gennaio, presso l’Abbazia di San Lorenzo di Aversa, in provincia di Caserta, è stato possibile visitare un presepio decisamente speciale, in quanto a curarlo è stato Angelo Di Maio, persona cieca assoluta, consigliere dell’UICI di Caserta, che pur se privo della vista, è un vero appassionato dell’arte presepiale e ogni anno amplia la sua realizzazione in ogni parte di essa, arricchendola non solo di ambienti e pastori, ma soprattutto di elementi resi vivi dalla sua passione

Lesioni midollari: al centro solo le Unità Spinali e il diritto alla salute

Una persona con lesione midollare

Torna con forza a proporre le proprie istanze la FAIP (Federazione Associazioni Italiane delle Persone con Lesione al Midollo Spinale), rivolgendosi nuovamente ai massimi vertici del Ministero della Salute, per chiedere un incontro urgente di chiarimento, rispetto ai contenuti di due discussi documenti prodotti dal Consiglio Superiore di Sanità, riaffermando la necessaria centralità delle Unità Spinali nel realizzare i traguardi in termini di autonomia e di salute per le persone con lesioni midollari

“ZTL Network”: un progetto della Regione Veneto

Il progetto della Regione Veneto “ZTL Network” punta a far “dialogare” le telecamere di accesso alle varie Zone a Traffico Limitato (ZTL) presenti nelle città della Regione, tramite una banca dati ove siano depositate tutte le targhe associate ad un contrassegno per persone con disabilità. Oltre ad evitare notevoli disagi alla popolazione con disabilità, questo consentirebbe anche un notevole risparmio di tempo e denaro alle Pubbliche Amministrazioni, costrette ora a gestire tutti i ricorsi conseguenti ad ogni accesso erroneamente sottoposto a sanzione amministrativa

Anche in tempo di pandemia va garantito tutto il sostegno necessario

Com’è noto, in quest’epoca di di didattica a distanza, agli alunni e alle alunne con disabilità è consentita, dietro richiesta della famiglia, la didattica in presenza. Càpita tuttavia che le ore a distanza o in presenza siano garantite solo per un orario limitato, ossia per un numero inferiore a quelle assegnate nel PEI (Piano Educativo Individualizzato). Ma è un comportamento legittimo? In realtà no, come ha stabilito, ad esempio, un’Ordinanza del Tribunale di Roma, prodotta nella primavera dello scorso anno, una delle prime in materia di inclusione scolastica all’epoca del coronavirus

Congedi per genitori di figli in situazione di disabilità grave

Una recente Circolare dell’INPS ha fornito tutte le istruzioni amministrative riguardanti il diritto alla fruizione del congedo per i genitori di figli in situazione di disabilità grave, in caso di sospensione della didattica in presenza di scuole di ogni ordine e grado o in caso di chiusura dei centri diurni a carattere assistenziale, indipendentemente dallo scenario di gravità e dal livello di rischio in cui è inserita la Regione dove è ubicata la scuola o il centro di assistenza, provvedimento sancito dal Decreto Legislativo 37/20 (convertito nella Legge 176/20)

Come e quando verranno vaccinate le persone con disabilità e i loro caregiver?

«Come si potranno vaccinare le persone con disabilità? Con quale iter procedurale? Presentando quale documentazione? Sarà possibile la somministrazione presso il proprio domicilio in caso di grave disabilità? E come saranno identificati accompagnatori e caregiver?»: sono solo alcune delle domande giunte a FISH e FAND, dopo l’annuncio del Commissario Straordinario Arcuri che «da febbraio si cominceranno a vaccinare i disabili e anche i loro accompagnatori», rispetto al quale le Federazioni tornano a chiedere chiarimenti sulle modalità e le procedure predisposte»