Si chiama Iura ed è un’Agenzia per i diritti delle persone con disabilità

Si chiama Iura ed è un’Agenzia per i diritti delle persone con disabilità

Nasce da una collaborazione tra l’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), alcuni Enti ad essa collegati e la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), e dopo due anni di intenso lavoro e proficua sperimentazione, vive ora il proprio avvio ufficiale: si chiama Iura ed è un’Agenzia nata nel web per promuovere la tutela dei diritti di tutte le persone con disabilità, affrontando praticamente ogni tematica connessa alla disabilità e conducendo anche alcuni specifici progetti di ricerca, tra storie di vita e stato di applicazione della Convenzione ONU

Anche l’accesso a servizi igienici adeguati è un diritto umano

Un "classico del passato", nel nostro Paese, ma forse "non ancora del tutto passato": un bagno riservato a persone con disabilità usato come magazzino

Potrà essere giudicato un problema “minimale”, rispetto ad altri, e qualcuno potrà anche sorridere del fatto che oggi, 19 novembre, sia la “Giornata Mondiale della Toilette”, sancita nel 2013 dalle Nazioni Unite. E invece non è affatto una questione di poco conto chiedere che anche la disponibilità di servizi igienici accessibili, sicuri, puliti e in grado di fornire dignità e privacy, sia un diritto umano da garantire a tutte le persone con disabilità, come sottolinea un appello a livello internazionale lanciato dalle Associazioni impegnate sulla spina bifida e l’idrocefalo

La prima di “Anna dei miracoli” nella città dov’è nata la Lega del Filo d’Oro

L'attrice Mascia Musy, protagonista della rappresentazione teatrale "Aanna dei miracoli"

Prodotta dal Teatro Franco Parenti di Milano, era quasi naturale che la rappresentazione teatrale “Anna dei miracoli” vivesse la sua prima il 23 novembre a Osimo (Ancona), la città dov’è nata la Lega del Filo d’Oro, che dagli Anni Sessanta si prende cura delle persone sordocieche e con disabilità complesse. Infatti, la celebre vicenda al centro dello spettacolo si ispira alla storia di Helen Keller, persona sordocieca che imparò a parlare, leggere, studiare e che ebbe una vita autonoma, tracciando la stessa strada di vita seguita da Sabina Santilli, fondatrice della Lega del Filo d’Oro

Le persone con disabilità e i loro familiari: i primi esperti dei loro bisogni

Le persone con disabilità e i loro familiari: i primi esperti dei loro bisogni

«La persona disabile o il familiare sono i primi esperti dei loro bisogni e delle risposte adatte a soddisfarli, pertanto devono intervenire alle procedure di valutazione»: questo recita il 10° articolo della Carta Europea del familiare che si prende cura di un familiare non autosufficiente, e su tale assunto che si baserà l’incontro del 28 novembre a Roma, intitolato “Il diritto della persona con disabilità o del familiare assistente a partecipare alla procedura di valutazione della qualità dei servizi erogati”, evento centrale della 4^ Giornata del Familiare Assistente

Violenza sessuale, disabilità e il concetto di consenso

Sofia Bonati (Soffronia), "Poppy"

Il concetto di consenso è un elemento centrale per distinguere ciò che è violenza da ciò che non lo è in àmbito sessuale. Ma cosa cambia sul fronte del consenso nei casi in cui una o entrambe le persone coinvolte nell’atto sessuale abbiano una disabilità? Oltre ad essere un invito a non ragionare per stereotipi e luoghi comuni, questo nostro approfondimento vuole mettere in rilievo che per affrontare efficacemente il fenomeno della violenza sulle donne con disabilità è necessario un dialogo – ad oggi solo vagamente accennato – tra chi si occupa di violenza sulle donne e chi di disabilità

Parleremo di turismo e sport in una città turistica che lo sport accoglie

Una realizzazione grafica dedicata a una serie di discipline sportive praticate dalle persone con disabilità

«I tanti autorevoli interventi curati da esponenti di istituzioni, enti, associazioni e aziende faranno emergere come le diversità possano essere considerate risorse per costruire una quotidianità migliore, priva di barriere fisiche e mentali, contribuendo per altro alla creazione di opportunità nell’accoglienza turistica e nel conseguente indotto»: così l’Associazione Tiliaventum presenta il convegno “Turismo e sport: accessibilità e inclusione, opportunità possibili”, in programma per il 23 novembre a Lignano Sabbiadoro (Udine), «in una città turistica vocata all’accoglienza sportiva»

Serve una nuova Europa più sociale e più sostenibile

Un'elaborazione grafica sul tema di un'Europa più sociale e più sostenibile

«È fondamentale che si ricostituisca al Parlamento Europeo l’Inter-gruppo Economia Sociale e Terzo Settore, strumento politico che può giocare un ruolo importantissimo per costruire davvero una nuova Europa più sociale e più sostenibile»: è questo l’appello rivolto agli Eurodeputati da Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, in occasione di un evento al Parlamento Europeo di Bruxelles, durante il quale si è data ampia visibilità ai risultati di politiche efficaci sperimentate nel nostro Paese, basate sullo stretto rapporto tra Pubblica Amministrazione e Terzo Settore

Come si può arrivare a questo?

Valerio Catoia, il giovane con sindrome di Down, nominato Alfiere della Repubblica dal presidente Mattarella, e vergognosamente insultato nei social

“Guardatelo, sembra un cane” oppure “doveva morire”: sono solo due tra i pesanti insulti lanciati in un gruppo Facebook (“Satira nera”) nei confronti di Valerio, giovane con sindrome di Down che due anni fa salvò una bambina dall’annegamento e che per quel gesto fu nominato Alfiere della Repubblica dal presidente Mattarella. Si tratta di fatti incommentabili, sui quali non possiamo che ricordare quanto detto recentemente da AIPD e CoorDown, ovvero che «ogni singolo episodio di violenza verbale è un passo indietro per l’inclusione sociale delle persone con disabilità»

Le ulcere da decubito e il lavoro di squadra di Montecatone

Il gruppo di lavoro sulle lesioni da decubito dell'Istituto Riabilitativo Montecatone di Imola

Oggi, 21 novembre, è la Giornata contro le Ulcere da Pressione, promossa a livello internazionale dall’EPUAP (European Pressure Ulcer Advisory Panel), iniziativa cui aderisce attivamente anche l’Istituto Riabilitativo Montecatone di Imola (Bologna), il noto centro specializzato per la riabilitazione delle persone con lesione midollare e/o con grave cerebrolesione acquisita, che promuoverà sul tema uno specifico incontro. In tale àmbito, del resto, la struttura emiliana è un punto di riferimento nazionale, avendo avviato già da tempo uno specifico gruppo di lavoro multidisciplinare

Donne con disabilità: due su tre hanno subìto una qualche forma di violenza

Donne con disabilità: due su tre hanno subìto una qualche forma di violenza

Su 519 donne con disabilità intervistate, sono 339 quelle che hanno subìto una qualche forma di violenza: è forse questo il dato numerico più eclatante che emerge da un’indagine su tale fenomeno presentata a Roma dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap). Inoltre, solo il 37% delle donne che dichiarano di avere subìto una qualche forma di violenza afferma di avere reagito, dato, questo, che rivela quanto queste violenze siano confinate nel silenzio e nell’isolamento e quanto siano urgenti strategie e interventi di soccorso e sostegno alle persone

A trent’anni dalla Convenzione ONU sui diritti dei minori

A trent’anni dalla Convenzione ONU sui diritti dei minori

Era il 20 novembre 1989, ovvero trent’anni da oggi, quando l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò la Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (CRC), ratificata dall’Italia nel 1991. E proprio in questi giorni il Gruppo CRC presenta “I diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia. 10° Rapporto di aggiornamento sul monitoraggio della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia”, con ampio spazio dedicato come sempre anche ai bambini e ragazzi con disabilità, proverbialmente definibili come “i più vulnerabili tra i vulnerabili”

La Biobanca Nazionale sulla SLA consentirà un’accelerazione verso la terapia

«Questa struttura rappresenterà un volano, un amplificatore di opportunità, per dare un’accelerazione consistente al raggiungimento dell’obiettivo della terapia per la SLA (sclerosi laterale amiotrofica)»: a dirlo è il neurologo Mario Sabatelli, dopo essere stato nominato alla direzione della Biobanca Nazionale sulla SLA, creata dall’AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), dalla Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS e dalla Società Xbiogem, per conservare tessuti biologici necessari alla ricerca e aperta a tutti gli scienziati nel mondo

Autismo: attenzione a tutte le nuove fantomatiche “cure”!

«Chiediamo urgentemente l’intervento del ministro della Salute Roberto Speranza al fine di tutelare le persone con disturbi dello spettro autistico e le loro famiglie da coloro che si spacciano per professionisti e dalle loro fantomatiche “cure” che altro non sono che mere falsità»: lo si legge in una nota diffusa congiuntamente dalle Associazioni ANFFAS e ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), ove viene denunciato l’ennesimo caso di diffusione di false notizie relative a trattamenti in grado di “curare” l’autismo

Una nuova “Casa per Diventare Grandi”

«Questa nuova struttura rivolge una particolare attenzione alla cosiddetta “fase ponte”, ovvero intende colmare il gap della presa in carico che si verifica nel passaggio all’età adolescenziale, creando un percorso lineare di crescita in una logica di piena integrazione dei servizi, dalla primissima infanzia all’età adulta»: lo sottolineano dalla Fondazione Renato Piatti di Varese, che ha inaugurato a Besozzo, sempre in provincia di Varese, la “Casa per Diventare Grandi”, nuovo Centro Riabilitativo Educativo Integrato, rivolto a persone con disabilità intellettive e del neurosviluppo

Disabilità intellettive, disturbi del neurosviluppo e interventi ABA

Garantire alle famiglie di persone con autismo, altre disabilità intellettive o disturbi del neurosviluppo, prestazioni di qualità, facilmente erogabili ed esigibili nel rispetto delle vigenti normative e ancorate alle evidenze scientifiche: è principalmente questo l’obiettivo dell’alleanza stipulata nei giorni scorsi tra le Associazioni ANFFAS e ANGSA da una parte, e gli organismi che raccolgono i professionisti italiani che erogano interventi basati sull’analisi comportamentale applicata (ABA) dall’altra, ovvero l’AssoTABA e la SIACSA