Ora si risparmia anche sulla salute

Le difficoltà di accesso alle prestazioni sanitarie e le segnalazioni sui lunghi tempi di attesa restano al vertice delle preoccupazioni dei cittadini

Probabilmente Il detto popolare «sulla salute non si risparmia» può essere purtroppo archiviato, se è vero – come emerge con chiarezza dal nuovo Rapporto PIT Salute, presentato dal Tribunale per i Diritti del Malato di Cittadinanzattiva -, che i problemi economici, i costi crescenti dei servizi sanitari e le difficoltà di accesso stanno spingendo i cittadini a rinunciare alle cure e a sacrificare la propria salute

Tristi paradossi d’Italia, tra barriere e ausili malandati

Disegno di Lido Contemori, realizzato in esclusiva per «DM», giornale della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare). Per gentile concessione

E’ infatti sin troppo frequente, nel nostro Paese, il triste paradosso di edifici pubblici destinati anche a servizi sulla disabilità, inaccessibili per lo meno alle persone con disabilità motoria. E la denuncia di un’altra situazione del genere arriva dalla Cellula di Ancona dell’Associazione Luca Coscioni, riferita ai Poliambulatori di Osimo dell’ASUR (Azienda Sanitaria Unica Regionale), ove, naturalmente, ci si occupa anche di protesi e ausili…

Ma l’ospedale discrimina le persone con disabilità?

Ma l’ospedale discrimina le persone con disabilità?

«In ospedale – dichiara uno dei relatori del corso-convegno del 3 ottobre a Rozzano (Milano), dedicato appunto all’accoglienza delle persone con disabilità in ospedale – le buone pratiche esercitate in relazione alle persone con disabilità (intellettive, motorie e sensoriali) hanno una ricaduta positiva su tutti i pazienti. Perché, quindi, la grande maggioranza dei nostri ospedali non ha percorsi specifici di presa in carico e gestione dedicati alle persone con disabilità?»

I ragazzi con autismo che fecero l’impresa!

In tenuta estiva, al momento della partenza...

«Guardando i nostri figli in quelle giornate – scrive Alberto Brunetti, raccontando la bella esperienza che ha portato un gruppo di ragazzi con autismo a percorrere insieme a genitori e volontari l’Alta Via dei Monti Liguri, da Genova a Ceparana (La Spezia) – abbiamo potuto scorgere in loro nuove caratteristiche su cui lavorare perché si fortifichino e crescano in autonomia e autostima, a dispetto della loro disabilità e a difesa dei loro diritti»

Affettività e sessualità nell’autismo: si può fare

Affettività e sessualità nell’autismo: si può fare

«Siamo consci – dichiara una delle organizzatrici del seminario in programma il 3 ottobre a Roma sull’affettività e la sessualità nello spettro autistico – che questi temi non sono né semplici né intuitivi, ma è possibile ed è un dovere, per le famiglie e per gli operatori. Vogliamo infatti aiutare tutti a comprendere che anche nella particolarità della condizione autistica è possibile vivere affetti e sessualità nel rispetto di se stessi e delle regole sociali»

Un sit-in alla Stazione di Montebelluna

Un sit-in alla Stazione di Montebelluna

Lo ha promosso per il 3 ottobre, nella città del Trevigiano, la Sezione Provinciale dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), e vi parteciperà convinta anche la FISH Veneto (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), che intende proseguire con le proprie iniziative anche oltre il 3 ottobre, coinvolgendo le varie Associazioni, per garantire il diritto alla mobilità di tutte le persone con disabilità

Retina: verso un registro internazionale dei pazienti

Assia Andrao, presidente di Retina Italia

Sembra infatti questo il più vicino risultato possibile, in àmbito di distrofie retiniche, come è emerso dal convegno organizzato nei giorni scorsi a Roma da Retina Italia ONLUS, in occasione della Giornata Mondiale della Retina. Si tratterà di un registro complementare a quello nazionale ufficiale dell’Istituto Superiore della Sanità (ISS) e conterrà informazioni inserite dal paziente stesso o dal medico di fiducia, in accordo con l’interessato

L’ANCI ai Comuni: avviate i Piani per eliminare le barriere

Disegno di Carlo Squillante, realizzato in esclusiva per «DM», giornale della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare). Per gentile concessione

«Adottare nei Comuni i Piani per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche e, soprattutto, sollecitare e impegnare gli organi comunali preposti per assicurare la piena fruibilità degli spazi pubblici»; lo ha scritto ai Sindaci Piero Fassino, presidente dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani). L’Associazione Luca Coscioni apprezza, ma ritiene anche che per far fronte alle relative spese, l’ANCI dovrebbe richiedere al Governo una deroga al Patto di Stabilità

Un approccio innovativo allo studio delle epilessie

Il gruppo di ricerca dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Meyer di Firenze, che ha collaborato allo studio internazionale sulle cause genetiche delle epilessie infantili gravi. In primo piano Renzo Guerrini e Carla Marini (terzo e settima da destra)

Nuove tecnologie e collaborazione tra reti internazionali di ricerca: si evolve l’approccio alla ricerca sulle epilessie – disturbi del sistema nervoso centrale tra i più comuni -, ciò che si tradurrà sicuramente in una migliore cura dei pazienti. Ben lo dimostrano i buoni risultati del più grande studio collaborativo sinora mai realizzato, per identificare le cause genetiche delle epilessie infantili gravi. Coinvolti anche ricercatori italiani del Meyer di Firenze

Valutazione delle scuole: non escludere gli alunni disabili

Valutazione delle scuole: non escludere gli alunni disabili

«Il Ministero e l’INVALSI – dichiara Salvatore Nocera, membro dell’Osservatorio Ministeriale Permanente per l’Integrazione degli Alunni con Disabilità – devono immediatamente tenere conto del fatto che il procedimento di autovalutazione e valutazione esterna della qualità delle scuole e del sistema di istruzione esclude di fatto la presenza degli alunni con disabilità, rischiando di oscurare completamente il positivo lavoro inclusivo svolto in molte scuole»

Politiche per i giovani: è l’ora di cambiare passo!

Lo hanno sostenuto i rappresentanti delle varie reti nazionali attive nel campo delle politiche per la gioventù, durante un incontro con il sottosegretario alle Politiche Sociali Luigi Bobba, che dal canto suo ha spiegato quali saranno i prossimi passi in questo settore, da un Tavolo di Lavoro con le reti stesse, alla Conferenza Nazionale per i Giovani e lo Sviluppo del Paese, in vista anche della stesura e del lancio del Piano Nazionale Giovani

Un Esame di Maturità completamente in videoconferenza

È stata decisamente un’esperienza del tutto nuova e destinata a fare scuola, quella che nei giorni scorsi ha visto un giovane ricoverato all’Istituto Riabilitativo Montecatone di Imola (Bologna) – la nota struttura specializzata nella cura e nella riabilitazione di persone con lesione midollare e/o grave cerebrolesione – svolgere l’Esame di Maturità interamente in videoconferenza, collegato con la Commissione dell’Istituto Tecnico Aeronautico Euclide di Bari

Matera capitale internazionale dell’accessibilità

Il 27 e 28 settembre, infatti, la città lucana dei celeberrimi “Sassi”, Patrimonio Mondiale dell’Unesco, ospiterà un evento internazionale sull’accessibilità, diventando un grande laboratorio in cui proporre soluzioni innovative e creative per i luoghi della cultura, per una mobilità autonoma e sicura, per la comunicazione delle informazioni, la segnaletica, gli arredi urbani, la ristorazione, i servizi turistici, l’artigianato e altro ancora

Nuovi possibili scenari terapeutici per la Duchenne

Il risultato, infatti, di una ricerca multicentrica internazionale, nata da un’osservazione clinica degli specialisti dell’Università di Messina e centrata sulla Duchenne, la più grave tra le distrofie muscolari, è la disponibilità di nuove informazioni sulla proteina che causa la malattia, ciò che fa sperare a ulteriori possibilità di trattamento delle persone affette (prevalentemente maschi), sia dal punto di vista della terapia genica che di quella farmacologica