Autonomia

Nuove regole per i viaggi in treno delle persone con disabilità visiva

Nuove regole per i viaggi in treno delle persone con disabilità visiva

Come informa l’ADV (Associazione Disabili Visivi), a seguito di un’audioconferenza con Rete Ferroviaria Italiana, sono state accolte tutte le richieste avanzate dal movimento delle persone con disabilità visiva, in relazione ai viaggi in treno. Di conseguenza, a partire dal 15 giugno, le persone con disabilità visiva che non desidereranno utilizzare la carrozzina e la piattaforma elevatrice, avranno il diritto di ottenere l’accompagnamento con il sistema tradizionale, pur con qualche particolarità connessa alla persistenza della circolazione del Covid-19, anche se attenuata

Non ha mai smesso, il Museo Omero, di far “toccare” l’arte

Esplorazione tattile della copia della "Pietà" di Michelangelo, presente al Museo Omero di Ancona

Spazio unico e senza barriere, dove tutti possono conoscere l’arte attraverso il tatto, che da molti anni è ritenuto un vero punto di riferimento, sia nazionale che internazionale, per l’educazione estetica delle persone non vedenti e ipovedenti, il Museo Tattile Statale Omero di Ancona ha recentemente festeggiato il suo 27° compleanno, nello stesso giorno della riapertura al pubblico dopo il lockdown, anche se durante l’emergenza non ha mai interrotto le proprie attività, organizzando visite e iniziative virtuali di notevole impatto

Il “Dopo di Noi” si costruisce “Durante Noi”

«Progettare il percorso individuale di vita delle persone con disabilità - scrivono dall'ANGSA Lazio - può essere assimilato al percorso del seme di una pianta»

«Ricevuta per il figlio o la figlia una diagnosi di autismo, una famiglia dev’essere messa in condizione di far parte di una rete di servizi, per costruire il contesto in cui far crescere quella persona, rendendola un cittadino al pari degli altri e riempiendo in tal modo di significato le parole “inclusione” e “vita”. In poche parole, dobbiamo garantire ai nostri figli una vita degna di essere chiamata tale»: così l’Associazione ANGSA Lazio presenta il seminario in rete gratuito “Dalla diagnosi al progetto di vita: il dopo si costruisce durante noi!”, organizzato per il 13 giugno

Un’audioguida per spiegare come sono cambiati i pagamenti online

Una persona con disabilità visiva al computer

Sempre nell’àmbito del percorso promosso già da tempo dall’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) insieme all’ABI (Associazione Bancaria Italiana), che prevede tra l’altro la produzione di audiolibri su argomenti di educazione bancaria e finanziaria di interesse per le persone con disabilità visiva, è stata pubblicata in questi giorni una nuova audioguida, dal linguaggio semplice e immediato, con un format pienamente fruibile dalle persone cieche e ipovedenti, per approfondisce i principali aspetti della seconda Direttiva Europea sui servizi di pagamento, la cosiddetta “PSD2”

Nemmeno il lockdown ha fermato L’Arte nel cuore e ne è nato un cartoon fumetto

I "quattro eroi energetici" in una schermata del cartoon fumetto realizzato dai giovani e dalle giovani dell'Arte nel Cuore

L’Accademia L’Arte nel cuore di Roma, il noto progetto di formazione artistica voluto da Daniela Alleruzzo, di cui ci siamo regolarmente occupati anche nel nostro giornale e che tante persone con disabilità coinvolge ormai da anni, anche in questi mesi di emergenza ha proseguito le proprie attività, seppure “da casa”, ed è così che è […]

Per avere concerti ed eventi dal vivo accessibili in tutta Italia

Per avere concerti ed eventi dal vivo accessibili in tutta Italia

Può sembrare “fuori tempo”, in un’epoca in cui gli spettacoli dal vivo sono sospesi, ma in realtà si tratta di un’importante battaglia di principio, tenendo anche conto che naturalmente prima o poi quegli eventi torneranno. Parliamo della petizione in rete “Concerti ed eventi dal vivo accessibili in tutta Italia”, lanciata dall’Associazione Genitori Tosti in Tutti i Posti, per arrivare a «un protocollo unico che eviti la discriminazione delle persone con disabilità». La stessa Associazione sta anche sostenendo una giovane con disabilità, discriminata durante un concerto all’Arena di Verona

L’alta velocità arriva in Calabria, ma in stazione l’ascensore ancora non c’è

I treni ad alta velocità sono arrivati in Calabria, ma la Stazione di Lamezia Terme (Catanzaro) resta ancora proibitiva per le persone con disabilità in carrozzina

«Che sia l’ora, visto anche l’arrivo dei treni ad alta velocità in Calabria, di abolire le barriere architettoniche alla Stazione di Lamezia Terme Centrale?»: lo ha scritto in una civile, ma puntuale lettera un giovane studente calabrese a Jole Santelli, presidente della propria Regione, lo ha ribadito con forza la Federazione FISH Calabria, ricordando come le persone in carrozzina siano costrette con grave rischio ad attraversare i binari, senza alcuna copertura che le protegga dal maltempo. «Dove sono gli ascensori?», chiede Nunzia Coppedé, presidente della FISH Calabria

Disabilità grave: in cammino con le persone, le famiglie e le comunità

Disabilità grave: in cammino con le persone, le famiglie e le comunità

«La difficoltà nell’intervento rivolto a famiglie di persone con disabilità grave non è solo quella di redigere una diagnosi o di stilare un profilo, ma soprattutto di fare in modo che i progetti siano resi possibili dove le persone vivono. Su questo abbiamo lavorato»: a dirlo è Domenico Vaccaro, referente tecnico di “In casa e… oltre”, progetto promosso in dodici Regioni per quasi due anni dal MAC (Movimento Apostolico Ciechi), in partenariato con l’ANFAMIV, con l’obiettivo appunto di promuovere l’inclusione sociale delle persone con disabilità grave e delle loro famiglie

Sorpresa: l’app Immuni è accessibile a tutti!

L'app Immuni

«Devo ricredermi – scrive Stefania Leone, dopo tante esperienze negative vissute in questo àmbito -: ero pronta ad un articolo diverso e invece ho potuto verificare con piacere che l’app Immuni, per il tracciamento dei contatti nell’emergenza coronavirus, risulta accessibile e usabile, anche con screen reader o altre configurazioni particolari. Da un semplice primo test, infatti, essa risulta accessibile da uno smartphone di media generazione, con l’ausilio di una delle tecnologie assistive più utilizzate dalla maggior parte di persone con disabilità visiva, il ben noto “Voice Over”»

ANFFAS Alto Friuli: ripartire subito “Inclusivamente”

«Le conseguenze per le famiglie di persone con disabilità intellettive e/o relazionali – dice Elena Beorchia, presidente dell’ANFFAS Alto Friuli – sono state inimmaginabili: oltre infatti all’immenso carico assistenziale, hanno dovuto far fronte all’interno delle mura domestiche ad alterazioni dei delicati equilibri psicofisici delle persone con disabilità. Per questo è fondamentale ripartire subito con le nostre attività»: marcia su tale strada il progetto “Inclusivamente 2020-2021”, che partirà entro breve, con attività sia per i familiari che per le persone con disabilità in piccoli gruppi

Come possono marciare assieme la sostenibilità ambientale e l’inaccessibilità?

È decisamente questa la domanda da porsi, di fronte a un Comune insignito da anni di un riconoscimento internazionale quale la Bandiera Blu, per la gestione sostenibile del proprio territorio, quello stesso Comune condannato per discriminazione nei confronti delle persone con disabilità a causa della presenza di barriere, dopo un’azione promossa dall’Associazione Coscioni e da due cittadini. Accade a Sperlonga, nel Lazio, cui il Tribunale di Latina ha prescritto tra l’altro di realizzare entro due mesi varie opere e infrastrutture, per rendere accessibili alcuni tratti di spiaggia e di mare

“+ARIA” per bambini e bambine con la sindrome CHARGE

“+ARIA”, ovvero “Attività Ricreative Inclusive e Assistenza” ai bimbi e alle bimbe con sindrome CHARGE, malattia rara che è una delle principali cause di sordocecità congenita: si chiama così il progetto promosso da CBM Italia, insieme a Mondo CHARGE e al Servizio Nazionale per la Pastorale delle Persone con Disabilità della Conferenza Episcopale Italiana, consistente in un intervento a supporto di ventidue famiglie che convivono con la CHARGE, cui l’emergenza coronavirus ha sottratto servizi essenziali; il tutto per garantir loro percorsi riabilitativi e ricreativi della durata di tre mesi

Si potrebbe risolvere rapidamente la questione del parcheggio tra le strisce blu

Continua l’impegno di Cittadinanzattiva e dell’Associazione UILDM, sostenute da Legambiente, volto a garantire in tutti i Comuni d’Italia l’esenzione dal pagamento del parcheggio tra le strisce blu, per le persone con disabilità munite di contrassegno. Ma la Proposta di Legge che porterebbe a tale risultato, eliminando l’attuale difformità tra Comune e Comune, è ancora ferma alla Camera e per questo le stesse Cittadinanzattiva e UILDM ritengono che un emendamento a costo zero nel cosiddetto “Decreto Rilancio” porterebbe a una soluzione semplice e più immediata

Trovare i luoghi accessibili alle carrozzine con Google Maps

Sapere in anticipo se i luoghi nei quali si intende recarsi presentano barriere oppure no per persone anziane, persone che si spostano in carrozzina, oppure col deambulatore, o che hanno un passeggino al seguito: questo consente di fare la nuova funzione di Google Maps denominata “Accessible Places” (“luoghi accessibili”), attivata per ora negli Stati Uniti, in Australia, in Giappone e nel Regno Unito, ma presto in distribuzione anche in altri Paesi

Persone con disabilità visiva: come districarsi nella “giungla” della fase 2

Camminare per strada, districandosi tra persone in coda e ostacoli di ogni genere, salire su un mezzo pubblico, mantenere il distanziamento sociale: sono azioni che per le persone cieche e ipovedenti rappresentano un problema tutt’altro che semplice, tanto da far dire, all’UICI di Torino, che per le persone con disabilità visiva questa fase 2 è una sorta di “giungla”. Ecco perché la stessa Associazione torinese si sta impegnando in un dialogo costruttivo con le istituzioni territoriali e con i cittadini, suggerendo strategie concrete per agevolare gli spostamenti di chi non vede o vede poco

“In viaggio verso un sogno”, storia di autodeterminazione contro gli stereotipi

«Una storia emozionante e ironica al tempo stesso, che accompagna il grande pubblico a conoscere la sindrome di Down, toccando temi fondamentali come le basse aspettative e l’autodeterminazione e sfidando tanti stereotipi sulla disabilità»: questo è “In viaggio verso un sogno – The Peanut Butter Falcon”, film rivelazione negli Stati Uniti, che ha tra i protagonisti Zack Gottsagen, emergente attore con sindrome di Down, e che dal 1° giugno sarà visibile in Italia su alcune piattaforme digitali, grazie a Officine UBU, con la collaborazione dell’Associazione AIPD e del CoorDown

“Marche, bellezza infinita!” ed è certamente vero, ma il turismo accessibile?

«La Regione Marche – dichiarano dalla Consulta per la Disabilità della Regione stessa – ha recentemente presentato il rinnovato portale “TurismoMarche.it”, ma nonostante il nostro costante impegno di collaborazione con i rappresentanti istituzionali, per far sì che esso tenesse conto anche del turismo accessibile, dobbiamo prendere atto che le proposte e le richieste da noi formulate a favore delle persone con disabilità, sono state completamente ignorate, a partire da quella di realizzare uno specifico portale sul turismo accessibile»

Un registro, in Lombardia, per i Piani di Eliminazione delle Barriere

L’istituzione di un registro nel quale far confluire i dati dei Comuni in merito ai PEBA (Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche), allo scopo di innescare percorsi virtuosi che favoriscano l’inclusione delle persone con disabilità nella vita cittadina: consiste in questo il Progetto di Legge approvato dal Consiglio Regionale della Lombardia, su proposta del consigliere Michele Usuelli e su iniziativa dell’Associazione Coscioni, inserendosi in un percorso già avviato dalla Legge Regionale 9/20, che aveva disposto finanziamenti ai Comuni anche per l’abbattimento delle barriere

Un nuovo inizio per il Museo Omero

La data di dopodomani, 29 maggio, potrà essere in un certo senso considerata “storica” per il Museo Tattile Statale Omero di Ancona, struttura invidiata a livello internazionale, non solo perché coinciderà con il 27° compleanno di essa, ma anche e soprattutto perché nel pomeriggio verranno riaperte le porte al pubblico, dopo il lungo stop forzato a causa dell’emergenza coronavirus. Sarà quindi un vero e proprio “nuovo inizio”, contrassegnato naturalmente da alcune regole per visitare gli spazi in sicurezza, tanto più importanti per un museo tattile