Società

In un pullman elettrico, per ripercorrere i risultati di trent’anni

Via Po a Torino sarà lo scenario dell'evento "Tutti Clienti", in programma per il 14 aprile nel capoluogo piemontese

Un’originale conferenza stampa su un pullman elettrico verrà promossa per il 14 aprile dalla CPD di Torino (Consulta per le Persone in Difficoltà), allo scopo di ripercorrere tra le strade del centro cittadino i risultati raggiunti in trent’anni di attività. L’iniziativa darà anche il via all’evento pubblico denominato “Tutti Clienti”, tra posizionamento di pedane, presentazione di attività in favore dei diritti delle persone con disabilità, e prove esperienziali, che consentiranno a uomini politici e altri personaggi di rilievo di vivere in prima persona la disabilità

Tra letteratura e narrazioni di esperienze

Tra letteratura e narrazioni di esperienze

Sarà aperto a tutti l’interessante incontro in programma per domani, 11 aprile, all’Università Milano Bicocca, intitolato “Raccontare la disabilità. Tra letteratura e narrazioni di esperienze”. Vi interverranno tra gli altri anche Massimiliano Verga, Autore dei libri “Zigulì. La mia vita dolceamara con un figlio disabile” e “Un gettone di libertà” e Alberto Fontana, che ha recentemente pubblicato “Le regole dei motoneuroni. Storie di vita da raccontare”

Tutto per migliorare la qualità di vita delle persone con lesione midollare

Tutto per migliorare la qualità di vita delle persone con lesione midollare

Durante il Congresso che a Milano ha rinnovato le cariche elettive della FAIP (Federazione Associazioni Italiane Paratetraplegici), modificandone anche lo Statuto, per renderlo sempre più rispondente alle esigenze dell’intero movimento delle persone con lesione al midollo spinale, è stata approvata una mozione dedicata al miglioramento della qualità di vita, che vincola tra l’altro il nuovo Consiglio Direttivo a promuovere ogni azione utile a favorire la Vita Indipendente delle stesse persone con lesione al midollo spinale

Un’altra Aria e altre dodici Variazioni

Illustrazione realizzata da Gianni Minasso

Torna alle origini, Gianni Minasso, in questa nuova puntata della rubrica da lui curata per il nostro giornale, intitolata “A 32 denti (Sorridere è lecito, approvare è cortesia)”, fatta di incursioni nel grottesco e talora nella comicità più o meno involontaria che, come ogni altra faccenda umana, riguarda anche il mondo della disabilità. Come già quattro anni e mezzo fa, infatti, Minasso propone una dozzina di variazioni, “alla maniera di Raymond Queneau”, questa volta sul tema della Vita Indipendente (negata). E il risultato è davvero notevole…

Alessandro Manfredi nuovo presidente della LEDHA

Da sinistra Alessandro Manfredi, nuovo presidente della LEDHA, Valeria Fedeli, ministro dell'Istruzione e Alberto Fontana, presidente uscente della LEDHA, durante un incontro dello scorso anno a Lodi

«Il mio obiettivo principale sarà quello di radicare ulteriormente sul territorio la nostra organizzazione, al fine di rappresentare con sempre maggiore forza le istanze delle persone con disabilità, dei loro familiari e delle Associazioni. Vogliamo essere interlocutori con le Istituzioni a tutti i livelli: dai Comuni alla Regione»: lo ha dichiarato Alessandro Manfredi, che succede ad Alberto Fontana alla Presidenza della LEDHA, la Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità che rappresenta la componente lombarda della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap)

Così combatto il bullismo

Marco Baruffaldi, in un'immagine del video con il quale ha denunciato il bullismo di cui è stato vittima a scuola

Qualche settimana fa, Marco Baruffaldi, giovane con sindrome di Down, ha deciso di raccontare in un video-denuncia – che ha avuto una rapida diffusione – il bullismo di cui è stato vittima negli anni della scuola. E da appassionato di musica rap, ha anche composto “Siamo diversi tra noi”, inno contro il bullismo, anch’esso oggetto di grande attenzione. Alcune scuole dell’Emilia Romagna l’hanno già invitato a raccontare la sua vicenda ai ragazzi e l’auspicio, scrive Andrea De Chiara, è che «questi inviti continuino anche fuori dalla sua Regione, per diffonderne il messaggio il più possibile»

Alla Maratona di Milano, Jacopo in carrozzina, Fiorenzo al suo fianco

Jacopo Verardo, quindicenne con la distrofia muscolare di Duchenne, insieme all'amico Fiorenzo Puiatti, con il quale parteciperà alla Milano Marathon

Ci sarà anche Jacopo Verardo, quindicenne con la distrofia muscolare di Duchenne, alla partenza della Milano Marathon dell’8 aprile e con l’amico Fiorenzo Puiatti, porterà in alto i colori dell’Associazione Parent Project, della quale sono entrambi soci. Dal canto suo, la Fondazione Renata Quattropani parteciperà anche quest’anno all’“European Assistance Relay Marathon”, il grande progetto di solidarietà che si svolge accanto all’evento principale, potendo così ampliare le proprie iniziative di sostegno a pazienti e familiari, nel gestire le difficoltà di una malattia cronica

Correremo per farci ascoltare, contro gli stereotipi e i pregiudizi

Immagine di repertorio riguardante una delle precedenti edizioni della "Stracittadina" di Roma

Raccogliere fondi per sostenere i propri progetti e le proprie attività, ma anche diffondere una corretta informazione sulla sordità, nei confronti di tante persone, andando oltre gli stereotipi e i pregiudizi: con queste motivazioni, la FIADDA (Famiglie Italiane Associate per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi) parteciperà l’8 aprile alla “Roma Fun Run”, meglio nota come “La Stracittadina”, prova non competitiva di 5 chilometri, che tradizionalmente si affianca alla Maratona di Roma

Eventi organizzati per far sì che l’attenzione all’autismo duri tutto l’anno

Il libro "Il T9 non si sbagliava!" sarà al centro di due incontri organizzati dall'ANGSA di Bologna, in occasione della Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell'Autismo

«Nell’organizzare questi eventi abbiamo avuto la massima collaborazione da parte delle Istituzioni Pubbliche e del privato sociale. Ci auguriamo dunque che questa sia una premessa perché l’attenzione e la cura dell’autismo diventino prassi quotidiana nell’arco di tutto l’anno e non solo nella settimana dell’autismo!»: a dirlo è Marialba Corona, presidente dell’ANGSA di Bologna (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), nel presentare le iniziative promosse da questa Associazione, in occasione della Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo

Sicurezza inclusiva per tutti

Fare il punto sui temi della pianificazione dell’emergenza e della gestione del soccorso in presenza di persone con disabilità, bambini e anziani, a partire dalle esperienze maturate a livello nazionale e internazionale: è questo l’obiettivo del Convegno Internazionale “Per una sicurezza inclusiva – Help for All”, in programma per domani, 5 aprile, a Roma, a cura dell’Osservatorio Nazionale sui temi della sicurezza e del soccorso alle persone con esigenze speciali, istituito dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, ma di cui fanno parte anche esperti provenienti dal mondo delle Associazioni

Autismo: la sfida continua

Progetti rivolti all’istruzione, alla formazione degli operatori della scuola, della sanità e dei servizi sociali e alla ricerca, sia nel campo biomedico che in quello pedagogico, tramite i quali dare supporto alle necessità delle famiglie con sindrome dello spettro autistico: saranno queste le iniziative che verranno finanziate con i fondi raccolti da “#sfidAutismo18”, nuova edizione della nota campagna lanciata dalla FIA (Fondazione Italiana per l’Autismo), in occasione della Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo del 2 Aprile

Contratto di Servizio RAI e disabilità: sia luci che ombre

«Ci rimangono tre linee di impegno: alzare la soglia di rivendicazione sulla qualità dell’informazione pubblica, trovando leve anche al di fuori del Contratto, ad esempio presso l’Autorità Garante per le Comunicazioni. Vigilare sull’effettiva applicazione di ciò che è effettivamente previsto. Agire per l’effettiva applicazione di ciò che è solo genericamente espresso come intento»: lo dichiara il presidente della FISH Vincenzo Falabella, in riferimento al nuovo Contratto di Servizio della RAI, che rispetto alla disabilità presenta qualche interessante progresso, ma anche alcune serie lacune

In tutta Italia si celebrano i sessant’anni dell’ANFFAS

È proprio nella giornata di oggi, 28 marzo, che l’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) compie sessant’anni, da quel 28 marzo 1958 in cui tutto iniziò, sessant’anni di impegno e di battaglie al fianco delle persone con disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo e delle loro famiglie, senza mai arrendersi di fronte ai pregiudizi, agli stereotipi e ai diritti negati, ma sempre lottando per un futuro migliore e per una società pienamente inclusiva, che garantisca a tutti i diritti e le pari opportunità

Le transizioni dell’autismo

Ha preso il via nei giorni scorsi a Venezia e proseguirà fino a metà aprile, tra meeting, seminari ed esposizioni artistiche, la quinta edizione di “Euritmie. Talenti speciali accedono alle arti”, rassegna scientifica e socio-culturale curata dal CAV (Coordinamento Autismo Veneto), in occasione della Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo del 2 Aprile. Filo conduttore delle varie iniziative sarà quello della transizione, sul quale ha già ruotato il tema del convegno inaugurale, intitolato “Autismi: un problema di transizione o una prospettiva per l’intero arco di vita?”

Tre settimane, in Umbria, per parlare di autismo

Eventi, tavole rotonde, incontri e dibattiti aperti alla cittadinanza, cineforum: come molte altre organizzazioni, anche l’ANGSA Umbria (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) ha predisposto in queste settimane un ricco calendario di iniziative, in occasione dell’ormai prossima Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo del 2 Aprile, con una particolare attenzione al mondo della scuola

Una giornata di buona informazione sulla disabilità visiva e su Braille

L’intitolazione di una scalinata centrale della città a Louis Braille – con l’apposizione di targhe in Braille – e un successivo convegno, con grande partecipazione di pubblico, composto anche dagli studenti delle scuole superiori, hanno contraddistinto la giornata organizzata a Lanusei (Nuoro) dall’UICI della Sardegna (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), in occasione della recente Giornata Nazionale del Braille

No, i sogni non andranno in fumo!

«I sogni non vanno in fumo! Di fronte a questo secondo atto vandalico, non possiamo rimanere ad aspettare. Il nostro progetto di rigenerazione, approvato dall’Amministrazione Comunale nel 2017, deve partire! Vogliamo rimboccarci le maniche e strappare al degrado questo pezzo di città! Aiutateci tutti!»: anche «Superando.it» fa proprio, dalla prima all’ultima parola, il fermo appello lanciato dall’AIPD di Reggio Calabria (Associazione Italiana Persone Down), la cui sede è stata incendiata per la seconda volta in sei mesi. All’Associazione arriva anche tutto il sostegno dell’AIPD Nazionale

Continuano le adesioni al Manifesto sui diritti delle donne con disabilità

Sono entrambe molto significative le due nuove adesioni al “Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea”, la prima delle quali proviene dall’Associazione Differenza Donna, sulla scia di un percorso già bene avviato in tal senso da questa organizzazione, mentre l’altra arriva da DPI Italia (Disabled Peoples’ International), in linea con il protagonismo delle persone con disabilità e l’attenzione al genere, che ne costituiscono due peculiari caratteristiche

“Fuori Posto”, il Festival che fa cambiare punto di vista

Tornerà il 24 marzo nel centro storico di Roma la nuova edizione di “Fuori Posto. Festival di Teatri al Limite”, la manifestazione ideata e organizzata dall’Associazione Fuori Contesto, che propone teatro, danza e danceability, musica, allestimenti artistici, installazioni multimediali e interattive, mostre fotografiche, laboratori e workshop, per raccontare storie che “fanno la differenza”, sotto forma di performance urbane e a stretto contatto con il pubblico, generando un cambio di punto di vista, sulla disabilità e non solo, attraverso gli artisti e le storie che vengono portate in scena