- Superando.it - https://www.superando.it -

Le passioni, l’impegno, i sogni e i successi

Continua a trovare visibilità la mostra denominata Scatti bloccati. Limitazione motoria e quotidianità visti attraverso l’occhio fotografico, meritoria iniziativa promossa dalla UILDM di Milano (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) per celebrare il proprio quarantesimo anniversario, con il patrocinio e il contributo della Provincia di Milano (Delega alla Partecipazione e alla Tutela dei Locandina della mostra milaneseDiritti delle Persone con Disabilità) e che aveva vissuto nel gennaio di quest’anno il suo primo momento espositivo (se ne legga, in questo stesso sito, al testo intitolato Un punto di vista che può cambiare cose e persone, disponibile cliccando qui).

Giovedì 11 settembre, infatti, presso gli spazi della Casa della Pace (Via Ulisse Dini, 7, Milano, ore 19), verrà inaugurata una nuova fase espositiva, con apertura al pubblico nello stesso giorno (ore 19) e da venerdì 12 a domenica 14 settembre (ore 9.30-17.30).
Massimiliano Bonatti, Antonio Bruschini, Paola Cominetta, Martina Jaider e Stefano Zarpellon: questi i cinque fotografi che con diversa sensibilità e differenti modalità espressive, hanno tradotto in immagini il tema della mostra, quaranta fotografie di grande formato, per raccontare passioni, impegno, sogni e successi delle donne e degli uomini affetti dalla distrofia muscolare, per scoprire l’intensità delle loro vite, la passione per lo sport e l’impegno quotidiano contro la malattia.

«Quello che mi ha colpito delle persone con disabilità che ho conosciuto – dichiara la fotografa Paola Cominetta – è la loro autoironia. Per rendere giustizia alla loro grinta mi premeva realizzare un lavoro privo di sentimentalismo. Ho scelto allora di incentrarlo sulla parte dinamica sociale, immortalando situazioni di socializzazione in cui la disabilità è poco o per niente invalidante: una squadra di hockey, un pomeriggio in piscina e le prove di una nota band musicale, i Ladri di Carrozzelle».
«Ho voluto rappresentare gli oggetti che quotidianamente permettono alle persone interessate dalla malattia di avvicinarsi alla normalità – racconta invece un altro dei partecipanti alla Mostra, Antonio Bruschini – di compiere uno sforzo grande per cercare di compensare il “gap” che li separa da una vita… “normale”».

All’inaugurazione dell’11 settembre interverranno l’assessore provinciale Irma Dioli, la consigliera provinciale con Delega alla Partecipazione e alla Tutela dei Diritti delle Persone con Disabilità Ombretta Fortunati, il presidente della UILDM di Milano Marco Rasconi e il vicepresidente della stessa Riccardo Rutigliano, curatore della mostra. (S.B.)

Per ulteriori informazioni:
UILDM Milano, tel. 02 84800276
segreteria@uildmmilano.itrelazioniesterne@uildmmilano.it.