- Superando.it - https://www.superando.it -

Lago d’Orta: rispettare l’ambiente e l’accessibilità

Il Comune di Pella (Novara) sul Lago d'OrtaUn turismo rispettoso dell’ambiente, con spazi accessibili a tutti, anche alle persone con disabilità fisica: sono questi i due obiettivi che si propone in Piemonte, con il Progetto Natura e spirito, la Comunità Montana Cusio Mottarone, che intende concretizzare tale iniziativa nella Provincia del Verbano Cusio Ossola ed esattamente nei Comuni di Omegna e di Valstrona sul Lago d’Orta.
«Su entrambi questi territori – spiega Ezio Barbetta, presidente dell’ente montano – abbiamo risorse da valorizzare. Ad Omegna, in particolare, abbiamo studiato un intervento che ci consentirà di completare l’area del giardino di Monte Zuoli, realizzando un tracciato con pendenze ridotte e senza barriere architettoniche dall’area parcheggio fino alla terrazza panoramica». Tali interventi sono per altro solo quelli più immediati di un progetto ben più ampio, come sottolinea ancora Barbetta: «Parliamo di un investimento complessivo di 300.000 euro, per il quale abbiamo presentato un dossier per il finanziamento alla Regione Piemonte. Entro fine marzo sapremo dunque se e quanti contributi riceveremo e quindi ci muoveremo di conseguenza».

Sempre sulla rete dei sentieri, sono previsti interventi anche tra i non lontani Comuni di Arola e Cesara, ma anche nel Novarese, a Pella e a San Maurizio d’Opaglio, oltre che verso Breia (Vercelli) e quindi in Valsesia, anello di congiunzione con il cosiddetto “Sentiero Nello” che parte dal Comune di Madonna del Sasso (Verbano Cusio Ossola).
Tra i progetti già avviati rientra infine anche una nuova carta escursionistica – realizzata con il Club Alpino Italiano di Omegna e presentata nelle scorse settimane – e l’ideazione di un marchio per la distribuzione di materiale promozionale in fiere ed eventi del settore turismo, in modo tale da coinvolgere anche i piccoli Comuni e le realtà cusiane meno conosciute. «Anche il turismo ambientale – conclude infatti Barbetta – potrebbe essere una piccola opportunità per rispondere alla crisi e al momento di difficoltà generale che stiamo vivendo». (S.B.)