- Superando.it - https://www.superando.it -

Quei fondi devono arrivare ai consumatori

Mano con una banconota da 50 euro che brucia«Il ministro Tremonti blocca le risorse che la legge destina alle iniziative per i consumatori»: la denuncia proviene dalle numerose associazioni dei consumatori aderenti al CNCU (Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti) – vale a dire Adiconsum, ADOC, Altroconsumo, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori – secondo le quali l’ostruzionismo con il quale il Ministero dell’Economia trattiene i fondi destinati alle stesse associazioni dei consumatori «lascia intendere circa la reale volontà politica dell’Esecutivo di tutelare i diritti dei consumatori».

Infatti, secondo la Legge 291/98, le multe pagate dalle aziende a fronte di comportamenti scorretti – dichiarati tali dalle Autorità di Regolamentazione – devono essere destinate a iniziative di tutela dei cittadini.
Già nel mese di dicembre scorso era scattato l’allarme: ammontano a oltre 4 milioni di euro i fondi provenienti da sanzioni per finanziare iniziative già approvate dal Ministro dello Sviluppo Economico a vantaggio dei consumatori di energia elettrica e gas, fondi trattenuti dal ministro dell’Economia Tremonti, che senza dichiarazioni ufficiali non sblocca l’utilizzo di queste risorse.

Le associazioni dei consumatori auspicano quindi che quanto prima il Ministero dell’Economia e delle Finanze assegni a quello dello Sviluppo Economico tali risorse provenienti dalle sanzioni amministrative, affinché vengano destinate a progetti in favore dei consumatori, anche a livello regionale. (Ufficio Stampa Cittadinanzattiva)

Per ulteriori informazioni: Ufficio Stampa Cittadinanzattiva, tel. 06 36718302, stampa@cittadinanzattiva.it.