- Superando.it - https://www.superando.it -

Verranno ascoltate le istanze delle Associazioni sull’IMU?

Monetine in mezzo a modellini in plastiche di casette«In concomitanza con il Consiglio dei Ministri convocato per oggi, 21 novembre, e che ha tra i punti all’ordine del giorno l’esame del Decreto Legge sulle disposizioni urgenti in materia di IMU, auspichiamo fortemente che il provvedimento di imminente varo contenga le istanze del Terzo Settore, introducendo quell’intervento di fiscalità premiale per il non profit che abbiamo richiesto costantemente durante i nostri incontri con le Istituzioni».

Lo dichiara Pietro Barbieri, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, riferendosi a una questione su cui da tempo si sta battendo il mondo delle organizzazioni non profit, come abbiamo riferito di volta in volta.
A tal proposito, lo stesso Barbieri, qualche tempo fa, aveva delineato il quadro del settore che rischia di essere gravemente colpito nell’àmbito della “vicenda IMU”. «In Italia – aveva dichiarato – parliamo di oltre 300.000 organizzazioni, con circa 700.000 lavoratori retribuiti e quasi 5 milioni di volontari. Un sistema, quindi, che contribuisce al 5% del Prodotto Interno Lordo nazionale e che fornisce servizi fondamentali ai cittadini non può che essere considerato parte integrante del sistema produttivo italiano».
E alla luce di quelle cifre, aveva aggiunto che «penalizzare tanto fortemente il nostro settore è un’ingiustizia inammissibile e soprattutto una scelta miope da parte dello Stato, perché le risorse che riceverà dall’IMU saranno risibili rispetto ai numerosi benefìci sociali prodotti dalle attività rese dal non profit».

Oggi, dunque, il portavoce del Forum si trova ancora una volta a ribadire che «un regime di agevolazione sull’IMU è per le nostre Associazioni vitale, per poter proseguire nelle molteplici attività, e per portare avanti quel percorso già molto fragile di tenuta della coesione sociale del Paese». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: stampa@forumterzosettore.it.